Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: difficolt a emettere un suono con il sax ma non usando solo il bocchino

  1. #1

    difficolt a emettere un suono con il sax ma non usando solo il bocchino

    Buongiorno a tutti!
    Approfittando di questa quarantena ho tirato fuori un sax che comprai usato all'essemusic di Montebelluna circa 3 anni fa.
    Ho guardato parecchi video e letto molti articoli a proposito e so che una settimana poco per avere risultati apprezzabili, ma essendo bloccato ho paura che il motivo non sia la mancanza di pratica ma il fatto che io stia sbagliando qualcosa nella tecnica.
    Il sax un contralto della Alysee e le ance sono quelle consigliatemi dal venditore: vandoren da 2 e mezzo (sul bocchino non ci sono incisioni di nessun tipo).
    Non ho ance pi sottili da provare.
    Poco dopo averlo comprato ho iniziato a fare pratica, ma vedendo che alcune chiavi non si aprivano ho approfittato della garanzia per farlo sistemare e l'ho fatto poi provare a un ragazzo che suonava a un concerto, quindi il sax di per s non dovrebbe avere problemi (sempre che non siano insorti negli anni a seguire, ma dubito...).
    Facendo pratica solo con la parte superiore del sax non ho problemi a emettere suoni, l'attacco rapido e mantengo il suono fino alla fine del fiato.
    Quando poi monto il sassofono sorgono i problemi, solo una volta su dieci riesco a fare una scala completa e senza che si senta in sottofondo il soffio, le altre volte mi si interrompe spesso salendo, a volte al mi, a volte al sol.
    Si sente solo l'aria passare senza che esca nessun suono e succede che io debba soffiare parecchie volte prima di emettere un suono e di poter continuare con la scala.
    Anche il soffio non riesco a tenerlo delicato ma sempre pi energico di quanto vorrei, cosa che con il solo bocchino non succede, riesco a soffiare delicatamente ed emettere un suono privo di soffi in sottofondo.
    Non c' perdita di aria dalle labbra e il fatto che ogni tanto la scala la azzecco mi fa pensare che sia un problema di imboccatura, ma allo stesso tempo il fatto che senza lo strumento montato suono bene mi crea qualche dubbio.
    Avere un maestro di fronte che mi possa mostrare dove sbaglio sarebbe utilissimo, ma come tutti sappiamo non il periodo giusto per avere delle lezioni.
    Spero possiate aiutarmi a distanza, un grazie a tutti!

  2. #2
    Ciao!
    Partiamo dal presupposto che il sax stato fermo: seppur revisionato 3 anni fa (leggo bene?), potrebbe avere comunque dei problemi. Non il massimo purtroppo lasciare ferma la meccanica per molto tempo. E' necessario quindi almeno verificare che lo strumento chiuda bene (con la famosa "luce nel tubo" verificabile anche in maniera "amatoriale").

    Verificato questo, da quanto scrivi potresti anche avere un problema di impostazione, che chiaramente potrebbe verificare un insegnante. Potresti magari postare un piccolo video e vediamo se possiamo esserti utili da questo punto di vista.
    Il mio consiglio, se suoni da una sola settimana, quello di non lanciarti subito in tutta l'estensione dello strumento, bens imparare poche note per volta e curarle. Capisco che ti sembrer di andare "a rilento", ma credimi che meglio poco per volta che tutto insieme e sbagliato. Quando i suoni ti vengono bene, soffermati a capire se effettui un cambio di impostazione tra un registro e l'altro.

    Per quanto riguarda la qualit del tuo soffio, non possibile in una settimana raggiungere un risultato completamente soddisfacente. La respirazione, il flusso dell'aria, e tutte le altre cose correlate, sono tutti aspetti che i sassofonisti quotidianamente allenano. Non lo dico per scoraggiarti, ma solo per farti capire che magari ci vuole solo un po' di tempo ed applicazione.
    Quando suoni cerca sempre di essere rilassato e "non mordere".

    Altro aspetto da non sottovalutare, cercare di capire se la combinazione ancia - bocchino adatta a te. Potresti provare un'ancia leggermente pi morbida visto che sei all'inizio (magari puoi reperirle online).

    Buona musica!
    "Non basta consacrare molte ore del giorno alla scale o agli esercizi di agilit; ci che importa pi di tutto di studiare la sonorit in tutte le sue gradazioni e soprattutto l'arte di legare i suoni fra di loro."

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •