Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 54

Discussione: Viti che dovrebbero migliorare il suono.. di cosa si tratta?

  1. #1

    Viti che dovrebbero migliorare il suono.. di cosa si tratta?

    Mi sono imbattuto in questo video https://youtu.be/2PCp-3YxZ-Y
    Sapete di cosa si tratta? Mi sembra di capire che siano viti che si sostituiscono a quella del kiver e che dovrebbero migliorare il suono.... Ne sapete di più?
    Soprano: L.A. Ripamonti Master Old Vintage, Jody Jazz HR* 7
    Tenore: Grassi Professional, Jody Jazz HR* 8

  2. #2
    Sostenitore SaxForum L'avatar di nikoironsax
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Località
    Provincia di Novara (Piemonte)
    Messaggi
    1,906
    Sono degli "appesantitori" ...aggiungendo peso allo strumento in certe zone, pare migliori il suono...vengono detti anche "stabilizzatori" o "risuonatori" dovrebbero avere l'effetto di aumentare un po' il "gain", di "ingrossare" il suono...non so dirti sugli armonici come possono agire. Ne esistono di vari modelli e marche, con vari pesi (dai 9 ai 22 grammi per alcune marche). Personalmente non li ho mai usati, ma se mi capita sarei curioso di provarli per vedere se sento delle differenze...

  3. #3
    Io me ne sono costruito uno poco più di un anno fa': https://www.facebook.com/zaddiq/phot...type=3&theater

    Ero curioso ma talmente rincoglionito da spendere 100€ per pochi grammi ottone. C'è gente che spende 200/300/400€ per un LeFreque... questa è ancora un'altra malattia.

    Non ho messo nessun copyright... quindi potete guardare la foto e costruirvelo uguale a casa... con circa 8€ di materiale.

    Il punto focale però comincia a circa 5 minuti e 30 secondi: https://youtu.be/2PCp-3YxZ-Y?t=331

  4. #4
    sono anch'io dell'idea che "l'esercizio fa il maestro" , come recita un detto tedesco

    cosa ne pensi del bel gadget che ti sei costruito? lo utilizzi perchè ti piace il sound che offre? torni allo std ?

  5. #5
    Pratica e condizioni funzionali perfette non possono essere sostitute da 40/50 grammi di ottone messo qua e là... come addobbo Natalizio.


    Ho preso un barilotto 1/2" per 100 mm e due tappi e ci ho saldato un pezzo di letturino.
    Per ridurre il peso, levi i tappi.
    Per aumentare il peso riempi il barilotto con acqua, sabbia o qualche liquido alcolico a piacimento: il barilotto è in ottone per acqua sanitaria quindi niente piombo.
    Peso totale (senza "ripieno"): 163 grammi.

    Aggiungendo peso lassù... differenze se ne sentono. E le sente anche il collo.
    La sensazione che si nota subito è la maggiore inerzia a cui segue un maggior sustain... forse si guadagna qualcosa nel registro basso ma sopra il suono si spegne.
    Sono tutte cose che però dovrebbero arrivare da: 1) studio 2) bocchino e ance adatti al proprio modo di suonare/capacità fisiche/livello tecnico.


    Con 10€ uno può farsi la prova in casa.
    Se l'intenzione è quella di prendere il Klangbogen originale o le mitiche viti Yanagisawa da 70€ suggerisco di portare lo strumento dal tecnico e investire qualcosa per migliorare le condizioni funzionali dello strumento in maniera tangibile.

  6. #6
    Io non riesco proprio a capire come puô un peso di 28 grammi cambiare un qualcosa nello strumento quando quella vite semplicemente serve a serrare il collo.....non ci riesco..é piu forte di me. 100gr li posso pure capire. Ho visto una cosa simile che si applica sull'anello di giunzione tra fusto e campana.
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: Vandoren Java T45, Syos Chad LB 7.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: selmer soloist D, claude lakey 8*3, vandoren jumbo java a45

  7. #7
    Se sei un sassofonista sensibile... te ne accorgi che cambia qualcosa.
    Quanto, come e se il costo è giustificato... è tutto soggettivo.

  8. #8
    Citazione Originariamente Scritto da globe81 Visualizza Messaggio
    Io non riesco proprio a capire come puô un peso di 28 grammi cambiare un qualcosa nello strumento quando quella vite semplicemente serve a serrare il collo.....non ci riesco..é piu forte di me. 100gr li posso pure capire. Ho visto una cosa simile che si applica sull'anello di giunzione tra fusto e campana.
    Anch'io sono della stessa idea.. non capisco come l'aumento del peso dello strumento possa cambiarne il suono.. è come se mi dicessero che se prendo una macchina di colore rosso rispetto alla stessa macchina di colore bianco ho una differenza di consumi o di prestazioni..
    Soprano: L.A. Ripamonti Master Old Vintage, Jody Jazz HR* 7
    Tenore: Grassi Professional, Jody Jazz HR* 8

  9. #9
    Sostenitore SaxForum L'avatar di nikoironsax
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Località
    Provincia di Novara (Piemonte)
    Messaggi
    1,906
    Citazione Originariamente Scritto da laigon Visualizza Messaggio
    Anch'io sono della stessa idea.. non capisco come l'aumento del peso dello strumento possa cambiarne il suono.. è come se mi dicessero che se prendo una macchina di colore rosso rispetto alla stessa macchina di colore bianco ho una differenza di consumi o di prestazioni..
    Eh no...il paragone non calza per niente ..è come se ti dicessero prendi una macchina vuota consuma tot...aggiungi un peso nel baule e calcola quanto consumi in più...certo deve essere un bel peso...

    Concordo con tzadik...sentire delle differenze dipende dalla sensibilità personale...e io credo anche dalla zona in cui il peso viene posizionato...poi è discutibile il prezzo...dobbiamo sempre considerare il marketing, domanda e offerta ecc...non discutibile invece è tutto ciò che anche nel video viene detto sulla pratica, lo studio, per aumentare sensibilità ecc...

    @tzadik secondo me con la grappa nel barilotto vibra tutto meglio...

  10. #10
    Sicuramente dipende dal sassofonista accorgersi di alcune sfumature o cambiamento dell'emissione o altro, ma non riesco proprio a capire come vanno a modificare ciò..... il vari screw per esempio sono viti con pesi che vanno dai 9gr ai 22gr (ripeto 9gr....22gr).....ma come può una vite di un peso simile influenzare un qualcosa........forse il nostro cervello sicuramente. Diverso se i pesi applicati sono maggiori come può essere per esempio questo:

    https://www.meridianwinds.com/shop/W...ce-Weights.htm
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: Vandoren Java T45, Syos Chad LB 7.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: selmer soloist D, claude lakey 8*3, vandoren jumbo java a45

  11. #11
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    9,682
    Piccolo OT
    Le legature AIZEN molto simili alle Flexitone , hanno come differnza una boccola sottostante a cui puoi applicare delle viti Pesate : tre viti per tre pesi differenti. Anche io ero molto dubbioso ma abbiamo fatto su in fabbrica R&C un Blind Test per le 4 situazioni. Ti assicuro che le differenze si sentivano e che lo stesso professionista Trovava differenze nel suonare .
    Molto probabilmente la causa è l’approccio differente del musicista ad un becco “modificato nel peso” ma fatto sta che le differenze si sentono.
    Ricordiamoci che stiamo parlando della parte dello strumento dove il suono viene creato e dove l’approccio del musicista è maggiore.
    Fine OT ( con l’auspicio che i moderatori siano tolleranti )


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  12. #12
    É proprio questo il mio dubbio...posso capire qualcosa che cambia in una legatura, in un becco, nell'anello di congiunzione della campana ma proprio non riesco a comprendere una vite che stringe il collo. Boh....mi sa che devo togliermi il dubbio allora.....vorrei vedere anche professionisti con davanti una decina di sax con applicate queste viti solo ad alcuni riconoscerlo da bendati. Poi tutto é possibile....
    Sax tenore: Selmer SA80 II serie
    Imboccature: Vandoren Java T45, Syos Chad LB 7.
    Sax alto: Grassi Professional 2000
    Imboccature: selmer soloist D, claude lakey 8*3, vandoren jumbo java a45

  13. #13
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    9,682
    Prendi un piombo da pesca (20 gr) incollalo alla vite del tuo sax che stringe il collo (un po’ di colla a caldo o il biadesivo sono reversibili) poi registrati e prova . Se trovi differenze positive abbellisci l’accrocchio magari comperando una vite esteticamente appagante , diversamente togli il peso e ripeti con me : sono solo ca......te commerciali .
    ah dimenticavo , se devi comperare una vite appagante posso fartela io


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  14. #14
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Signature Custom
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  15. #15
    Citazione Originariamente Scritto da nikoironsax Visualizza Messaggio
    Eh no...il paragone non calza per niente ..è come se ti dicessero prendi una macchina vuota consuma tot...aggiungi un peso nel baule e calcola quanto consumi in più...certo deve essere un bel peso...

    Concordo con tzadik...sentire delle differenze dipende dalla sensibilità personale...e io credo anche dalla zona in cui il peso viene posizionato...poi è discutibile il prezzo...dobbiamo sempre considerare il marketing, domanda e offerta ecc...non discutibile invece è tutto ciò che anche nel video viene detto sulla pratica, lo studio, per aumentare sensibilità ecc...
    La mia perplessità nasce dalla seguente considerazione: i consumi di un'auto dipendono da diverse variabili fra cui il peso dell'auto stessa e questo è abbastanza ovvio.. Questa analogia può essere spostata al sax in riferimento a tutta una serie di altre variabili. È chiaro che l'ancia avrà un'influenza diversa rispetto per esempio alla legatura ecc.. Non riesco proprio a pensare come fra le variabili ci possa essere anche la variazione del peso dello strumento e lo spostamento del suo baricentro perché (correggetemi se mi sbaglio) di questo si parla. Però non ho mai provato niente del genere e quindi è chiaro che mi manca un passaggio importante..

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •