Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Improvvisazione Bebop

  1. #1

    Improvvisazione Bebop

    Ciao ragazzi, vi scrivo per avere un consiglio sull'acquisto di un buon libro (in italiano) che parli dell'improvvisazione Bebop, magari contenente anche degli esercizi per allenarsi.
    Voglio provarci in quanto penso di esser arrivato ad un sufficente livello di improvvisazione orizzontale(quì penso di essere arrivato ad un buonissimo livello di preparazione) e verticale (con alcune difficoltà) ma noto che le improvvisazioni mancano di percezione dell'"armonia fuori armonia" tipica del linguaggio Bebop che a me piace molto.
    Chi padroneggia questa tecnca ha notevoli capacità di improvvisazione e quindi voglio iniziarne lo studio.
    Avanti con i consigli.....per adesso voglio iniziare con un buon libro!
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: D'addario select jazz d6m refaced algola, Syos Chad LB 7.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: Selmer solist c* vintage refaced Docsax, claude lakey 7*3, Barkley Pop Kustom 7.

  2. #2
    Nel bebop "succede" proprio il contrario di quello che è scritto.


    Lo step evolutivo rispetto a un modo di improvvisare più tonale e "portato" (... prendi come riferimento Johnny Hodges) sta proprio nel fatto nel fraseggio di Parker (... preso come riferimento assoluto) sta proprio nel fatto che il fraseggio ribatteva in maniera molto definita quella che era l'armonia, rimarcando anche sovraestensioni degli accordi stessi.
    Anche per questo motivo, il bebop si è fuso facilmente con la musica latina (cubana ---> afro-cu-bop).

    A livello formativo, il Charlie Parker Omnibook (il primo) è sicuramente un testo di riferimento da avere, in Eb e in Bb (se ti serve sul tenore).

    Esiste una trilogia di libri "How to Play Bebop" di David Baker, che analizza in maniera un po' più esplicita e strutturata il fraseggio bebop.
    Ci sono anche in Italiana, conviene averli in inglese però, perché una certa terminologia (in inglese) ti aiuta nel trovare riferimenti online al bisogno.

    Trattandosi di jazz, non puoi prescindere dall'ascolto (di Parker, di Dizzy Gillespie, di Bud Powell...).


    Citazione Originariamente Scritto da globe81 Visualizza Messaggio
    ... le improvvisazioni mancano di percezione dell'"armonia fuori armonia" tipica del linguaggio Bebop che a me piace molto.
    Si vendono ance selezionatissimissime per sassofonisti che davvero non cercano scuse: Ance François Louis "Excellence" #3,5 per sax alto!

  3. #3
    si, io mi sono formato solo sull'omnibook (non sono un gran bopper va detto)...
    sono d'accordo sulla questione della tonailtà - quando sembra andare "fuori" si tratta di estensioni degli accordi o di sostituzioni (che non negano nè indeboliscono le funzioni), è rarissimo che succeda qualcosa d'altro. Va anche detto che (lo dice anche Steve Coleman, mica io che sono l'ultimo dei pirla) tante soluzioni armoniche erano già presenti nella musica di alcuni pianisti (Art Tatum, ma anche Earl Hines, già all'inzio degli anni '30 e pure Ellington, ma anche Coleman Hawkins non scherzava quanto a fantasia armonica) e (sempre d'accordo con S.C.) probabilmente gli aspetti più innovativi sono di carattere ritmico, sia a livello di fraseggio (distribuzione degli accenti, raddoppio e enfatizzazione delle suddivisioni di primo grado) che di sezione ritmica (lo spostamento sul piatto dell'accompagnamento, il pianoforte che occupa meno spazi e non porta più la pulsazione).
    Non bisogna dimenticarsi che nell'improvvisazione gli aspetti metrici (dove inizio una frase e dove la finisco - come distribuisco gli accenti) e quelli ritmici sono spesso concretamente più rilevanti di quelli armonici.
    Per questi aspetti non so se esistano testi (è probabile che quelli consigliati da Tzadik ne parlino), ma una buona soluzione è ascoltare Parker con l'omnibook davanti e cercare di capire (e segnare) dove mette gli accenti.
    Sul piano tecnico meccanico devi padroneggiare molto bene gli arpeggi.

  4. #4

    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Stretto di Messina
    Messaggi
    116
    Mi permetto di aggiungere altri due testi, entrambi di Jerry Cocker:
    Complete Method for Improvisation (1980)
    e soprattutto
    Elements of the Jazz Language for the Developing Improvisor (1991).
    Il secondo lo ho trovato particolarmente interessante perché è ricco di trascrizioni di frasi, estratte quasi tutte da assoli di musicisti vicini al bop (trasportate in C Concert).
    Che io sappia sono solo in inglese. Non sono esplicitamente dedicati al linguaggio bebop ma il contesto di riferimento è quello.
    Alto: Yas-62, Conn Transitional
    Tenore: Yts-62

  5. #5
    sì hai ragione sono due testi ottimi, non mi sono venuti in mente perchè da studente non li ho usati e perchè, come dici tu, non sono specificamente legati al bebop, quanto più a una sorta di "modern mainstream" che però si fonda sul bebop :) (negli anni '80 non c'era quasi nulla e la didattica nel jazz era all'età della pietra, chi ha almeno la mia età se lo ricorda).
    li ricordo molto ben fatti.

  6. #6
    Grazie per i vostri preziosi suggerimenti.........
    Comincio col dirvi che preferisco volumi in italiano perchè mi conosco e so che non appena mi scontro con l'inglese su di una spiegazione armonica già di non facile comprensione in italiano, lascio perdere e lo metto in un cassetto.
    Dei due testi di Jerry Cocker ho il primo "Complete Method for Improvisation" prestatomi da un amico, ma mi sono fermato solo a suonarci sopra sulle basi in quanto il testo era molto dettagliato e facevo una fatica immane con il google traduttore, morale della favola, lasciato in un cassetto.
    Ho anche l'omnibook di Charlie Parker per alto ma non è quello che cerco.......vorrei un qualcosa che mi spiegasse il perchè e come fare quel genere di improvvisazione non leggerle e basta.
    Il testo citato da Tzadik "How to Play Bebop" sembra faccia al caso mio....proverò ad acquistare questo!
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: D'addario select jazz d6m refaced algola, Syos Chad LB 7.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: Selmer solist c* vintage refaced Docsax, claude lakey 7*3, Barkley Pop Kustom 7.

  7. #7
    "vorrei un qualcosa che mi spiegasse il perchè e come fare quel genere di improvvisazione non leggerle e basta" hai assolutamente ragione...però se leggi "bene" in parte puoi anche trovare risposte da solo: se leggi "a tavolino" confrontando le linee melodiche con gli accordi puoi farti un'idea anche teorica di quello che succede.
    naturalmente un buon testo aiuta molto :)

    ah! leggendo si interiorizza il fraseggio, che è fondamentalmente una questione ritmico/metrica (non solo ritmi, ma distribuzione degli accenti, scelta dei punti di inizio e fine frase e capacità di dare una direzione alle linee)
    un'aspetto fondamentale dell'improvvisazione sugli accordi è l'individuazione delle note guida che sono quelle note (diverse dalla fondamentale) che portano il senso dell'accordo sia come qualità acustica complessiva, sia come direzione/funzione. Di solito sono le terze e le settime degli accordi, ma anche altre componenti possono fare da guida. le note guida si possono disporre in "linee guida".
    per esempio in Do7 Fa7 abbiamo un sib (settima del primo accordo) che va sul la e un mi (terza del primo accordo) che va sul mib - sono delle linee minime che però veicolano la direzione dell'armonia.
    in una sequenza come Do7 MI7 la linea più importante è sol-sol diesis: come vedi in questo caso non sono terze e settime, ma la prima è una quinta (ci sarebbe anche la linea sib si naturalmente) - se ci fai caso si tratta per lo più di suoni molto vicini, ma magari tonalmente distanti (il sol diesis è un cromatismo rispetto al sol, il mib nell'altro esempio, lo è nei confronti del mi).
    le "note guida" (specialmente se disposte in linee) ti possono aiutare molto a dare una direzione a quello che fai.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •