Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Quale sax migliore per chi proviene da clarinetto e ha problemi alla mandibola

  1. #1

    Quale sax migliore per chi proviene da clarinetto e ha problemi alla mandibola

    Salve a tutti ho una mandibola che "scrocchia" e sono stato costretto a portare un bite correttivo per diversi anni, ora ho un p risolto ma il clarinetto uno strumento che mi affatica molto la muscolatura e mi fa paura di riacuire la
    problematica.

    Ho provato svogliatamente un tenore qualche anno fa, qualche nota usciva ma poi non avevo la concentrazione giusta e non mi sono fatto un idea. Quale tra alto e tenore, mi consigliate come strumento meno stancante sia in termini di fiato che di morso? Perch credo che se finisci il fiato poi comunque inizi a mordere che dite? Per cui il tenore seppur pi largo il bocchino alla lunga se non hai fiato arrivi comunque a finire la benzina.

    Non posso studiare al momento per pi di un ora al giorno per motivi di tempo ma anche per non affaticare troppo la bocca, per cui non avrei modo secondo me di sviluppare una buona imboccatura, cerco qualcosa che mi faciliti la vita.

    Su cosa mi oriento?

    Dite vai a provare, ma onestamente non credo di farmi un idea provando uno strumento che tutto sommato non conosco, soffiando qualche nota per qualche minuto in un negozio, sarei dell'idea di prendere uno strumento rivendibile e provare a studiare un p su e vedere come va.

    In banda avrebbero bisogno di un tenore pi che un alto, ma al diavolo, prendo lo strumento che meglio mi faciliti la vita.

    Su cosa mi oriento secondo voi e pi che altro faccio bene a passare al sax in quest'ottica o resto sul clarinetto che alla fine non cambia granche?

    1000 Grazie

  2. #2
    ovviamente non entro nel merito della tua condizione: non ne conosco le cause, il livello le conseguenze che ha sulla tua imboccatura etc ...

    ti direi tenore, perch l'imboccatura in linea di massima molto pi rilassata che sul clarinetto. Per la questione del fiato, se hai l'automatismo di stringere quando sei in debito di ossigeno, scegli un bocchino chiuso e lavora sulle ance: non detto che il tenore sia molto pi dispendioso dell'alto, dipende dal setup. Pi l'imboccatura aperta e resistente, pi ti costringe a lavorare con la mandibola e pi ti prende aria.

    puoi provare a prendere uno strumento non troppo costoso e facilmente rivendibile se non ti ci trovi.


    ho per solo un piccolo dubbio su questa frase "Perch credo che se finisci il fiato poi comunque inizi a mordere che dite?" perch non affatto scontato che quando si finisce il fiato si morda. pu succedere, ma non un automatismo (io non lo faccio, i miei allievi tendenzialmente non lo fanno, se lo fanno glielo faccio evitare etc), magari, sottolineo magari, puoi provare a lavorare un po' su questo a prescindere dal cambio di strumento, magari hai un problema di respirazione. magari :)



  3. #3
    Citazione Originariamente Scritto da HCE Visualizza Messaggio
    ma non un automatismo
    mi sono espresso male: un automatismo, nel senso che una cosa che hai incominciato a fare senza rendertene conto, ma non una condizione inevitabile, qualcosa che tutti fanno quando suonano.
    poi ha un insegnante con cui stai lavorando, vedi anche cosa ti dice lui, anche sul tipo di saxofono

  4. #4
    ciao Grazie delle risposte, sullo stringere ci sto lavorando, sbagliavo la respirazione e questo aumentava il problema, il mio insegnante dice che qualsiasi sassofono eccetto soprano va bene, sul tenore mi ha detto ok, ma cercavo anche qualche parere ulteriore, visto che la spesa per un buon tenore non proprio economico..

  5. #5
    pensavo anch'io che sbagliassi la respirazione :)
    magari sentiamo anche qualche altro parere, mica sono il vangelo io :) devi anche seguire le tue inclinazioni: se preferisci il suono del contralto, prova con quello...

  6. #6
    Non conoscendo a fondo la tua problematica l'unico che pu capire cosa potrebbe facilitarti sei tu.
    Il tenore ha di suo una impostazione pi rilassata, ma questo dipende tantissimo dall'apertura del becco e dalle ance usate nonch il genere di musica che fai. Se suoni prettamente musica jazz l'impostazione molto rilassata mentre se suoni classico si tende maggiormente a stringere per effettuare per esempio dei passaggi nel pianissimo o degli staccati veloci, inoltre sicuramente hai bisogno di un maggiore afflusso di aria nello strumento ma se impari a lavorare di diaframma questo non diventa un problema.
    Secondo me devi capire quale problema ti affligge maggiormente......quello della mandibola? allora vai di tenore, quello del fiato? allora vai di contralto!
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: D'addario select jazz d6m refaced algola, Syos Chad LB 7, Jody Jazz DV 8*.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: Claude lakey 7*3, Barkley Pop Kustom 7.

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Localit
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    10,026
    Comunque sembra che abbia scelto ed acquistato il tenore .
    Non chiudo la discussione perch potrebbe essere interessante per qualcun altro in futuro


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  8. #8
    s, poi potrebbe comunque intervenire qui per darci un riscontro sulla scelta. sperando che sia giusta (e sperando che non debba davvero abbandonare del tutto il clarinetto)

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •