Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

Discussione: SYOS Mouthpiece Tenor- Dayna Spephens Signature -

Visualizzazione Ibrida

  1. #1

    SYOS Mouthpiece Tenor- Dayna Spephens Signature -

    SYOS “Shape your own sound”

    (crea/modella il tuo suono) così recita il sito https://www.syos.co/en/ per indicare che i bocchini sono fatti su misura in base alle esigenze del musicista (SYOS produce bocchini in plastica (ABS) a mezzo stampante 3D).

    Salvo poi accorgerci che si ha ben poco spazio per “creare” il proprio suono.
    Nella sezione “crea il mio bocchino” viene richiesto il taglio del sax, il genere che si suona, il livello di musicista che si è (principiante, intermedio o professionista), il bocchino in uso e infine l’apertura che si vuole.
    Successivamente si passa a configurare il proprio suono.
    Fino a qualche tempo fa c’erano 3 parametri da poter gestire per configurare il proprio suono (con livelli da 0 a 10):
    1 – brightness (brillantezza)
    2 – power (ovvero la facilità – freeblowing)
    3 – focused/spread (la larghezza del suono: focused era un suono per musica classica mentre spread si andava verso un suon i tipo Dexter Gordon)

    Pur essendo impossibile elencare le varie sfaccettature di un bocchino a mio parere i 3 parametri scelti rappresentavano una buona sintesi.

    Da qualche tempo i parametri sono passati a 2: il terzo (focused/spread) è stato eliminato. I tecnici del sito mi hanno risposto che dato che spesso dava problemi di interpretazione da parte dei musicisti è stato eliminato.

    E qui il primo campanello di allarme: ed ora? Quella caratteristica del bocchino chi la decide? Oppure: era forse inutile quel parametro? E se così fosse chi fino a prima lo utilizzava lo faceva per niente?

    Si insomma qualche perplessità nasce sulla solidità del progetto/crezione del bocchino.
    I parametri inoltre erano rappresentati da un cursore piuttosto sommario e quindi non si aveva l’esatto valore di cosa si stava scegliendo mentre ora hanno inserito anche in indicatore numerico (es. brighteness 4.7/10).

    Ma veniamo ai prodotti.
    Si possono ordinare 2 tipi di becco:
    CUSTOM (ovvero su misura) dove si sceglie tra i 2 parametri - € 299,00 (spese sped. Incluse)
    oppure
    SIGNATURE: in questo caso si sceglie un becco identico a quello che un altro artista (presente nella lista presente nel sito) utilizza, con l’opportunità di variarne l’apertura . € 199,00 (spese sped. Incluse)

    Visto che i parametri che avevo scelto erano identici al becco in uso da Dayna Stephens e visto che quel sassofonista mi piace molto ho optato per un signature Dayna Stephens 7* arancione con legatura verde ("risparmiando così 100.00e su quello che sarebeb stato comunque il becco da me scelto).

    Descrizione del becco:

    plastica, pura plastica dura: nulla di cui sorprendersi visto che assieme alla stampa 3D è proprio quella la particolarità di questi bechci, tuttavia l’effetto giocattolo per bambini è forte (anche per il fatto che è colorato).
    Il becco presenta in superficie tutti gli pressori dovuti ai passaggi successivi della stampante 3D e pertanto la superficie non risulta liscia ma finissimamente righettata (tipo alcune copertine per ricoprire i libri), cosa che comunque (almeno a me) non crea nessun problema.
    Come si vede dalle foto il tetto è caratterizzato dalla presenza di 5 dentini (di cui non conosco l’utilità) mentre la camera mi pare media.
    Inferiormente alla fine della finestra c’è un piccolo dosso.
    Il facing è corto.
    Ricordo che: baffle, camera, tetto, facing, lunghezza NON sono elementi che si possono decidere (forse con richieste specifiche via e-mail) ma non sono previsti nel sito.









    Legatura:
    se il becco si presentava dandomi qualche perplessità la legatura è davvero imbarazzante se non fastidiosa.
    Si tratta di un anello conico della medesima plastica dura di cui è costituito il becco.
    Presa singola costa solo 4,00 € e (qualcuno potrebbe obiettare che a tale prezzo non si può pretendere nulla, io invece la penso diversamente.
    In primis il becco costa 299,00 (o 199,00 € il Signature) compresa legatura, pertanto chiedo che sia data una legatura e non una stupidaggine.
    In secondo luogo invece di criticare (che è sempre facile e bello) cerco sempre di mettermi dall’altra parte e mi chiedo: cosa avrei fatto io? E in questo modo non solo vivo meglio ma ogni tanto imparo anche qualcosa.

    Nella fattispecie cosa avrei fatto io? Beh come minimo mi sarei reso conto di quanto segue:
    la legatura è rigida, ma non come può esserlo un anello in metallo, si tratta di una rigidezza di tipo fragile, ovvero per nulla elastica. Inoltre le caratteristiche della superficie della plastica fa si che l’attrito becco/legatura sia minimo pertanto: legatura rigida, superficie non aderente, comporta che la legatura non si adatti nemmeno un poco all’ancia e una volta fissata si ha un incastro per certi versi labile (on/off per intenderci).
    Visto ciò cosa avrei fatto? Beh rimanendo sul plastico un anello in gomma sarebbe stato più decoroso e comunque moderno o avrei fatto a mano della legatura e avreimesso un coprobecco (tanto più che me l'hanno spedito senza imballaggio..ma questo lo vediamo dopo).



    Veniamo alla prova:

    ammetto che appena ho montato il becco ho pensato “che fregatura” poi però suonandolo in effetti mi son trovato d’accordo con molte recensioni trovate su you tube nel pensare, “cavolo non pensavo”. In effetti il becco ha delle caratteristiche di risposta assolutamente inaspettate. Lo possiedo da pochissimo (2 gg) quindi è presto per dare un’opinione valida ma tutto sommato lo trovo interessante (anche se mi pare sia piuttosto sbilanciato nei vari registri).

    Rimane però di plastica….e si sente, si sente eccome!

    Un buon becco quindi se si pensa ad un becco in plastica, non significa che sia un buon becco in assoluto. Mi spiego meglio con un esempio: un bambino può essere un bravo musicista per essere un bambino, il che non nvuol dire che se fosse un adulto il nostro giudizio sarebbe lo stesso.

    Il punto è che il prezzo dei SYOS è però maggiore di un Jody Jazz HR che però risulta con una sonorità e un equilibrio di tutt’altro livello.



    Opinione personale
    :

    becchi anche interessanti ma carenti rispetto i becchi “veri” con un prezzo assolutamente inadeguato. Costassero 1/3 allora potrebbero avere senso.

    Veniamo infine alla professionalità della ditta (punto dolente):

    Piuttosto deludente.
    Parlano di spedire entro 7 gg invece hanno spedito dopo 3 settimane, ma questo francamente non è un problema.

    La cosa assolutamente vergognosa e inaccettabile è stato il tipo di spedizione (la più economica) e soprattutto l’imballaggio CHE NON C’ERA!!!

    Ebbene sì il becco è arrivato in una normale busta di carta senza alcun imballaggio e faccio notare SENZA CAPPUCCIO.

    Oggettivamente una cosa vergognosa.

    Ho comunque 30 gg per essere risarcito (almeno così ho capito) nel frattempo provo e valuto.


    Un saluto a tutti

    p.s. seguono foto nel post successivo

  2. #2

  3. #3
    LA VERGOGNOSA SPEDIZIONE DALLA FRANCIA (SENZA COPRIBECCO):






  4. #4
    Ma la domanda è: PERCHE'? costa uno sproposito, esteticamente orrendo, perchè ci si ostina a pensare di "creare" cose fantasiose per far credere che se sei una pippa le colpe son tutte tranne che le tue. Perchè proporre sul mercato dei prodotti del genere.. pseudo nuovi bocchini, pseudo nuovi strumenti....tutti con l'assicurazione che il sassofonista moderno non può farne a meno.... poi ti rendi conto che ammiri gente che suonava con dei "ferri vecchi" e facevano paura.
    Boh...scusate lo sfogo
    Bluesax
    Ten. Selmer Super Action 80 serie I
    Ten. Amati Toneking Silver '57 (Stencil Keilwerth Toneking)
    Otto Link STM NY 7*,Dolnet '50 103, Soloist Long Shank 110, Tone Edge 8*
    Lebayle 8, V16 T7 hr
    Sopr. Werner Roth Silver '60 - Super Session J

  5. #5
    No beh dai adesso non predenrtela troppo.

    L'idea non è male: prima cercavi il becco provandone una marea adesso puoi ordinerlo "da asporto" proprio come lo vuoi tu...non sarebbe male...e forse è l'inizio per qualcosa di migliore.

    io ho voluto provare per curiosità, mi andava di avere il becco colorato (ad es. a me piace molto, ma son gusti) il punto è che in effetti la "resa" è maggiore di quella che ti aspetti ma rimane di plastica.

    Un errore l'ho fatto anche io: tutti gli artisti che usano i SYOS citati nel sito fanno musica particolare consonorità particolari...l'unico è Dayna che ha suoni che mi interessano e guarda caso i miei parametri coincidevano esattamente coi suoi..così mi son detto mai dai proviamo...comunque ho un mese per restituitlo, vedremo.....

  6. #6
    Citazione Originariamente Scritto da Marcus Visualizza Messaggio
    No beh dai adesso non predenrtela troppo.

    L'idea non è male: prima cercavi il becco provandone una marea adesso puoi ordinerlo "da asporto" proprio come lo vuoi tu...non sarebbe male...e forse è l'inizio per qualcosa di migliore.

    io ho voluto provare per curiosità, mi andava di avere il becco colorato (ad es. a me piace molto, ma son gusti) il punto è che in effetti la "resa" è maggiore di quella che ti aspetti ma rimane di plastica.
    Se non sai (o non sai ancora) cosa ti serve (e cosa sei realmente in grado di produrre con le tue capacità tecniche e fisiche)... non dovresti nemmeno cercare un bocchino specifico.

    Più acquisci capacità tecnico strumentali, più la tua capacità di analisi aumenta... più capisci cosa ti serve e soprattutto perché (ti serva).



    Un 10mfan stampato 3d (ed era un composto di ABS + polvere di bronzo... approvato FDA) costava metà di quel bocchino lì.
    E design e finitura manuale erano comunque... lo stato dell'arte.


    Con tutte le informazioni che circolano su internet e con la facilità con cui puoi avere accesso a queste informazioni... sembra che la gente si sia spaventata e sia paralizzata.



    Un critica costruttiva: se le foto sono a fuoco, fa più piacere a tutti guardarle.


    P.S.: con 300€ di budget, hai veramente l'imbarazzo della scelta

  7. #7
    Citazione Originariamente Scritto da tzadik Visualizza Messaggio
    Se non sai (o non sai ancora) cosa ti serve (e cosa sei realmente in grado di produrre con le tue capacità tecniche e fisiche)... non dovresti nemmeno cercare un bocchino specifico.

    Più acquisci capacità tecnico strumentali, più la tua capacità di analisi aumenta... più capisci cosa ti serve e soprattutto perché (ti serva).

    Hai già fatto questo discorso ma francamente non lo capisco: non capisco se tu sappia delle mie capacità e mi consigli di non spedere soldi oppure se sia un disocrso generale; nel secondo caso trovo che in generale provare, sperimentare sia una cosa opportuna da fare, da quanto scrivi mi par di capire che secondo te prima devi acquisire capacità poi capisci quello che ti serve (e son d'accordo) ma senz'altro provare aiuta a capire conoscere e conoscersi...provando vari becchi e vari sax ho messo a fuoco molte variabili distinguendo se erano dovute a me o alla strumentzione....per es. tendo a far suonar chiaro gli strumenti...non era colpa del sax, del becco o dell'ancira ma era "colpa" mia...se voglio un suono scuro allora ceroc sax, becchi o ance che abbiano quell'orientamento...



    Citazione Originariamente Scritto da tzadik Visualizza Messaggio
    Con tutte le informazioni che circolano su internet e con la facilità con cui puoi avere accesso a queste informazioni... sembra che la gente si sia spaventata e sia paralizzata.



    Un critica costruttiva: se le foto sono a fuoco, fa più piacere a tutti guardarle.


    P.S.: con 300€ di budget, hai veramente l'imbarazzo della scelta
    In che seso paralizzata? che non sa cosa scegliere?

    Mi spiace per le foto non me ne ero reso conto....mo' ne metto altre.






  8. #8
    Marcus non me la prendo con te era più che altro rivolto all'idea di produrre determinati prodotti... ma poi ognuno è libero di fare e provare, ci mancherebbe
    Bluesax
    Ten. Selmer Super Action 80 serie I
    Ten. Amati Toneking Silver '57 (Stencil Keilwerth Toneking)
    Otto Link STM NY 7*,Dolnet '50 103, Soloist Long Shank 110, Tone Edge 8*
    Lebayle 8, V16 T7 hr
    Sopr. Werner Roth Silver '60 - Super Session J

  9. #9
    È un discorso generale.
    Manca la percezione che ci sono più variabili... ma quella più importante rimane l'uomo e la sua capacità di analisi.
    Non necessariamente la capacità di analisi va di pari passo con l'esperienza musicale (e le capacità).


    La gente è paralizzata perché si accontenta di quello che salta fuori, senza verificare la veridicità ed eventualmente le fonti.
    In questo i forum aiutano, perché sono una "memoria organizzata", mentre i social network no.


    Comunque... passato Halloween quel bocchino è ancora utilizzabile?
    Capisco l'importanza del "branding", ma qui ci hanno preso un po' troppo la mano.


  10. #10
    Si si ridi ridi ....
    comunque più lo provo e più ha un perchè...lo trovo più compresso di altri becchi e nonostante la legatura che fa schifo e un'ancira che proprio non gli è congeniale...mi accorgo di 2 cose importanti:

    1 - è un becco con risposte diverse da tutti quelli che ho
    2 - ha un suono compresso e a fuoco che era quello che mi aspettavo
    3- (ah no erano 2)....

    Tutto sommatto non son pentito ....mi sa che me lo tengo...

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •