Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 33

Discussione: Sax tenore keilwerth SX90R vs P Mauriat 66RUL

  1. #11
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    9,547
    Cerchiamo di stare in argomento , grazie !


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  2. #12
    Mo soccia che spaccamaroni che sei dario! Stiamo parlandi di sax tenori, non gli ho postato la ricetta delle pardelle alla lepre!!
    vedi se ti riesce di essere meno oppressivo qualche volta.......please.
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Signature Custom
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  3. #13
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    9,547
    Tutto il forum tratta di sax !
    Sono state create le Sezioni per evitare una accozzaglia di interventi e, rimanendo negli argomenti delle discussioni create, si facilita la lettura di chi cerca informazioni, tutto qui !


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  4. #14
    Non è che nutrissi la speranza che tu ti rendessi conto di quanto deleteria sia la tua rigidità mentale per questo forum, ma cosa vuoi....sono un ottimista per natura, e spero sempre in un miracolo!
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Signature Custom
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  5. #15
    Citazione Originariamente Scritto da fabbry Visualizza Messaggio
    In realtà sto provando un Keilwerth SX90r modello Black Nickel, quello nero con chiavi dorate. Avendo un Borgani ho notato una notevole differenza nel suono. Il Keilwerth ha un suono più potente e compatto rispetto al Borgani che comunque è un Pre-Jubilee (1998) subito precedente ai Jubilee prodotti successivamente. Il Keiwerth sembra più free bolwing forse per via del canneggio più largo. Il confronto con il Mauriat era in vista dell'acquisto di un altro sassofono del quale mi piaceva sentire qualche parere-confronto.
    Sul sito di Raffaele inghilterra il Keilwerth risuta più costoso di più di mille euro rispetto al Mauriat.
    indubbiamente la meccanica dell'SX90R è molto ben fatta e precisa.
    Poi per quanto riguarda la caratteristica del "suono Selmer" deve probabilemente riferisi a qualosa di specifico e sempre presente nel suono di questi strumenti.
    Di certo se ascolto Stan Getz, Dexter Gordon, Bob Berg o Joe Henderson sento suoni distanti anni luce, eppure sono tutti Selmer...e non abbiamo citato il solito immenso Brecker che con il suo suono irruente ci depista non poco.
    Lo strumento che stai provando è il JK3400-5B-0. Quindi strumento in ottone con doppia finitura (laccato oro e con deposito di nickel fuori).
    https://www.julius-keilwerth.com/en/...rs/sx90r-3400/



    Sul discorso resistenza non saprei dire...
    Ho provato un paio di tenori Borgani moderni e di sicuro non erano strumenti "difficili".
    La resistenza all'emissione dipende da un insieme di cose: canneggio, profilo del chiver e ovviamente dallo stato funzionale dello strumento.

    La meccanica del Keilwerth ha la stessa filosofia "strutturale di Borgani (e R&C): è tutto montato direttamente sul corpo e non su piastra (poi montate sul corpo).

    Suono Selmer = strumento che suona come un Selmer.

    Come suona uno strumento ha poco a che fare su come suona un singolo musicista.
    Ci sono strumenti più flessibili di altri: i Mark VI "buoni" rientrano in questa categoria.



    Se prendiamo una stessa autovettura e la guidiamo con due stili di guida differenti...
    Se tu guidi in modo conservativo... consumerai di meno.
    Se io invece cambio marcia non prima di aver raggiunto i 4000 giri/minuto... il consumo sarà maggiore e Greta Thunberg mi apparirà in sogno maledicendo me e tutti i miei cari.
    Ma le caratteristiche dell'auto rimangono quelle.

  6. #16

    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    manfredonia (FG)
    Messaggi
    674
    Citazione Originariamente Scritto da Marcus Visualizza Messaggio
    Possiedo il Keilwerth e ho provato il PM.
    a parte i grani rigirati sono sax con caratteristiche diverse.
    Sicuramente il Keilwerth ha una fattura più fine....ma diciamo che non è quella che condizione la scelta.
    Sì, ma andiamo al sodo, il suono di questi due strumenti? Ti sono piaciuti entrambi o....? Sono strumenti versatili ( come dice tzadik) o hanno un suono poco personalizzabile? Sono consapevole che nn è facile rispondere.
    Borgani sax tenore pre-jubelee, Guardala trad.
    Sax tenore reference 54, Selmer.
    Flauto Muramatsu SR.
    Sax soprano Yanagisawa S 900 bocchino JJ HR*.

  7. #17
    Forse il Paul Mauriat è più versatile (quello però l'ho solo provato il Keilwerth invece lo possiedo).
    Il Keilwerth ha una forte caratterizzazione: suono compatto, compresso, "educato", forse più statico (che per me non è assolutamente un difetto ma semplicemente una caratteristica)....cambiando becco, ancia, impostazione si raggiungono anche sonorità molto "classiche" (tipo Ben webster per intenderci) ma con una forte caratterizzaione data dal sax ....ed è per questo che mi piace moltissimo.

    Per come la vedo io il PM è un sax che suona molto bene e che rappresenta in generale una più che valida scelta, il Keilwerth è il sax che ha un concetto si suono di un certo tipo e lo sentirai sempre...non so, non riesco a spiegarmi come vorrei...forse potrei fare il paragone con una bici: una city bike va bene un po' per tutto e se metti pnematici fini e cambi manubrio può sembrare una bici da corsa e darti soddisfazioni......al contrario una bici da corsa per rigidezza, impostazione, telaio, sempre da corsa rimane....solo che nel caso delle bici da corsa se gli metti gli ammortizzaotri (amemsso che ci si riesca) non credo dia buoni risultati, nel caso del sax invece hai un certo suono ma con un concetto (un carattere) di fondo che rimane (tra l'altro mi pare che le moto dette Motard siano nate proprio montando pnematici da strada su moto da cross)....

  8. #18

    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    manfredonia (FG)
    Messaggi
    674
    Ok, grazie. Quindi il keilwerth ha una personalità più definita e meno neutra del Muriat, in parole povere meno plasmabile. Anche se sono convinto, con molto studio si può ottenere sempre il tipo di suono che si ha in mente. Spesso lo strumento è un alibi...
    Borgani sax tenore pre-jubelee, Guardala trad.
    Sax tenore reference 54, Selmer.
    Flauto Muramatsu SR.
    Sax soprano Yanagisawa S 900 bocchino JJ HR*.

  9. #19

    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    manfredonia (FG)
    Messaggi
    674
    Poi se il suono keilwerth è questo, che dire, niente male.

    https://www.youtube.com/watch?v=m4AhtpjfL14

    Tra l'altro proprio questo artista adesso adotta un P. Muriat 66 dopo diversi anni con l' RX90R.

    https://www.youtube.com/watch?v=dB57kJe8DLA
    Borgani sax tenore pre-jubelee, Guardala trad.
    Sax tenore reference 54, Selmer.
    Flauto Muramatsu SR.
    Sax soprano Yanagisawa S 900 bocchino JJ HR*.

  10. #20
    Il primo filmato... è un audio registrato in studio, mixato e masterizzato.

    Il secondo filmato... è poco più ch un filmato girato con un cellulare.

    ... non è un confronto proprio omogeneo.

    A livello commerciale, spinge più la Albest (P. Mauriat) perché hanno budget per fare molte cose.
    La Keilwerth è un brand che sopravvive grazie alla Buffet.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •