Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: primi suoni con il mio sax yas 275

  1. #1

    primi suoni con il mio sax yas 275

    ciao a tutti! finalmente dopo settimane di attesa ( dovuta agli scioperi di tnt) è arrivato il mio tanto sognato sax. Sembra perfetto. Il venditore ( che è un privato riparatore ) mi ha messo nel pacco diverse ance vandoren . il bocchino è quello di dotazione 4c... insomma ho visto 100 video su come montare il sax, posizionare ancia e imboccatura....suono ogni giorno per fare pratica, ma il suono che emetto è terribile! " title="Ueh" border="">orribile. sembra un trombone da stadio! non ha nulla a che fare con il suono che tanto amo del sax. ok, sono consapevole del fatto che ci vorrà parecchio tempo per suonare bene, tanto da diventare piacevole alle mie orecchie...e a quelle di chi mi ascolta. però non mi aspettavo tanta incapacità iniziale non solo tecnica, ma proprio di emissione del suono. i miei figli già non mi sopportano più e ciò rende anche difficile ritagliarmi degli spazi per suonare . difficoltà maggiori sono quando suono il do minore che il più delle volte parte come un fischio alto, e quando cerco di fare la scala di do alta con il portavoce premuto. ho l'impressione che alcune note non suonino alte. come se il portavoce non funzionasse. E' possibile che il sax non sia registrato bene? in quel caso cercherei qualcuno a cui farlo vedere. O sono problemi tipici di chi sta cominciando come me...devo solo avere pazienza e tenacia?
    un maestro di sax che conosco mi ha consigliato di cambiare bocchino : prendere un vandoren A35 V5 jazz con legatura rovner-sl6-l6-light- ....
    insomma... sono un pò demoralizzata. oggi comincio a fare delle lezioni 'in dad' con un maestro trovato su internet..spero che mi possa aiutare.

  2. #2
    non puoi essere demoralizzata: nessuno impara da solo, col cambio di bocchino ci andrei coi piedi di piombo all'inizio. se trovi qualcuno che ti faccia lezione in presenza (è difficile, ma a Milano siamo ripartiti) tutto sommato, soprattutto all'inizio è meglio.
    il fatto che ti esca un suono invece di solo aria è già molto.

    ps 90% il tuo portavoce non ha nessun problema: è l'imboccatura che non va, ma nessuno riesce ad ottenere tutta l'estensione dello strumento in un colpo solo, in genere ci si mettono anche un paio di mesi (ma dipende da molti fattori: difficile fare previsioni a priori). ci vogliono molta calma e pazienza. il "do minore" è una scala non una nota :) (suppongo tu intenda il do basso) ... c'è tanto da imparare :))))

  3. #3
    tanto tanto da imparare !. grazie per i consigli

  4. #4
    Sostenitore SaxForum L'avatar di Bronx
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Bassano del Grappa/Vicenza
    Messaggi
    440
    Non c'è bisogno di demoralizzarsi: hai fatto i passi giusti fino ad ora.
    Hai acquistato un buon sax da studio, da un tecnico che dovrebbe averlo venduto con la meccanica in ordine e spedito imballato in modo idoneo (in modo che il sax ti sia arrivato senza avere perso le regolazioni), per poi infine trovare un insegnante (anche se, dati i tempi, in dad: è ovvio che in presenza sarebbe meglio, ma hai già fatto di necessità virtù).
    Per quanto riguarda il sax, un buon insegnante è in grado di distinguere, anche a distanza, i problemi del sax da quelli della persona.
    Per il setup (becco, legatura e ance) affidati sempre al tuo insegnante.
    Per il resto, prima di suonare, dovrai imparare a respirare: l'uso del diaframma ti permetterà di impostare e sostenere il suono, poi un corretto modo di imboccare (evitando di stringere) farà il resto.
    Attendiamo tuoi aggiornamenti, dopo questo primo periodo di sperimentazione guidata.
    In bocca al lupo: divertiti!
    Alto: Selmer Super Action 80 Serie I argentato 372xxx (1985)
    Tenore: Selmer Mark VII argentato 264xxx (1977)
    Set-up: studio...

  5. #5
    il punto centrale è che non ti puoi aspettare di avere risultati da sola: ci vuole un insegnante... :)
    quoto su ance, bocchino etc... affidati al tuo insegnante.

  6. #6
    quoto HCE al 100%. Se non si hanno esperienze con altri strumenti a fiato , anzi legni, la vedo molto dura senza insegnante. Anzi il rischio è prendere cattive abitudini che poi non ti mollano più: gonfiare, stringere troppo, tenere le dita troppo lontane dai tasti.
    Fondamentale l’insegnante. Meglio poche lezioni, ma fatte bene..
    T La Ripamonti V Jazz Custom
    A Yanagisawa A W 010
    S La Ripamonti V Jazz Custom
    Flauto Yamaha Studio
    Clarinetto Yamaha Studio

  7. #7
    Purtroppo per te sei nella fase più delicata dello studio e il consiglio è quello di indirizzarti verso un insegnante.......sei nella fase "Mi piace tantissimo e continuo" o "che pa..e sto strumento lo butto dalla finestra".
    Fatti aiutare da qualcuno e vedrai che velocizzi il tutto e non prendi brutte abitudini....poi magari potresti anche continuare da sola ma l'inizio è fondamentale avere una guida.

    Il setup va bene....tieniti lo yamaha 4c e non spendere altri soldi, scegli delle ance relativamente leggere e non badare tanto al suono ma concentrati sulla spinta con il diaframma e sul morso del becco.
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: D'addario select jazz d6m refaced algola, Syos Chad LB 7.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: Selmer solist c* vintage refaced Docsax, claude lakey 7*3

  8. #8
    nella mia esperienza, pochi continuano da soli e, ad ogni modo, per avere un' autonomia minima di solito ci vogliono tra i 3 ei 5 anni. non demoralizzarti: l'esperienza didattica con un buon insegnante è sempre molto gratificante... a mio modo di vedere per un amatore adulto meglio comunque una scuola (meglio per chiunque in verità, direi) dove puoi conoscere altre persone e magari fare esperienze (anche precoci) di musica d'insieme.
    poi ovviamente ognuno fa stori a sè :) non posso sapere come si evolverà il tuo rapporto con lo strumento dato che non ti conosco :)

  9. #9
    Sostenitore SaxForum L'avatar di nikoironsax
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Località
    Provincia di Novara (Piemonte)
    Messaggi
    1,949
    Se chi ti ha venduto il sax è un "tecnico" il sax dovrebbe essere registrato bene...se è un privato "tecnico" (di Varese?) Allora può darsi non sia registrato bene... Sicuramente ti servirà un maestro...ma se il sax è usato comunque una controllata per sicurezza fossi in te gliela farei dare...di dove sei? Se non siamo distanti posso dargli un occhiata (anche a domicilio) senza impegno e dirti se qualcosa non va. Ho un negozio con laboratorio di riparazione a Novara.
    Saluti

    ------------------------------------------
    "NICO MUSIC REPAIR"
    Di Russo Nicola Andrea

    RIPARAZIONE E VENDITA
    STRUMENTI MUSICALI

    Tel. 3474678869
    e-mail: nico.iron@gmail.com

    Viale Volta 82/C
    28100 NOVARA

    C.F. RSSNLN85M22F952X
    Partita IVA 02627780030
    ------------------------------------------

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •