Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 53

Discussione: acquisto sax YAS 275

  1. #1

    acquisto sax YAS 275

    Scusate ma mi sono reso conto che questa sezione è più appropriata per la mia domanda che avevo postato nella sezione CERCO. Chiedo quindi ai mod di cacellare quel post se possibile.
    Vengo alla domanda...ho trovato uno YAS 275 con custodia rigida, bocchino, sordina e tracolla con custodia rigida usato di tre mesi con richiesta 650 euro. Sarebbe il mio primo strumento per iniziare...provare ad iniziare. Che ne dite?
    Ultima modifica di vince59; 4th January 2022 alle 23:14 Motivo: errori

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    10,160
    É un buon strumento ad un prezzo equo.


    ps. Discussione spostata nella sezione contralto


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  3. #3
    E ha pure la sordina....accattatelo

  4. #4
    Citazione Originariamente Scritto da HCE Visualizza Messaggio
    E ha pure la sordina....accattatelo
    Non ho fatto in tempo in quanto un amico del venditore lo ha preso. Ho trovato anche un YAS 280 allo stesso prezzo...e cmd ce ne sono altri. Una domanda...mi pare di aver letto che c'è differenza tra i prodotti made in indonesia e made in japan...è vero oppure mi sono sbagliato?

  5. #5
    ...mi sembra che questo sia graffiato... o vedo male?
    [IMG] [/IMG]

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    10,160
    Se è solo qualche graffio ci puó stare .

    Secondo Yamaha i tutti i loro stabilimenti di produzione fiati le procedure di produzione e i controlli di qualità è sono le stesse, cosi come i materiali utilizzati. Gli stabilimenti differiscono solo per le serie (studio, semipro e pro) che vengono costruite.


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  7. #7
    Grazie, sono al primo strumento dopo aver visto decenni fa quello suonato da mio padre.
    Parto praticamente da zero con tanti sogni e devo ancora mettermi a studiare musica. Colgo quindi l'occasione, scivolo in OT, per un consiglio su come e dove prepararmi per la parte teorica...magari qualche lettura o documento da download.
    Volendo iniziare il sassofono, la scelta del contralto è appropriata?

  8. #8
    la scelta del contralto come strumento per iniziare è indubbiamente la più diffusa, a mio avviso, se non hai qualche preferenza particolare, può andare benissimo.
    fai sempre in tempo a cambiare idea (io iniziai con il soprano - pessima idea, ma fu un mero caso - poi passai al tenore e ci misi tre anni buoni a decidermi per l'alto, che è indubbiamente il mio saxofono principale).
    Per la teoria, francamente...
    1) non si inizia la teoria prima della pratica
    2) se per te teoria vuol dire lettura delle note, a maggior ragione non ha nessun senso separare le due cose.
    3) per tutto quello che è teoria musicale in senso proprio, a mio modestissimo parere, non c'è nessun sostituto a un insegnante: è un linguaggio tecnico in cui all'inizio si fatica ad entrare, tutte le persone che ho conosciuto che hanno pensato di fidarsi del fai da te avevano le idee estremamente confuse e non avevano nessuna idea di quale fosse il loro reale livello di comprensione.
    4) sicuramente esistono in rete delle risorse valide, ma, a parte che vale sempre la 3), è difficilissimo separare il grano dal loglio... io non ho nulla di specifico da segnalarti perchè quando insegno teoria mi baso sulle mie competenze.
    5) spesso ho consigliato un bel libro (che comunque non fa venire meno la 3) ) che si intitola ABC della musica, edizioni Rugginenti. Come testo base va benissimo

    è solo la mia opinione, naturalmente.

  9. #9
    Grazie per la preziosa risposta. Intanto comincio a leggere. Credo però che non ci sia un maestro nel luogo in cui mi trovo ora, quindi parto con un handicap. Vediamo se riesco a cavare qualche suono gradevole.

  10. #10
    Intanto accontentati di tirare fuori un suono :) di gradevole all'inizio c'è ben poco.
    Sei in un posto davvero così isolato? Guarda che piuttosto che fare da soli è meglio cercarsi qualcuno online

  11. #11
    Citazione Originariamente Scritto da HCE Visualizza Messaggio
    Intanto accontentati di tirare fuori un suono :) di gradevole all'inizio c'è ben poco.
    Ecco questa è la frase che in un certo senso temevo. Mi sono reso conto che il tutto non è certo un gioco e richiede impegno. Siccome la cosa è nata per mia pura curiosità e sfizio non vorrei imbarcarmi in un avventura che potrei abbandonare dopo poco tempo. Non ho chiara la percezione di quanto tempo ci voglia...per tirare fuori suoni gradevoli. Potete aiutarmi in una "valutazione" generica?...non so se mi spiego.

  12. #12
    l'ultima volta che ho giocato a calcio avevo 27 anni e ho perso le unghie degli alluci perchè avevo le scarpe sbagliate... adesso ne ho 51 e se decidessi di giocare a calcetto non potrei aspettarmi di farlo dall'oggi al domani: dovrei trovare prima una forma fisica (che non ho, perchè mi muovo pochissimo) e ci vorrebbe qualche mese. Per poi riprendere a giocare.
    E stiamo parlando di un gioco.
    La musica può essere un gioco, ma è un gioco che richiede impegno, come molti altri (dagli scacchi alla carambola...).
    Quindi non ti scoraggiare a priori: devi iniziare e vedere, ma con le scarpe giuste che, in questo caso si chiamano insegnante (online è l'equivalente di una buona scarpa sportiva, ma senza tacchetti...), altrimenti ci puoi smenare le unghie :)

    la tua domanda è legittima e me la sento fare da 30 anni dagli allievi amatoriali che ho (insegno soprattutto ad amatorio, ho avuto tre o quattro bravi allievi, uno solo è diventato professionista, studiando, com'è giusto, con diversi insegnanti dopo avere iniziato con me), ma è una domanda a cui non si può rispondere perchè non si può prevedere.
    Non si possono prevedere nè la tua velocità di apprendimento nè la soddisfazione che trarrai dallo strumento. Alcuni vanno in estasi al primo suono che emettono. Altri meno, non ho mai visto (qualcuno ci sarà stato, ma non ne ricordo nessuno) nessuno mollare dopo tre o quattro lezioni.
    Inoltre quello che per me è gradevole può non esserlo per te e viceversa.
    L'ultima persona che mi ha fatto questa domanda, pochi mesi fa, s'è accattata, così, tanto per gradire, uno strumento professionale ed è andata in estasi alla prima nota...

    Prova: non è un investimento mostruoso e lo strumento (se ne prendi uno decente, come sembra tu voglia fare) lo rivendi con facilità e ne riprendi il costo se decidi che non fa per te in pochi mesi.

    ps la mia frase era un po' infelice in realtà. come vedi io stesso l'ho smussata assai :) ed era più rivolta all'ipotesi di vederti alle prese con un saxofono da solo senza aver mai fatto una nota in vita tua prima. Per invogliarti a trovare (in qualsiasi modo) un docente che ti guidi.

  13. #13
    Grazie per la risposta. Proverò! Tieni conto che io ho un pò di anni più di te...impegno ed ingegno non mi mancano. Vediamo questa sfida alla musica che piega prende!

  14. #14
    Per un primo approccio alla teoria musicale, un classico è "La grammatica della musica" di Otto Karolyi (Einaudi: https://www.ibs.it/grammatica-della-.../9788806154448).
    Dopodiché, essendo anch'io un "principiante attempato", posso dire (sulla base della mia esperienza) che: 1) l'insegnante è fondamentale per non sbagliare l'impostazione; 2) per i primi due-tre mesi forse potrebbe essere consigliabile prendere uno strumento a noleggio, giusto per capire se col sax ti trovi abbastanza da voler continuare e prendertene uno tuo; 3) Yamaha è una sicurezza (ma come alternativa posso parlare bene di Trevor James, mod. The Horn II), in ogni caso l'insegnante può darti i consigli più opportuni; 4) se dalle tue parti c'è qualche banda, cerca di entrarci (lo studio individuale è importantissimo, ma alla lunga può annoiare e stancare: se ci affianchi la partecipazione alla banda, impari più velocemente e ti diverti pure).
    Sequoia Silver, alto & tenore
    Vandoren Optimum, AL5 & TL5
    Rovner Versa
    Vandoren V21 #2,5
    (...pensa te se sapessi suonare davvero...)

  15. #15
    Citazione Originariamente Scritto da Toad Marsia Visualizza Messaggio
    Dopodiché, essendo anch'io un "principiante attempato"....

    grazie...bisognerebbe fare dei gruppi degli attempati e concordare degli incontri periodici per sax...cibarie e bevande

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •