Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 46 a 60 di 72

Discussione: Selmer Supreme, informazioni?

  1. #46
    Per un flauto medio in argento, meno di 7/8000 euro non spendi, ma la norma è spendere dai 12 ai 18mila euro, per non parlare di un buon flauto in oro 14Karati, percui per un professionista spendere 7000 euro in un sax fa ridere! Però di sax buoni in giro c'è ne sono un bel pò....percui........
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Trevor James Signature Custom Raw
    Tenore Selmer SA80 Silver
    Tenore Rampone & Cazzani Performance
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  2. #47
    Citazione Originariamente Scritto da fabbry Visualizza Messaggio
    Se il prezzo delll'alto sfiora i 7.000 euro, non oso immaginare quanto potrà costare un tenore. A questo punto non so se il gioco vale la candela.
    Arriverà anche il tenore Supreme.

    L'alto Supreme ha sostituito Reference 54 e Serie III.

    Il tenore Supreme probabilmente sostituirà almeno i due Reference 54 e 36. Speriamo non il Serie III.
    Si vendono ance selezionatissimissime per sassofonisti che davvero non cercano scuse: Ance François Louis "Excellence" #3,5 per sax alto!

  3. #48
    tu come l'hai trovato rispetto al serie III ? - se puoi parlare :)

  4. #49

    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    manfredonia (FG)
    Messaggi
    718
    Citazione Originariamente Scritto da HCE Visualizza Messaggio
    tu come l'hai trovato rispetto al serie III ? - se puoi parlare :)
    Più che altro mi piacerebbe sapere perchè si dovrebbe salvare almeno il serie III...
    Borgani sax tenore pre-jubelee, Guardala trad.
    Sax tenore reference 54, Selmer.
    Flauto Muramatsu SR.
    Sax soprano Yanagisawa S 900 bocchino JJ HR*.

  5. #50
    in che senso? pensi che dovrebbe restare in produzione il serie III?

  6. #51

    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    manfredonia (FG)
    Messaggi
    718
    Citazione Originariamente Scritto da HCE Visualizza Messaggio
    in che senso? pensi che dovrebbe restare in produzione il serie III?
    Lo spera tzadik
    Borgani sax tenore pre-jubelee, Guardala trad.
    Sax tenore reference 54, Selmer.
    Flauto Muramatsu SR.
    Sax soprano Yanagisawa S 900 bocchino JJ HR*.

  7. #52
    hai ragione ... ho letto male - evidentemente gli piace :) ed è per quello che si è rabbuiato quando io ho detto che a me non piace (però ho provato solo un esemplare, quindi non lo considero nulla di più che un parere aneddotico - oltre che, piuttosto ovviamente, una questione di gusti... a molti piace assai)

  8. #53

    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    manfredonia (FG)
    Messaggi
    718
    Citazione Originariamente Scritto da HCE Visualizza Messaggio
    hai ragione ... ho letto male - evidentemente gli piace :) ed è per quello che si è rabbuiato quando io ho detto che a me non piace (però ho provato solo un esemplare, quindi non lo considero nulla di più che un parere aneddotico - oltre che, piuttosto ovviamente, una questione di gusti... a molti piace assai)
    Bisognerebbe conoscere quali sono i suoi parametri di valutazione. Evientemente, al di là dei gusti personali, si tratta di un ottimo strumento. E come ha detto lui stesso, è uguale ad un Reference, ma differisce solo per il chiver (in verità, dovremmo affermare il contrario per essere precisi), anche se questa cosa mi sembra un po' strana. Ma stiamo andando fuori tema comunque.
    Borgani sax tenore pre-jubelee, Guardala trad.
    Sax tenore reference 54, Selmer.
    Flauto Muramatsu SR.
    Sax soprano Yanagisawa S 900 bocchino JJ HR*.

  9. #54
    è sicuramente un ottimo strumento :) sul piano meccanico e dell'intonazione - non mi piaceva il suono e lo trovavo un po' poco flessibile, ma, ripeto: era solo un esemplare :)

  10. #55
    Io non ho ancora provato il supreme ma valutarne pregi e difetti su di un solo esemplare non è cosa buona e giusta.
    L'ultima volta che ho provato dei nuovi sax già solo provandone due si notavano enormi differenze, probabilmente dovuti ad un settaggio diverso che come sappiamo influisce tantissimo sulla resa sonora.
    Sicuramente selmer ha un alto standard di produzione e controllo qualità il che si traduce in una quasi standardizzazione degli strumenti usciti dalla fabbrica ma comunque vi sono differenze anche importanti tra uno strumento ed un altro.
    La scelta dell'acquisto, tenuto conto della cifra importante, è del tutto personale.....cosa farei io? Acquisterei il solito mark VI o SBA perchè mi piacciono i vintage ed avere un pezzo di storia tra le mani mi piacerebbe troppo.....altri magari sono abituati all'acquisto del nuovo (che è sempre un vantaggio sulla resa dello strumento).
    Quando il supreme si porterà sulle spalle parecchi anni di concerti e passaggi nelle mani di grandi sassofonisti allora diventerà anch'esso il mio desiderio.
    Naturalmente parlo per me......la scelta come ripeto è soggettiva.
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: D'addario select jazz d6m refaced algola, Syos Chad LB 7, Jody Jazz DV 8*.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: Claude lakey 7*3, Barkley Pop Kustom 7.

  11. #56
    Citazione Originariamente Scritto da globe81 Visualizza Messaggio
    Io non ho ancora provato il supreme ma valutarne pregi e difetti su di un solo esemplare non è cosa buona e giusta.

    Quando il supreme si porterà sulle spalle parecchi anni di concerti e passaggi nelle mani di grandi sassofonisti allora diventerà anch'esso il mio desiderio.
    Naturalmente parlo per me......la scelta come ripeto è soggettiva.
    non è che non è cosa buona nè giusta: è proprio impossibile :) basta trovare l'esemplare mal riuscito... quando ebbi la possibilità di comprare uno strumento professionale provai un SA II che era inintonabile (infatti lo sfortunato venditore no riusciva a venderlo - anche la persona che lo aveva in conto vendita, dopo che l'avevo valutato negativamente, mi disse che lei aveva cercato in tutti i modi di correggerlo, ma non era possibile - riparatrice formata alla selmer) ... ma era uno ed era quello - non avrei mai esteso la valutazione al modello.

    la tua seconda affermazione che ho citato la trovo molto divertente (assolutamente senza scherno nè vis polemica, preciso perchè online ci si fraintende con una facilità impressionante).

    io sono molto curioso di provarlo, ma non lo considero un oggetto del desiderio :) (sto ancora cercando di risolvere l'assetto clarinettistico)

  12. #57
    Citazione Originariamente Scritto da globe81 Visualizza Messaggio
    .
    Quando il supreme si porterà sulle spalle parecchi anni di concerti e passaggi nelle mani di grandi sassofonisti allora diventerà anch'esso il mio desiderio.
    Naturalmente parlo per me......la scelta come ripeto è soggettiva.
    Era riferito al fatto che mi piacciono i vintage per la storia che vi è dietro quel preciso modello e non in relazione alla bontà dello strumento che di tutta probabilità non si discute!
    Per la serie per ora non desidererei un supreme quanto desidero uno sba o mark vi!
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: D'addario select jazz d6m refaced algola, Syos Chad LB 7, Jody Jazz DV 8*.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: Claude lakey 7*3, Barkley Pop Kustom 7.

  13. #58

  14. #59
    Citazione Originariamente Scritto da HCE Visualizza Messaggio
    tu come l'hai trovato rispetto al serie III ? - se puoi parlare :)
    Che ci si creda o meno... se prendi in mano un Supreme e prendi in mano un Serie II/III (o qualsiasi altro Selmer) noti che ci sono delle differenze ben visibili (a occhio nudo) sul corpo (e non mi riferisco alla chiave di sfogo per il C# centrale).

    Filosoficamente, penso che uno degli obiettivi della Selmer fosse anche quello di avere uno strumento che a livello di emissione potesse competere con strumenti giapponesi di fascia alta: ci sono riusciti.

    A livello timbrico, secondo me, invece sono andati un po' distanti da quello che era l'imprinting di suono Selmer "pre Supreme": loro hanno la forza del marketing e possono dire che (l'alto Supreme) sembra di suonare un alto BA o SBA...

    Mi hanno lasciato perplesso altri aspetti, ma non legati alla performance o al design.
    Si vendono ance selezionatissimissime per sassofonisti che davvero non cercano scuse: Ance François Louis "Excellence" #3,5 per sax alto!

  15. #60
    Citazione Originariamente Scritto da fabbry Visualizza Messaggio
    Più che altro mi piacerebbe sapere perchè si dovrebbe salvare almeno il serie III...

    [Si parla di tenori...]
    Il Serie II rimane come professionale "entry level".

    Il Supreme verrà pubblicizzato come "tenore supremo"

    L'Axos invece è una sorta di Serie III "per poveri" (non deriva dal Serie II, come succede per l'alto Axos).


    Il Serie III rappresentava il "nuovo": non aveva/ha la pesantezza intrinseca dei Serie II (Jubilee e Pre Jubilee) e non è mai stato pubblicizzato come "succedaneo" di Mark VI (Reference 54) e Balanced Action (Reference 36).
    Diversamente Mark 7, Serie I e Serie II... il Serie III rappresentava al meglio la versatilità che caratterizzava i Mark VI, pur essendo diverso da qualsiasi Mark VI.

    La Jubilee-izzazione poi forse ha portato vantaggi su alcuni aspetti ma forse s'è perso un po' di carattere per strada.*

    *: se osserviamo la cosa da un punto di vista differente da: studente di conservatorio (classico), professionista della musica classica.
    Si vendono ance selezionatissimissime per sassofonisti che davvero non cercano scuse: Ance François Louis "Excellence" #3,5 per sax alto!

Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •