Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 40

Discussione: Selmer Super Action 80 serie I o serie II?

  1. #21
    A livello meccanico com'è il serie I ? Da l'idea di essere un sax solido, anche se non ne ho mai avuto uno per le mani.....
    Alto Yamaha 875 EX- Alto Selmer Mark VI, flauto Muramatsu SR Heavy - flauto Briccialdi 9612.

  2. #22
    La domanda è priva di senso perché la funzionalità di uno strumento che può avere 30/35 anni non è indipendenti dallo stato di conservazione, dalle condizioni funzionali e in generale dallo storia personale di quello strumento.

    Non c'è grossa differenza tra Serie I e Serie II, se gli strumenti sono stati conservati e "mantenuti" correttamente... e con rispetto.

    Passare da un Yamaha a un Selmer può essere abbastanza traumatico.
    I Serie I sono strumenti particolarmente pesanti (peso, in grammi!), in percentuale più gli alti dei tenori (se fai il confronto con Selmer Mark VI o anche con Yamaha professionali).

  3. #23
    La domanda sarà priva di senso per te, ma per me lo ha, io infatti non sto domandando come potrebbe essere la meccanica di un eventuale selmer super action di tot anni.......la mia domanda riguarda le caratteristiche meccaniche di questa serie di sassofoni, perchè penso, avranno delle caratteristiche di progettazione o costruttive che li distingueranno da altri sassofoni della stessa casa, anche se, ammetto che solo un tecnico potrebbe rispondere ad una domanda tecnica......
    Casomai, dal mio punto di vista, non ha senso alcuno rispondere che passare da un Yamaha ad un Selmer puo essere traumatico, senza spiegarne i motivi, ammesso che ci siano.
    Alto Yamaha 875 EX- Alto Selmer Mark VI, flauto Muramatsu SR Heavy - flauto Briccialdi 9612.

  4. #24
    Definisci "caratteristiche meccaniche" e "caratteristiche di progettazione e costruttive".
    Da ingegnere, veramente non riesco ad immaginarmi il significato di queste terminologie.

    Partiamo dal presupposto che stiamo parlando di strumento moderni, che non presentano nessun limite dal punto di vista meccanico.
    Dal Mark VI in poi (su alti e tenori), il layout delle colonnine è rimasto quasi invariato.
    È cambiato il layout della posizione dei "bottoni" (madreperle).
    Sui Serie III infine è cambiato il layout delle piastre sotto le colonnine ed è migliorata (finalmente) l'ergonomia .
    Sono alcune cose non visibili, anche nel processo produttivo degli strumenti che non necessariamente hanno un'influenza sulla "funzione musicale" dell'oggetto in sé.

    Dai Serie II in poi (in realtà anche su qualche Serie I "finale"), la Selmer ha aggiunto un sistema per compensare i giochi assiali sulle chiavi sorrette da viti a punta.
    Solo giochi assiali!


    Passare da un Yamaha a un Selmer (specialmente a un Serie I/II) è traumatico perchè passi da uno strumento pressoché perfetto (ed ultra razionale) per quanto riguarda ergonomia, intonazione (ed efficienza acustica in generale) a uno strumento più "vecchio" per quanto riguarda gli aspetti appena elencati.
    Non che questo diventi fondamentale per la scelta finale (infatti in Italia, c'è gente che suona più volentieri un Selmer piuttosto che un Yamaha)... ma sono dati oggettivi facilmente riscontrabili.

    Per esempio, da un Selmer Mark 7/Serie I/Serie II, non riuscirari mai a ottenere il feeling che hai su un Yamaha Custom... la meccanica è completamente diversa (la meccanica Yamaha non è ricopiata da un Selmer).
    ... ma neanche quello di un Mark VI, ahimé.


    Il passaggio più naturale da un Yamaha Custom (875, 875 EX o 82Z) è sicuramente verso un Serie III.
    Non verso un Serie II né un Serie I.

  5. #25
    Ok, questa si che è una risposta interessante!
    Anche se, sinceramente mi hai spaventato....ah ah ah, perchè in effetti il mio 875 mi piace molto, anche come timbro, che ritengo piu caldo e ricco di armonici rispetto ai 62 o alla serie Z, mio parere ovviamente.....
    non è mia intenzione separarmene,non voglio venderlo, ma volevo togliermi uno sfizio e comprare un Selmer SA80 non della produzione recente, pensando che fossero costruiti meglio rispetto ai piu recenti.
    L'ideale sarebbe avere la possibilità di provarne uno, in modo da farmi una idea, ma al momento non ho questa possibilità........sul sito di un noto venditore di strumenti musicali ho visto un serie I con chiavi argentate, che mi piace molto, alla "modica" cifra di 3000 euro.......che sembrerebbe un furto, ma considerando che è completamente revisionato e con garanzia del negozio, ci puo stare..........anche se mi sembra un po caruccio.
    Alto Yamaha 875 EX- Alto Selmer Mark VI, flauto Muramatsu SR Heavy - flauto Briccialdi 9612.

  6. #26
    Se per "costruiti meglio" intendi maggior precisione costruttiva che genera anche una minore variabilità (che per l'azienda si traduce in costi costi di produzione)... no.
    Gli esemplari più recenti sono costruiti meglio (secondo la definizione appena data).

    Specialmente i Jubilee (cioè strumenti prodotti dal 2010 in poi).
    In realtà non è solo una questione di gestione della produzione ma è anche una questione di tecniche utilizzate.
    *... e in realtà, i Jubilee hanno caratteristiche leggermente differenti dai Selmer antecedenti (anche di pochi mesi) che li rendono più interessanti secondo diversi punti di vista, secondo me.


    Per quanto riguarda la consistenza produttiva, se analizzi strumenti molto recenti curati e/o con una messa a punto fatta da un tecnico ufficiale Selmer (tecnico... non rivenditore autorizzato!) allora sono cose che puoi riscontare facilmente.
    Sul fatto che possa piacere o meno uno strumento più o meno recente... è una questione soggettiva*.
    Comunque su uno strumento molto usato, non si può prescindere dallo stato di conservazione e dalla manutenzione fatta.


    3000€ per un Serie I con chiavi argentate, mi sembrano eccessivi anche se sopra è stata fatta una revisione da 700/800€.
    Ma se hai liquidità, poco tempo e le mani che prudono per avere un Selmer, puoi anche pensare a un investimento simile (se lo strumento è buono).


    Viceversa meglio trovare strutturalmente sani, ad un prezzo equo e poi te li fai ritamponare dal tuo tecnico di fiducia (o comunque capace e affidabile).

    Con 3000€ probabilmente ti conviene cercare un 82Z o un Yanagisawa... forse.

  7. #27
    Si, condivido quello che hai scritto, ed è quello che ho pensato anche io, 3000 euro sono decisamente troppi, anche se sono strumenti che hanno avuto una produzione limitata e non ne circolano tanti, percui nel tempo potrebbero anche risultare particolarmente ricercati e rivalutarsi un pochino, ma direi che comunque costa 3/400 euro in piu di quello che potrebbe e dovrebbe costare......
    mi darò del tempo per decidere, sperando che nel frattempo mi capiti l'occasione di provarne qualcuno per poter valutare meglio.
    Per il resto, scarterei a priori Yanagisawa per i quali non ho mai avuto feeling, e rimango aperto ad eventuali alternative interessanti,
    grazie per la chiacchierata tzadik, fa sempre piacere leggere interventi tecnici come i tuoi, quando sei in vena.......
    Alto Yamaha 875 EX- Alto Selmer Mark VI, flauto Muramatsu SR Heavy - flauto Briccialdi 9612.

  8. #28
    mmmm.....tanto per parlare, curiosando tra gli annunci Spagnoli ho trovato un bellissimo Yamaha Yas 62 S argentato della prima serie, purple logo, anche se dalle foto il purple logo non c'è, ma credo che sia cosi di serie, forse quel tipo di logo era solo sui sax laccati.
    Comunque è in condizioni eccellenti ed è una vera rarità perchè è il primo che vedo in argento, non credo ce ne siano gran che in giro!
    Prezzo....1800!
    Alto Yamaha 875 EX- Alto Selmer Mark VI, flauto Muramatsu SR Heavy - flauto Briccialdi 9612.

  9. #29
    Il logo c'era sempre, ma era tipo "serigrafato" quindi con il tempo, l'usura... e magari a causa di qualcuno che ha lucidato lo strumento troppo entusiasticamente.
    Daaaaaang... ciao Purple Logo.

    Non ho mai capito sta cosa del Purple Logo: la Yamaha ha realizzato piuttosto in fretta che un logo/simbolo inciso è eterno, mentre se è solo vernice, prima o poi svanisce.
    ... e non ho mai percepito nessuna superiorità tra i vecchi 62 (che avevano il chiver 62) e i 62 più recenti (che avevano/hanno un chiver G1 "non Custom", che comunque li faceva/fa suonare molto di più).

    Discorso differente per i 61 e i vari Nikkan precedenti ai 61.

    Diciamo che... quando hai qualcosa di vecchio ma non vintage da vendere, si fa prima a dire che il "nuovo" fa schifo (vedi anche la storia dei Serie I/II vs. Serie II/Serie III Jubilee): è una strategia di marketing non proprio vincente, sopratutto che non si basa su dati oggettivi che puoi riscontrare.

    C'è da dire che un Serie I appena ritamponato sarà sicuramente più efficiente di un Serie II Jubilee con i tamponi distrutti... ma non serve un PhD per capirlo spero...

  10. #30
    Sul discorso del vintage, che non so per quale motivo suona sempre meglio del nuovo, sono daccordo con te!
    Ho trovato un sito di riparatore che fa delle recensioni molto molto dettagliate e non di parte, purtroppo in inglese, che spiega molto bene alcuni interessanti dettagli costruttivi e sonori di parecchi sax che gli sono passati per le mani, lui è un fan dei 62 prima serie, ma a parte questo, è molto interessante leggere le sue rewiews.
    Ho trovato anche un paio di yamaha 61 a buon prezzo.....ma ovviamente, questo è solo un gioco che diverte.....intendo la fase di ricerca di un sax.
    Alto Yamaha 875 EX- Alto Selmer Mark VI, flauto Muramatsu SR Heavy - flauto Briccialdi 9612.

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Discussioni Simili

  1. Valore Selmer super action 80 II serie
    Di marcomatte nel forum Tenore
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 5th December 2011, 15:15
  2. Il mio Selmer Super Action prima serie
    Di Federico nel forum Tenore
    Risposte: 80
    Ultimo Messaggio: 13th November 2010, 11:34
  3. Selmer Super Action 80 prima serie
    Di saxluke nel forum Tenore
    Risposte: 35
    Ultimo Messaggio: 3rd March 2010, 17:50
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 12th April 2008, 08:06

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •