Risultati da 1 a 11 di 11

Discussione: Yanagisawa T800-880

  1. #1

    Yanagisawa T800-880 cerco

    Cia a tutti. Sono alla ricerca di un tenore Yanagisawa 800-880. In rete ne ho trovato qualcuno ma a prezzi, a mio avviso, troppo elevati. Ho visto che un anno fa, circa, un utente del forum ne aveva uno in vendita ma è già stato venduto. Valuto anche completamente da ritamponare, anzi, forse preferirei!

    Grazie e ciao a tutti

  2. #2

    Data Registrazione
    Jul 2017
    Località
    Provincia di Catania
    Messaggi
    31
    Anche io ne cercavo uno... Ma una volta li vendevano intorno ai 1500... Ora 2000... Questa inflazione a cosa é dovuta?

    Io direi di mollare il mercato dell'usato perché ora se ne stanno approfittando...

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    9,880
    Tutto aumenta, anche il costo degli strumenti nuovi quindi l’usato va di conseguenza


    Sul “mollare il mercato dell’usato” sono d’accordo (io vendo strumenti nuovi )


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  4. #4
    ....come dire...un parere del tutto disinteressato!

  5. #5
    Anche io ne cercavo uno... Ma una volta li vendevano intorno ai 1500... Ora 2000... Questa inflazione a cosa é dovuta?

    Io direi di mollare il mercato dell'usato perché ora se ne stanno approfittando...


    Ti dirò, anche io compro strumenti, li uso e cerco di vederli senza smenarci. Normale amministrazione. Non discuto sul valore commerciale (ci sono dei Grassi a 500 euro che secondo me sono molto sottovalutati) ma, sempre commercialmente parlando, investire 2000 euro per uno Yanagisawa vuol dire iniziare ad entrare in fasce di prezzo di un Selmer super-action (anche se è intorno ai 2500). Poi è da valutre se 880 od 800 serie Elimona e meno. C'era un 800 Elimona a 1500 ma è andato via. Purtroppo l'ho visto tardi. Diciamo che attorno a quel prezzo lo comprerei molto volentieri. Incocio I diti :-)

  6. #6
    Dipende sempre se uno vuole acquistare uno strumento per tenerlo oppure per rivenderlo, e dipende tanto dalle condizioni dello strumento.
    Ho visto negli scorsi anni diversi Elimona a prezzi intorno ai 1700/1800 con tamponi abbastanza vissuti, le condizioni strutturali credo siano fondamentali perchè se uno poi ci deve mettere le mani anche a 1600 euro non so se ne vale davvero la pena, anche perchè magari non riesci neanche a sentire davvero come suona.
    Gli Elimona a livello timbrico sono grandi strumenti, specie se han suonato parecchio, e non è affatto detto che un Super Action sia migliore, dipende da cosa uno cerca appunto.

  7. #7
    Assolutamente d'accordo. Infatti ho parlato chiaramente di "valore commerciale" che può essere nettamente minore o maggiore rispetto al "valore musicale" dello strumento. Io reputo che un 800 Elimona in buone-ottime condizioni, commercialmente parlando, possa oscillare tra i 1600 ed i 1800 ed un 880 Elimona tra i 1800 ed i 2000. Tengo a precisare che è una mia valutazione del tutto opinabile. Nulla toglie che possano suonare al pari di strumenti che hanno un valore commerciale molto più alto cosi come un Grassi Professional, che ho citato precedentemente, può avere un "valore musicale" nettamente superiore ai 6-700 euro della sua quotazione commerciale. Il punto è che se si è alla ricerca, come me, di uno strumento completamente appagante e, dopo un certo periodo, non si è soddisfatti, lo si deve rivendere. A quel punto è inevitabile doversi scontrare con il valore di mercato e la facilità di rivendita. In questo i Selmer, a torto o a ragione, sono un assegno circolare.

  8. #8
    L’Elimona che è stato venduto era il mio! Era tenuto molto bene e aveva i tamponi nuovi, un gioiello. Suonava anche molto bene.
    Il prezzo a cui l’ho proposto era comunque piuttosto basso, soprattutto considerando che aveva tamponi pisoni nuovi!
    Avrei potuto venderlo ad un prezzo maggiore, ma rientravo esattamente di quanto speso tra acquisto e revisione (lo comprai con i tamponi nuovi, ma era stato ritamponato decisamente male e dovetti portarlo dal mio tecnico per rifarlo tutto) e volevo prendere un altro sax. Diciamo che se il sax è in condizioni ottime anche 200/300 euro in più non sono per forza un furto...
    Occhio però che 800 e 880 hanno prezzi sensibilmente differenti. Poco dopo ho venduto un 880 (che è stato “il mio sax” per anni ed è uno strumento incredibile) a quasi 1000 euro di più, il mercato è quello...un 880 tenuto molto bene e con laccatura integra si avvicina ai 3000 euro (almeno in Europa).
    considera anche un 900, strumento leggero e risonante, ne ho avuto uno ed è davvero una bomba.
    due gran strumenti ad ogni modo, si casca bene con entrambi (si casca bene con Yanagisawa in generale, qualsiasi modello, sono fatti davvero bene)

  9. #9
    Fortunello chi ha preso il tuo 800. Per quanto riguarda il modello 880....io avevo un alto con lo stemmino Elimona che ho venduto a 1500 (buone condizioni) e ne ho visti a 1600. C'è tutta questa differenza di prezzo tra alto e tenore? Mi hanno proposto un 880 non Elimona ritamponato da famoso riparatore e slaccato(non sono amante dello slaccato) a 2000 euro. Chiaramente è da provare ma valuteresti 2000 euro un buon prezzo per un 880 tenore in ottime condizioni ma non Elimona? Il 900 in effetti mi ispira ma non ne ho mai provato uno...inotre le quotazioni sono più umane. Secondo te un 900 in buone condizioni che prezzo sensato potrebbe avere? Inoltre...ho provato un 901, ma sinceramente non mi aveva detto molto (intonazione e meccanica impeccabili a parte). Trovi che anche il 901 sia un modello azzeccato? Grazie e scusa la scarica di domande, ma visto che ne sai sicuramente più di me ne approfitto :-). Ciao

  10. #10
    La serie 900 è la precedente versione con meccanica ancora in sviluppo (marcata per poco tempo 900u) del 901. La serie 990 (e 991) è da prendere in considerazione, anche se dal punto di vista timbrico più vai indietro e meglio è (l'800 suona più scuro e largo dell'880, quest'ultimo però è meccanicamente migliorato). Tieni presente che 800 e 880 sono stati costruiti in periodi diversi, anche se di poco, ed entrambi di livello professionale, mentre sono contemporanei invece 900/990 e 901/991.

  11. #11
    Il T-800 e il T-880 erano sullo stesso catalogo, quindi erano prodotti nello stesso periodo.

    La differenza, oltre al fatto di avere una meccanica diversa, è che il T-880 è uno strumento a "lastra spessa" mentre il T-800 è uno strumento a "lastra sottile".
    C'è di più... questa differenza nel peso c'è sempre stata tra 90x e 99x (e poi tra WOx e WOx0).


    Si sente davvero?
    Il collo e il pollice destro li sentono eccome... e gli strumenti in bronzo sono ancora più pesanti.
    Si vendono ance selezionatissimissime per sassofonisti che davvero non cercano scuse: Ance François Louis "Excellence" #3,5 per sax alto!

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •