Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Otto link florida - 100 anniversario, pareri?

  1. #1

    Otto link florida - 100 anniversario, pareri?

    Salve, qualche parere sul becco in oggetto? Che differenze rispetto ad un florida no usa vintage e rispetto ad un stm usa anni 90? Parlo di tenore
    tenore: selmer sa serie II
    becco selmer airflow 8
    ance vandorev v16

  2. #2
    Puoi trovare varie recensioni entusiastiche sul "New Florida" e sul "New Early Babbitt".

    Bisogna distinguere per se usare quei vecchi "nomi" ha pi senso per il marketing o per l'effettiva funzionalit.
    Il dato di fatto che n il "New Florida" n il "New Early Babbitt" sono riproduzioni/cloni/emulazioni dei vecchi modelli di cui portano il nome..

    Le differenze fisiche/strutturali sono ben evidenti anche a occhio nudo e per accorgersene non serve essere n un sassofonista esperto n un collezionista.
    Quindi... da un punto di vista pratico: se forme interne e forme esterne sono differenti dagli "originali" semplicemente non si tratta di copie/riproduzioni.

    Il New Florida (come per altro il New Vintage Tone Master) un'Otto Link in metallo considerevolmente pi brillante di un normale STM moderno (anche anni '90) e in molti casi anche di un normale STM Florida No Usa.

    Fin qui, tutto bene.
    Ma non (ri)produce lo stesso suono di un Florida No Usa (o di un clone vero e proprio...).

    Nonostante il costo al pubblico sia decisamente alto, come qualsiasi prodotto JJ Babbitt presenta imperfezioni costruttive.
    Il problema pi grosso (e qui forse serve avere un po' di pi esperienza) la forma esterna non standard... che rende difficile l'utilizzo dell'imboccatura con una legatura "decente", perch appunto la dimensione esterna "fuori standard".

    Le legature Otto Link sugli Otto Link sono progressivamente diventate sempre pi uno schifo per varie ragioni, ma la principale che non riescono a tenere ferma l'ancia.


    Trattandosi di un "Otto Link", che porta un nome "sassofonisticamente rilevanti" ci sono dell'implicazioni psicologiche che portano a una distorsione della percezione quando si tratta di fare un'analisi.
    un Otto Link? S.
    un Otto Link molto potente? Stranamente e inaspettamente, s.
    fedele al suono degli Otto Link anni '50/'60? Ok che brillante... ma no, non fedele al quel tipo di pasta sonora, anche "mediamente".
    conveniente economicamente? A 350+€ sul nuovo + refacing... credo che il prezzo sia un po' fuori mercato.

  3. #3

    Data Registrazione
    Mar 2008
    Localit
    manfredonia (FG)
    Messaggi
    766
    Citazione Originariamente Scritto da tzadik Visualizza Messaggio
    Il problema pi grosso (e qui forse serve avere un po' di pi esperienza) la forma esterna non standard... che rende difficile l'utilizzo dell'imboccatura con una legatura "decente", perch appunto la dimensione esterna "fuori standard".

    Addirittura!
    P.S. Questa recensione , con un'analisi molto onesta e competente, trae delle conclusoni molto chiare sul modello in questione e sulla produzione del marchio, in generale.
    https://www.youtube.com/watch?v=OmXI0ONfk7A&t=20s
    Borgani sax tenore pre-jubelee.
    Sax tenore reference 54, Vandoren V16 metallo (riabilitato). Ottolink tone edge new vintage
    Flauto Muramatsu SR.
    Sax soprano Yanagisawa S 900 bocchino selmer s80 e JJ HR

  4. #4
    Paul stato onesto... e tutto sommato malinconico.
    ... poteva andare anche peggio.

    comune che imboccature di produzione recente abbiano dimensioni esterne un po' "strane"... anche imboccature dal costo e qualit molto pi elevati.

  5. #5

    Data Registrazione
    Mar 2008
    Localit
    manfredonia (FG)
    Messaggi
    766
    Poteva andare peggio? Penso che sia stato piuttosto spietato nelle considerazioni finali. Io non lo comprerei a scatola chiusa, dopo aver ascoltato questa recensione.
    Borgani sax tenore pre-jubelee.
    Sax tenore reference 54, Vandoren V16 metallo (riabilitato). Ottolink tone edge new vintage
    Flauto Muramatsu SR.
    Sax soprano Yanagisawa S 900 bocchino selmer s80 e JJ HR

  6. #6
    comune trovare Otto Link in condizioni anche peggiori di quelli recensiti l.

    Io non comprerei un oggetto simile perch il costo non sarebbe giustificato e giustificabile in alcun modo.

  7. #7
    Da ingenuo dico: ma Mr Babbitt che applica sui suoi bocchini il nome di un monumento dei tempi che furono, giustamente non li regala, ma che gli costa farli uscire con rifiniture non ad mentula canis?

  8. #8
    Costa soldi e know-how interno.
    Sono relativamente pochi i sassofonisti che prestano attenzione a certo aspetti, sia sul suono e sulla sua concezione in generale, sia sugli "strumenti" per ottenere "il suono" (e non parlo solo di cose che si possono acquistare).

  9. #9
    Credo che aumentando il prezzo, avrebbe sempre le solite vendite derivanti dalla posizione dominante del nome. Poi non solo pochi sassofonisti, ma pochi in generale si accorgono di alcune cose e infatti abbiamo tanti che lavorano alla carlona per usare un eufemismo, e l'utilizzatore finale crede di aver l'ultimo ritrovato della scienza e della tecnica. Come disse Parker a Woods: poche seghe mentali e sna.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •