Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Quando si hanno due strumenti...

  1. #1

    Quando si hanno due strumenti...

    ... a volte può essere un inferno!

    Vi è mai capitato di avere due tenori o due contralti o due soprani e continuare a veleggiare nell'indecisione di quale sia il migliore per voi da utilizzare?!
    Ho due tenori abbastanza diversi, che mi trasmettono sensazioni diverse ma entrambe molto buone, con timbri diversi che però sono perfetti su qualsiasi standard provi a cimentarmi.

    Il problema è che quando la testa gira senza decidere quale sax scegliere passo le settimane a vedere video di altri che suonano (assurdo) per farmi un'idea, suono ad "intermittenza" nella stessa sessione di studio l'uno e l'altro, finisco la giornata convinto della scelta, ma la sera a letto la testa ricomincia a girare e girare; perdo una valanga di tempo che potrei invece dedicare allo studio!
    Oltretutto sono quasi convinto che le differenze sonore che sento io suonandoli, qualsiasi ascoltatore probabilmente non le noterebbe nemmeno!

    E' un problema solo mio o ci sono altri matti che buttano via tempo (che non sia ha oltretutto) vivendo nell'insoddisfazione per cercare di raggiungere quello che li renderebbe più soddisfatti? E se ci sono come hanno risolto (se hanno risolto)?
    t: Selmer Mark VI - Borgani Silver Pearl
    s: Buescher TT 1926 - Borgani Silver Pearl
    mps t: CG Firenze - OL STM - Ripa 201
    mps s: Drake
    Ance: Legère

  2. #2
    L'avatar di HAL9000
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Montagnana di Serramazzoni (MO)
    Messaggi
    83
    tienili entrambi!!! (almeno io farei così...)

    visto che ti piacciono/soddisfano entrambi ma con sensazioni e timbri diversi, a seconda dell'ispirazione, del brano, del genere, ecc... scegli uno o l'altro
    HAL9000
    "non vorrei mai far parte di un club che annovera tra i suoi iscritti gente come me"
    S:Grassi Concertino A:Alysee
    T:Selmer S.A. 80II midi-interfaced T: Weltklang Solist 1982
    B:R&C anni 30 "da banda"
    Yamaha WX7

  3. #3
    Tienili entrambi.
    Nel frattempo fai due registrazioni per consentire anche a noi di ascoltarli e confrontarli.. 😉
    Sax Soprano Grassi professional 2000
    Selmer Super Session apertura H
    Hemke e Rico Jazz nr 3

  4. #4
    ora però sarei curioso di sapere quali sono i due tenori... in ogni caso la risposta non la possiamo dare noi, ad esempio se hai (dico qualche nome a caso) un selmer saII e uno yamaha yts 62 o un conn vintage affiancato a uno yanagisawa moderno, sarebbe davvero difficile scegliere...

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    10,324
    @marco gli strumenti li ha scritti in firma

    @ziubelu non perdere il sonno o il tempo che non si ha (cit) per scegliere , perché devi scegliere ?
    Comunque al di la dell’ergonomia e del suono, che hai detto soddisfacente per entrambi ….. quale dei due ti emoziona di più quando lo tiri fuori dalla custodia ? Quale dei due ti emoziona tenerlo in mano senza suonarlo ? Quello è il tuo strumento del cuore . E leggendo quali hai in firma io penso di saperlo


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  6. #6
    Citazione Originariamente Scritto da Ziubèlu Visualizza Messaggio
    ... Oltretutto sono quasi convinto che le differenze sonore che sento io suonandoli, qualsiasi ascoltatore probabilmente non le noterebbe nemmeno!
    Probabilmente un ascoltatore medio no, uno già un po' più sgamato si, ma il punto è che le vere differenze, quelle che contano sono quelle che percepisci tu, e di solito sono ben evidenti per te che suoni, perché il suono che viene fuori dalla campana dipende anche e soprattutto da altri fattori che lo influenzano, ergonomia, resistenza, peso dello strumento....

    Citazione Originariamente Scritto da Ziubèlu Visualizza Messaggio
    E' un problema solo mio o ci sono altri matti che buttano via tempo (che non sia ha oltretutto) vivendo nell'insoddisfazione per cercare di raggiungere quello che li renderebbe più soddisfatti? E se ci sono come hanno risolto (se hanno risolto)?
    Il mondo é pieno di matti, conosco un tipo che ha 3 tenori tutti e 3 uguali, stessa marca e stesso modello, differiscono solo per l'anno di produzione il più vecchio è del 1931 e il più nuovo del 1934..... da quello che so è soddisfattissimo... per dovere di cronaca non ha risolto... e non credo che risolverà mai, è contento così, anzi mi ha detto che se ne trovasse uno del 1933 sarebbe ben contento ... ti senti un po' meglio adesso? :-)

  7. #7
    Amministratore L'avatar di Alessio Beatrice
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Pistoia (Toscana)
    Messaggi
    8,529
    Citazione Originariamente Scritto da friskaletto Visualizza Messaggio
    Il mondo é pieno di matti, conosco un tipo che ha 3 tenori tutti e 3 uguali, stessa marca e stesso modello, differiscono solo per l'anno di produzione il più vecchio è del 1931 e il più nuovo del 1934..... da quello che so è soddisfattissimo... per dovere di cronaca non ha risolto... e non credo che risolverà mai, è contento così, anzi mi ha detto che se ne trovasse uno del 1933 sarebbe ben contento ... ti senti un po' meglio adesso? :-)
    Credo di si!...

    Tienili entrambi, lo hai detto tu che sono abbastanza diversi quindi perchè darne via uno? Inoltre venderlo non credo ti cambi la vita e nemmeno ti liberi molto posto...

    Io tempo fa volevo dare via il C Melody, adesso invece lo suono ogni giorno e mi diverto un sacco! Lo avessi fatto adesso mi sarei morso le mani! Anni fa ho dato via, oltretutto ad una cifra ridicola, il soprano Grassi Professional 2000 e ancora me ne pento...
    Tenore: Rampone & Cazzani "R1 Jazz "
    Selmer S80 E / Rovner Dark / Forsetone MS

    C Melody: Conn "New Wonder I" 1925
    Conn Eagle / Flexitone / Forestone MS

  8. #8
    Beh non ho mai pensato di liberarmi di uno dei due: uno è stato il mio primo sax (dopo un anno di affitto di uno splendido "Grassi Professional 2000"); l'altro è un modello decisamente riuscito di Mark VI che solo per questo andrebbe tenuto a vita.
    Semmai ho pensato di portare a casa di mia madre uno dei due per non avere più la tentazione durante una fase di studio di prendere anche il secondo e provare a vedere come mi trovassi rispetto al primo in una particolare scala, arpeggi, sovracuti o standards.

    Allora scopriamo il vaso di Pandora: il Borgani Silver Pearl è stato il mio primo sax. E' del 2000 e fa parte della prima produzione a campana larga dei professionali Jubilee. Ha un suono corposo e tendenzialmente scuro anche se cambiando il bocchino si schiarisce parecchio. Ha un'ottima meccanica. Resta un sax moderno e pesante con cui tuttavia mi trovo splendidamente. Ha un volume immenso, ed un suono tendezialmente più ricco soprattutto nel registro basso ed in quello alto dove tira fuori un volume decisamente maggiore del MVI.
    Il Mark VI come dicevo è del '62. Ha anche lui un suono tendenzialmente "scurotto" anche se più chiaro rispetto al Borgani. Ha un suono centrato, uniforme su tutto il registro, ma decisamente meno ricco di armonici rispetto al Borgani. E' leggerissimo sul collo e nelle mani, la meccanica è più raccolta con un action "a corsa" molto più corta e veloce. Mi è più facile nei sovracuti ed avendo dei bassi con corpo e non nasali, permette nei passaggi di ottava delle dinamiche interessanti.
    Ecco se c'è un vantaggio sicuro nel suonare il MVI rispetto al Borgani è che il primo suonando con un volume d'aria costante mantiene un omogeneità pazzesca su tutto il registro; il secondo avendo un fusto molto più largo richiede non solo più aria ma anche un maggior controllo dell'emissione per essere precisi ed ottenere gli stessi risultati.

    Quando apro la custodia mi piacciono entrambi moltissimo. In mano il Borgani ha un chiver più lungo e mi permette (essendo io piuttosto alto) una posizione meno raccolta e più naturale anche se meno veloce.

    Insomma come vedete non c'è niente che possa farmene preferire in assoluto uno rispetto all'altro. Il mio amico e Maestro dice che nonostante lui preferisca il suono più moderno e centrato che ho sul Mark VI, dovrei suonare con il Borgani perchè secondo lui alla fine io torno sempre a quella sonorità e strumento con la testa. Io da un paio di settimane sto suonando principalmente il MVI... :)
    Probabilmente se sto suonando il MVI significa che in questo momento c'è qualcosa che mi spinge più verso quella sonorità... dovrei portare per 6 mesi il Borgani da mia madre o farlo nascondere da mia moglie da qualche parte e dedicarmi solo al MVI... o forse no?!
    t: Selmer Mark VI - Borgani Silver Pearl
    s: Buescher TT 1926 - Borgani Silver Pearl
    mps t: CG Firenze - OL STM - Ripa 201
    mps s: Drake
    Ance: Legère

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •