Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: Reverberi standalone

  1. #1

    Reverberi standalone

    Ragazzi domanda da un milione di dollari. Esisto reverberi standalone? Se si quali?
    Io possiedo un scheda audio UMC404HD che secondo me è perfetta. Quello che vorrei fare è attaccarci un microfono e darci l'effetto solo sul mic al volo senza hardware attaccati ma solo aprendo un reverbero standalone che non si appoggi quindi su Cubase o altre DAW. Esistono soluzioni del genere o devo prendermi per forza un multieffetto da mettere tramite gli insert della scheda audio?
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: Vandoren Java T45, Syos Chad LB 7.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: selmer soloist D, claude lakey 8*3, vandoren jumbo java a45

  2. #2
    Ciao globe81....ci sono i TC Helicon......io ho la stessa scheda, (grande scheda!!) e ho preso il Voicetone della TC Helicon.
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Signature Custom
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  3. #3
    Io ho un effetto TC Helicon e sin quì l'ho usato solo per il live. Come si collega alla scheda audio? Che benefici ne ottengo? Perdonate la mia incompetenza.
    S 991 Yanagisawa
    A Mark VI + Meyer NW
    T Mark VI + Dukoff fluted
    B Mark VI + Jody jazz

  4. #4
    Per robinik, ho avuto gia multieffetti ma appunto laia curiositá é proprio quella di sapere se vi sono metodi alternativi ai multieffetti e alle daw.....
    Per Zard dioende dalla tua scheda audio cosa ha come ingressi e uscite.
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: Vandoren Java T45, Syos Chad LB 7.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: selmer soloist D, claude lakey 8*3, vandoren jumbo java a45

  5. #5
    Ma cosa intendi allora per riverbero stand alone? Se non vuoi attaccare nessun hardware e nemmeno tramite Daw......l'unica è andare a suonare in montagna e sperare in un buon effetto eco!
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Signature Custom
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  6. #6
    Vi sono dei vst che possono essere aperti senza passare per forza da una daw (come se fossero dei software veri e propri), per esempio so che per pianoforti/tastiere virtuali questo é possibile, e chiedevo quindi se esistono vst simili che perô riguardano effetti tipo reverberi.
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: Vandoren Java T45, Syos Chad LB 7.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: selmer soloist D, claude lakey 8*3, vandoren jumbo java a45

  7. #7
    Esistono effetti singoli e multieffetti.
    Alcuni multieffetti gestiscono direttamente segnale microfonico.
    Altri... segnale di linea, quindi devi usarli in un aux (parallelo) o in un insert (serie), digitale o analogico è poco rilevante.


    Nella scheda audio puoi mandare dentro quello che vuoi (rispettando i corretti livelli di dB).
    Però... se registri, registri un segnale dove ci sono già effetti di ritardo, quindi non puoi fare niente su quel segnale per "modificare" l'effetto (tipo, quantità, mix etc etc).

    Su Cubase, su ogni canale hai un bus dove ci metti gli effetti che corrono in tempo reale (con una determinata latenza, che dipende da un insieme di fattori).
    Però in questo caso gli effetti non vengono "scritti" sulla traccia se non prima di un bounce o di un mixdown. E questo è lo scopo di conservare la sessione multraccia.



    Per i VST usi cose tipo il Kontakt Player...
    Per applicare effetti VST, ai tempi del primo internet c'era qualcosa di analogo... però non hai lo comodità di un Ableton (per dirne uno... quello più adatto a un certo tipo di interazione, dal vivo).

  8. #8
    Finalmente ho trovato quello che cercavo e ciò un piccolo software in alternativa alle DAW che mi facilitasse l'uso dei miei VST (nel mio caso riverberi, eq, deelay).
    Il software si chiama VSTHost ed è possibile scaricarlo dal seguente indirizzo:
    https://www.hermannseib.com/english/vsthost.htm
    Io lo userò esclusivamente per dare degli effetti sul sax mentre suono su video di youtube senza attaccare hardware o come già detto senza aprire software di un certo peso.
    Dalla pagina sopra scritta scaricate la versione di vsthost compatibile con il vostro sistema operativo (nel mio caso vsthostx64.zip) scompattatela creando una cartella sul desktop e aprite il software cliccando sull'eseguibile vsthost.
    a questo punto bisogna configurare un po' di cose.
    Andate nel menu "Devices" selezionate la voce "waves" e nel mio caso che uso driver asio vi portate nel solo menu "output port" e selezionate i vostri driver asio. (si configureranno in automatico anche l'"input port", mentre per altri dispositivi dovete smanettare sia nell'input port che nell'output port).
    a questo punto selezionate il buffer ed impostatelo alla stessa grandezza che di solito usate nelle vostre DAW per avere un bassa latenza. Io l'ho impostato a 128 sample che mi garantisce una latenza di circa 5 ms che va benissimo.
    Ora vi portate nel menu "File" alla voce "set plugin Path" e cliccando sul tasto con i 3 puntini indicate il percorso per raggiungere la cartella contenentei vostri plugin (potete selezionare più percorsi) e date l'ok.
    a questo punto avrete tutti i vostri cari vst in "File" - "Plugins" che cliccandoli si inseriranno nella vostra catena audio tra l'input e l'output e potete spostarlo come più vi piace.
    il plugin lo visualizzate nella sua interezza cliccando su quella specie di orologio vicino la lettera i. Per adesso non so dirvi altro perchè ci sto lavorando un po su da circa 30 minuti.

    Immagine.jpg
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: Vandoren Java T45, Syos Chad LB 7.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: selmer soloist D, claude lakey 8*3, vandoren jumbo java a45

  9. #9
    Ma non ti è più pratico editare l'audio del video, una volta registrato?
    O eventualmente (se hai potenza di calcolo) separare le due acquisizioni.
    O eventualmente... registri video con un fotocamera/telefono e l'audio sul computer... poi sincronizzi in una fase successiva (di solito si percorre questa via).

    Se si tratta di una feature necessaria, secondo me la cosa migliore è passare a una scheda che abbia un dsp integrato (e che abbia un buon routing!).

    La latenza equivale al numero di sample diviso la frequenza di campionamento.
    Se con 128 sample hai circa 5 ms, vuol dire che campioni a 25,6 kHz che è un po' pochino...

  10. #10
    Forse non mi sono spiegato bene io. Non ho parlato di registrazioni audio o video, per quello uso tranwuillamente cubase e successivamente sincronizzo l'audio con il video. Io parlo semplicemente di suonare il sax su video youtube,"suonare" non registrare ed il suono per averlo effettato perché piu piacevole al mio orecchio o lo sibottiene con hardware esterni o passi per una Daw con tutti i problemi del rilascio dei driver in background, o usi questo metodo(molto semplice e veloce) o usi schede con dsp integrato. Suono su basi o video youtube come esercizio. Per il valore della latenza non ho buttato un valore a caso ma semplicemente é quello cge mi restituisce la scheda con 128 campioni a 44100
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: Vandoren Java T45, Syos Chad LB 7.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: selmer soloist D, claude lakey 8*3, vandoren jumbo java a45

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •