Risultati da 1 a 15 di 15

Discussione: Venn : Ancia sintetica daddario

  1. #1

    Venn : Ancia sintetica daddario

    Bene, già ero indeciso tra la Legere American Cut e la Silverstein Ambipoly Atta ... e ora esce fuori anche la Daddario con la sua ancia sintetica.
    Ovviamente , meglio avere più scelta ma altro "impegno" economico.... dopo tutte le altre provate : Bari, Fibracell, Fiberred, Forestone, Legere Senza molte soddisfazioni

    https://www.daddario.com/globalasset...one_8.5x11.pdf

    https://www.guitarcenter.com/search?...false&Ntt=VENN
    ALTO: Selmer SA2 e GRASSI primi anni ‘60
    TEN: Yanagisawa T900
    SOPRANO: Cannonball BlackNickel BigBell GlobalSeries Arc
    DIGITAL SAX: Yamaha YDS-150
    Tromba: Jupiter JTR - 300 black
    Flicorno Soprano: COMET ramato

  2. #2
    Che problemi riscontri con ance non sintetiche?

  3. #3
    Nessun problema particolare. Solo trovare un'ancia che sia pronta e sempre uguale per almeno 6 mesi .
    ALTO: Selmer SA2 e GRASSI primi anni ‘60
    TEN: Yanagisawa T900
    SOPRANO: Cannonball BlackNickel BigBell GlobalSeries Arc
    DIGITAL SAX: Yamaha YDS-150
    Tromba: Jupiter JTR - 300 black
    Flicorno Soprano: COMET ramato

  4. #4
    Neanche la sintetica è uguale per sei mesi........a volte nemmeno per sei ore, comunque se non ti sei trovato con la Forestone Hinoki, difficile che la D'Addario o qualsiasi altra sintetica vada meglio, la Silverstein non è male, ma secondo me, con quello che costa, se per caso devi fare un paio di tentativi prima di azzeccare la durezza, ti paghi le ancie per due anni!
    Io ho iniziato suonando con le sintetiche, perchè non volevo avere complicazioni....già che all'inizio bastano quelle che ti da lo strumento che devi domare, ma poi sono passato alle ancie naturali e ho visto che le miei preocupazioni iniziali erano infondate, trovo molto piu semplice e proficuo usare delle buone ancie in canna, che tra l'altro a me durano una eternità, non so perchè, forse le stresso poco, ma le butto via per stanchezza perchè suonano sempre bene e a lungo.
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Signature Custom
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  5. #5
    In realtà a me quasi tutte le ance sintetiche durano molto di piu', per esempio la Bari, la Fibracell, la Forestone (sia Hinoki che Traditional) con prestazioni inalterate. La fiberred carbon giusto un 6 mesi , mentre la signature per contralto si è spaccata dopo un paio di mesi. Il problema è che non mi piacciono come quelle in canna. Poi per ognuna trovo un bocchino con cui riesco a suonarle con soddisfazione quasi pari a quelle normali , ma essenzialmente come studio , difficilmente in concerto. Comunque , quando ci saranno in Italia un tentativo con la Daddario lo farò , visto che il prezzo , se mantiene il rapporto con cui le vendono all'estero, non è eccessivo come le Silverstein e visto che le Daddario sono una garanzia per quelle in canna.
    ALTO: Selmer SA2 e GRASSI primi anni ‘60
    TEN: Yanagisawa T900
    SOPRANO: Cannonball BlackNickel BigBell GlobalSeries Arc
    DIGITAL SAX: Yamaha YDS-150
    Tromba: Jupiter JTR - 300 black
    Flicorno Soprano: COMET ramato

  6. #6
    Ciao Martin, scusa se mi intrometto.
    hai avuto modo di provare le silverstein? Come sono rispetto le legere? (sia signature che american cut?)
    Forgive me Charlie Parker, wherever you are.
    clicca qui!
    JAZZ SHIRT

  7. #7
    La Silverstein l'ho provata io, se vuoi te la vendo anche........rispetto alle Legere va meglio....ma rispetto alla legere va meglio anche la Hinoki della Forestone, che secondo me è la migliore ancia sintetica per rapporto qualità prezzo. La Silverstein comunque suona bene, ma il prezzo è ingiustificato!
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Signature Custom
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  8. #8
    che silverstein hai?
    io con le legere mi sono sempre trovato bene, suono solo quelle da tipo 10 anni.
    la forestone la provai anni fa, non ricordo il modello. ma avevo preferito la legere.
    Col prezzo ci starei alla grande, le legere mi durano praticamente all'infinito.
    Forgive me Charlie Parker, wherever you are.
    clicca qui!
    JAZZ SHIRT

  9. #9
    Citazione Originariamente Scritto da KoKo Visualizza Messaggio
    Ciao Martin, scusa se mi intrometto.
    hai avuto modo di provare le silverstein? Come sono rispetto le legere? (sia signature che american cut?)
    Mi spiace , ma stavo appunto valutando , leggendo sui siti e sentendo youtube quale prendere tra le due : Silverstein mai avute e della legere ho avuto solo signature , che sul tenore non mi ha mai dato problemi al contrario del contralto dove mi è durata meno di due mesi.
    E ora mi tenta la Daddario....
    ALTO: Selmer SA2 e GRASSI primi anni ‘60
    TEN: Yanagisawa T900
    SOPRANO: Cannonball BlackNickel BigBell GlobalSeries Arc
    DIGITAL SAX: Yamaha YDS-150
    Tromba: Jupiter JTR - 300 black
    Flicorno Soprano: COMET ramato

  10. #10
    Citazione Originariamente Scritto da KoKo Visualizza Messaggio
    che silverstein hai?
    io con le legere mi sono sempre trovato bene, suono solo quelle da tipo 10 anni.
    la forestone la provai anni fa, non ricordo il modello. ma avevo preferito la legere.
    Col prezzo ci starei alla grande, le legere mi durano praticamente all'infinito.
    Ho una classic da 2 1/2
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Signature Custom
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  11. #11
    grazie, purtroppo avrei bisogno di una 3. magari se trovi tempo fai un sample silverstein vs signature :)
    Forgive me Charlie Parker, wherever you are.
    clicca qui!
    JAZZ SHIRT

  12. #12
    Occhio che le Silversten sono un po piu durette rispetto alla media......

    - - - Aggiornato - - -

    Le signature le ho bruciate !!
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Signature Custom
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  13. #13
    Mah, io 10 anni fa credevo che mai più sarei tornate alle ance in canna, scoperte le Legere Signature. Invece piano piano, e dopo anni, ho ripreso a provare la canna perché in ogni caso avevo quella sensazione di suono 'a papera' (lo so che è solo una sensazione) e devo dire che con grande sorpresa ho scoperto una qualità e omogeneità delle principali ance stupefacente rispetto al passato. D'addario, Rigotti, Lupifaro, e soprattutto le BSS.
    T 10M 1936 - Mark VI 1968 - Sequoia Silver mpc Vibra Master Gerber 8, Early Babbit 8, GS Reso FG Special 7* e altri... troppi!
    A 6M 1926 - B&S Series IV 2001 mpc Super Jazz Gerber 6, Syos custom 7
    S Sequoia K91 mpc Vintage Gerber 8, Eolo NS 72, Bari 68, Syos custom 8
    Digital Emeo
    Cl Buffet RC 21/7 + Flicorno soprano Grassi :)

  14. #14
    Che ance sono le BSS? Mai sentite...

  15. #15
    Devo quotare Filippo. Dopo anni di legere che trovo ottime mi sono reso conto registrando in vari contesti che non c'è paragone tra le naturali e le sintetiche. Lo spettro armonico è completamente diverso. Ho acquistato svenandomi le silverstein alta perché me ne avevano parlato bene e dato il costo mi ero illuso fossero automaticamente impeccabili. In realtà mi trovo molto meglio con le legere come timbro, risposta e proiezione

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •