Risultati da 1 a 13 di 13

Discussione: Selmer Reference 54 e note basse

  1. #1

    Selmer Reference 54 e note basse

    Buongiorno, dopo tanti anni di sax suonato male l'hanno scorso ho iniziato ad andare a lezione con continuità e un po' sono migliorato. Un miglioramento per me significativo è stato sull'emissione delle note basse e sulle Bell Notes. A lezione uso un cinese con un collo Selmer SA80II, becco S80 C* e ancia Legere Signature 3.25. Il suono non è male e anche sulle note basse me la cavo.
    Illudendomi di aver risolto i miei problemi ho estratto dalla custodia il Selmer Reference 54 che mi aveva sempre fatto impazzire (tanto da pensare che l'avevo comprato troppo in fretta e mi avessero rifilato una sola) nel registro basso. Invece niente: un calvario. Da notare che il sax (del 2007 con incisione Kookaburra) lo avevo comprato usato da Cavalli a Castrezzato (BS) e avevo poi chiesto a Ceriani a Reggio di darci un'occhiata: Ceriani ha girato una vite e me lo ha restituito dicendo che non aveva niente che non andasse.
    Avevo già visto che questa idiosincrasia è nota (https://www.kesslerandsons.com/produ...54-alto-sax/); ma non mi è molto chiaro cosa dovrei fare per rimediare. Elenco i suggerimenti trovati:
    1) Esercitarsi ancora direttamente col Selmer. Sicuramente utile; ma lungo e forse inutile, visto che con l'altro sax vado molto meglio.
    2) Tappo di sughero nella campana. Provato; ma non mi sembra funzioni.
    3) Tuning da un professionista. Ci avevo provato; ma la risposta è stata che non era necessario. Posso riprovare; ma ho il dubbio che possa essere inutile.
    4) Sembra che il problema possa dipendere dal becco. Io ho provato anche con un Vandoren AL4; ma non va molto meglio. Selmer sconsiglia di usare becchi da classica in quanto non assicurano sufficiente flusso d'aria. In effetti anche con l'S80 trovo che ci sia molta resistenza; ma forse è un problema di abitudine.
    5) La Rev. III del collo Reference (introdotta, credo nel 2010) dovrebbe aver migliorato (non so se completamente risolto) questo aspetto. Il collo si trova; ma costicchia.
    6) Cambiare il sax; ma rischio anche di dover cambiare moglie.

    Spero nei vostri suggerimenti e mi scuso per il post chilometrico.
    Massimo
    Strumento principale contralto: Selmer Reference 54 Kookaburra, becco Weinberg

  2. #2
    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    A lezione uso un cinese con un collo Selmer SA80II, becco S80 C* e ancia Legere Signature 3.25.
    (...)
    Illudendomi di aver risolto i miei problemi ho estratto dalla custodia il Selmer Reference 54 che mi aveva sempre fatto impazzire (tanto da pensare che l'avevo comprato troppo in fretta e mi avessero rifilato una sola) nel registro basso. Invece niente: un calvario.
    Hai avuto modo di chiedere alla persona di testare lo strumento per avere un parere super partes?

    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    Da notare che il sax (del 2007 con incisione Kookaburra) lo avevo comprato usato da Cavalli a Castrezzato (BS) e avevo poi chiesto a Ceriani a Reggio di darci un'occhiata: Ceriani ha girato una vite e me lo ha restituito dicendo che non aveva niente che non andasse.
    Da quello che descrivi Ceriani ""probabilmente"" ha regolato la corrispondenza della manodestra sulla sinistra che regola la "tenuta" del G# e del Bb centrale.
    A tal proposito dai un'occhiata a questo filmato: https://www.youtube.com/watch?v=Or7fwuT0cyM

    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    Elenco i suggerimenti trovati:
    1) Esercitarsi ancora direttamente col Selmer. Sicuramente utile; ma lungo e forse inutile, visto che con l'altro sax vado molto meglio.
    Il problema potrebbe essere dello strumento e/o nel tuo approccio allo strumento... non ha senso avere due strumenti, studiare con uno ed "suonare" con l'altro specialmente se sei un neofita.

    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    2) Tappo di sughero nella campana. Provato; ma non mi sembra funzioni.
    Non risolvi niente.
    Gli americani hanno diffusto questa tecnica perché spesso i "gorgogliamenti" nelle note basse erano dovuti a un'errata combinazione tra imboccatura+ancia e strumento, mediata dal modo di suonare del sassofonista... e considerando che le criticità degli strumenti dell'epoca e il modo in cui venivano riparati (... qualcuno direbbe "macellati").
    Non è il caso tuo, non è il caso di un alto Reference 54.

    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    3) Tuning da un professionista. Ci avevo provato; ma la risposta è stata che non era necessario. Posso riprovare; ma ho il dubbio che possa essere inutile.
    I problemi nelle note basse potrebbero essere causati non solo dalla perdità della regolazione della mano destra...


    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    4) Sembra che il problema possa dipendere dal becco. Io ho provato anche con un Vandoren AL4; ma non va molto meglio. Selmer sconsiglia di usare becchi da classica in quanto non assicurano sufficiente flusso d'aria. In effetti anche con l'S80 trovo che ci sia molta resistenza; ma forse è un problema di abitudine.
    Il problema potresti essere tu, l'imboccatura, le ance, lo strumento...
    Ma se non se analizzi la cosa in modo razionale... anche per quello che puoi scoprire da solo (considerando che sei un neofita) non troverai mai la sorgente del problema.

    Ci sono delle cose errate invece... la Selmer non sconsiglia nessuna imboccatura... e la Selmer produce essenzialmente quasi solo imboccature per musica classica. Per cui...


    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    5) La Rev. III del collo Reference (introdotta, credo nel 2010) dovrebbe aver migliorato (non so se completamente risolto) questo aspetto. Il collo si trova; ma costicchia.
    Un chiver non risolverebbe i problemi da te decritti... né altri potenziali problemi.

    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    6) Cambiare il sax; ma rischio anche di dover cambiare moglie.
    Vedi risposta precedente.


    Analizzando da lontano* le problematiche descritte... se sei un neofita... S80 C* Jubilee o pre-Jubilee + Legere Signature #3,25 non è una combinazione facile per un neofita.
    L'ancia è davvero tanto tanto rigida anche per un sassofonista molto esperto.
    Posso capire che si tratti comunque di scelte personali (soggettive) ma l'ancia in uso è oggettivamente molto rigida.


    *: è davvero difficile se non impossibile elargire consigli specifici non conoscendo la "storia sassofonista" di chi si trova in difficoltà.
    L'unica cosa che si può condividere è quella di mantenere un approccio razionale allo strumento, elencando le potenziali cause e andando e isolare ogni singolo "aspetto" al fine di trovare la causa principale.
    In vendita:
    - Aizen "Soloist" #7 per sax soprano: https://www.saxforum.it/forum/showthread.php/28426
    - TMS #7* Square Chamber per sax soprano (rework by Fabio Menaglio): https://www.saxforum.it/forum/showthread.php/28363

  3. #3
    Intanto mi autorispondo correggendo la 5: già la Rev II del collo dovrebbe aver risolto (la III cambia solo lo snodo del portavoce). Quindi il mio sax SN 695xxx dovrebbe già avere il collo giusto.
    Per cui al momento sceglierò la 1 e faccio delle prove con dei becchi diversi dall'S80. Io ho un simil Meyer M7 e un Meyer M6 con cui su altri sax non ho problemi.

    Se qualche 54ista avesse dei suggerimeni sul becco o sulla combinazione ancia/becco (ho provato con la Legere 3,5; ma temo che per me sia troppo dura con questi becchi) sarebbe il benvenuto.

    Se, poi, tutto fallisse, magari cerco un sostituto del Reference.
    Ciao
    Strumento principale contralto: Selmer Reference 54 Kookaburra, becco Weinberg

  4. #4
    Grazie mille, soprattutto per esserti preso il tempo di leggere e commentare un post forse eccessivamente lungo. In effetti, fra l'altro, c'erano delle imprecisioni (erano Kessler & Sons che sconsigliavano dei becchi da classica).
    Il motivo di avere due sax (a dire il vero ho anche un vecchio Dolnet Bel Air con cui non ho problemi) era perché dovevo lasciarne uno in macchina e non volevo lasciarci il Selmer.
    Per spiegare meglio la mia storia sassofonisica. Suono il sax alto da tantissimi anni; ma molto saltuariamente e parallelamente ad altri strumenti, quindi posso considerarmi comunque un neofita. Solo recentemente ho preso "sul serio" lo strumento ed iniziato ad andare a lezione da un sassofonista classico che mi ha imposto, penso correttamente, ancia e becco per togliermi i vari difetti da autodidatta.
    Il suo approccio è che mettendo a punto un suono da Classica, poi sia facile e rapido passare a suoni più personali.
    Un problema ulteriore è che, essendomi, abituato a questa impostazione ho provato i becchi che cito nel mio post precedente con ance di canna più morbide e, a parte il perdurare dei problemi sulle note basse, il suono mi esce molto sguaiato e non mi piace.
    Comunque penso che tu abbia totalmente ragione e continuerà a studiare e suonare su un solo sax (sento anche il maestro cosa mi consiglia di fare). Nel frattempo sperimenterò scientifcamente con i due becchi a camera media che ho e altre ance.
    Grazie e buon fine settimana.
    massimo
    Strumento principale contralto: Selmer Reference 54 Kookaburra, becco Weinberg

  5. #5
    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    Io ho un simil Meyer M7 e un Meyer M6 con cui su altri sax non ho problemi.
    A fronte di queste nuove rivelazioni, non rinuncerei a un approfondimento delle condizioni funzionali dello strumento, magari con un tecnico differente da quello già citato.

    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    Se qualche 54ista avesse dei suggerimeni sul becco o sulla combinazione ancia/becco (ho provato con la Legere 3,5; ma temo che per me sia troppo dura con questi becchi) sarebbe il benvenuto.
    Non sono un pneumologo, ma in presenza di problemi di emissioni (ancora di causa ignota) non mi azzarderei ad utilizzare ance più rigide di quelle con le quali già ci sono problemi...
    Voglio dire... un approccio più conservativo potrebbe sicuramente aiutare.



    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    Solo recentemente ho preso "sul serio" lo strumento ed iniziato ad andare a lezione da un sassofonista classico che mi ha imposto, penso correttamente, ancia e becco per togliermi i vari difetti da autodidatta.
    Non è un approccio razionale, a maturità sassofonista raggiunta ogni scelta è soggettiva.
    Ma allo stato di neofita, è bene utilizzare combinazioni bocchino+ancia che siano facili... quello che ti è stato imposto è molto distante dal concetto di "facilità".
    Anche l'utilizzo di un'ancia sintetica è di per sè qualcosa da evitare: è vero che elimini determinate incognite dovute al materiale, ma ne aggiungi altre... ben più difficili da interpretare.

    Anche a maturità sassofonista raggiunta, rimane il concetto che "suonare" non deve significare "fare fatica" e/o "provare dolore fisico" (vedi chi necessità di cartine per non tagliarsi/lesionarsi il labbro inferiore).


    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    Il suo approccio è che mettendo a punto un suono da Classica, poi sia facile e rapido passare a suoni più personali.
    È un approccio molto discutibile.
    Più corretto sarebbe invece acquisire un capacità tecniche e fisiche sufficienti a raggiungere un livello di confort "ottimale"... e nel farlo acquisire capacità sulla generazione del suono e sul controllo del suono, in tutti i suoi aspetti.
    Il termine "ottimale" non solo è soggettivo, ma è qualcosa che cambia e cambierà nel tempo.


    Raggiungere un suono classico soddisfacente ti porta ad utilizzare un'impostazione fisica/fisiologica (respirazione, meccanismi di memoria muscolare, posizione mentre si suona e via dicendo) abbastanza specifica per quel tipo di suono, difficilmente riutilizzabile per ottenere suoni differenti.
    Ha senso? Sì, ha perfettamento senso se vuoi specializzarti in quel tipo di suoni, sonorità classiche più o meno recenti.

    È una tematica ricorrente, dentro e fuori dal forum.


    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    Un problema ulteriore è che, essendomi, abituato a questa impostazione ho provato i becchi che cito nel mio post precedente con ance di canna più morbide e, a parte il perdurare dei problemi sulle note basse, il suono mi esce molto sguaiato e non mi piace.
    Questa è la conseguenza di quello che ho scritto qui sopra

    Citazione Originariamente Scritto da tzadik
    Raggiungere un suono classico soddisfacente ti porta un'impostazione fisica/fisiologica (respirazione, meccanismi di memoria muscolare, posizione mentre si suona e via dicendo), abbastanza specifica per quel tipo di suono, difficilmente riutilizzabile per ottenere suoni differenti.
    In vendita:
    - Aizen "Soloist" #7 per sax soprano: https://www.saxforum.it/forum/showthread.php/28426
    - TMS #7* Square Chamber per sax soprano (rework by Fabio Menaglio): https://www.saxforum.it/forum/showthread.php/28363

  6. #6
    Grazie milla,
    molto chiaro e illuminante.
    Massimo
    Strumento principale contralto: Selmer Reference 54 Kookaburra, becco Weinberg

  7. #7
    Sono d'accordo con entrambi gli interventi di Tzadik.

  8. #8
    Grazie a tutti,
    farò così:
    1) Faccio provare al maestro il 54 e, nel caso, lo faccio sistemare.
    2) Se, invece, è a posto inizio una serie di prove con gli altri becchi.
    3) magari cambio maestro
    Grazie 1000 ancora e saluti
    Massimo
    Strumento principale contralto: Selmer Reference 54 Kookaburra, becco Weinberg

  9. #9
    Oggi l'ha provato il maestro e il verdetto è che (ahimé) è il sax che ha qualcosa.
    Io ho provato il suo SBA (con mio becco e l'ancia 3,25, nuova tra l'altro) e non ho nessun problema (a parte abituarmi all'ergonomia un po' diversa).
    Provo con un riparatore, poi vediamo.
    Sigh
    Massimo
    Strumento principale contralto: Selmer Reference 54 Kookaburra, becco Weinberg

  10. #10
    Ok. Però :) la prima cosa da fare in questi casi è far provare lo strumento, ricordalo :)

  11. #11
    Hai ragione; ma prima pensavo che fosso solo colpa mia e il dubbio mi è venuto constatando che, con gli altri sax, andavo bene.
    Portato dal riparatore che ha riscontrato delle perdite (mano sx e soprattutto sol), basta una regolatina, dice. E' lo stesso che aveva sottovalutato il problema la volta prima; ma è l'unico un po' vicino e, soprattutto, è considerato un luminare. La differenza è che, stavolta, ci ha guardato davvero e non si è limitato come l'altra volta a far "schioccare" i tamponi.
    Attendo fiducioso.
    Massimo
    Strumento principale contralto: Selmer Reference 54 Kookaburra, becco Weinberg

  12. #12
    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    È lo stesso che aveva sottovalutato il problema la volta prima; ma è l'unico un po' vicino e, soprattutto, è considerato un luminare.
    Mi viene difficile considerare un "luminare" qualcuno che necessita di prendere visione di più volte per identificare un problema probabilmente banale da identificare.

    Fossi in te, proverei a sentire una seconda opinione.
    In vendita:
    - Aizen "Soloist" #7 per sax soprano: https://www.saxforum.it/forum/showthread.php/28426
    - TMS #7* Square Chamber per sax soprano (rework by Fabio Menaglio): https://www.saxforum.it/forum/showthread.php/28363

  13. #13
    sì è tipico darsi la colpa, ma i saxofoni sono strumenti infidi: hanno molti tamponi, molta meccanica, basta davvero poco a creare problemi, infatti, di solito, chi suona da molti anni impara a metterci un po' le mani sopra per arrangiarsi per le emergenze. in teoria bisognerebbe farli guardare una o due volte all'anno, nel mio caso ci vanno solo quando non riesco più ad accrocchaire nulla :) - sono tirchio e pigro...

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •