Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 16 di 16

Discussione: La trasposizione vista da un pianista-neofita-saxofonista

  1. #11
    Io ho iniziato a suonare prima il flauto traverso, per parecchi anni, e poi da poco il sax, non avendo studiato musica, io prendevo lo strumento in mano e suonavo a orecchio, tranquillamente, senza pormi nessun problema. Ora che riesco a leggere lo spartito....(ho studiato) mi sono imbattuto nel "problema" della trasposizione, ma per me non è un vero problema perchè mi basta pensare a prima, quando non sapevo leggere lo spartito, e per me un sax era solo un strumento musicale, e poco importava il fatto della trasposizione, io lo suonavo senza pormi il problema, e senza difficolta!
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Signature Custom
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  2. #12
    Citazione Originariamente Scritto da almartino Visualizza Messaggio
    Se pensi di suonare solo il Sax Tenore potresti anche pensare di studiarlo con le note reali ma se in futuro avrai la necessità di suonare soprano, alto, baritono ecc ecc e leggere le partiture, imparare un'unica tastiera ti semplifica la vita. L'ideale sarebbe conoscere le varie tastiere...
    E' esattamente quello che stavo pensando. Il mio sogno nel cassetto è sempre stato di suonare il tenore e non credo di voler imparare altri sax. Anche perchè è una cosa che faccio per diletto, non ho intenzione di diventare un professionista (ho gia' una certa ).

    Grazie per la risposta. Attualmente l'unico reale vantaggio di studiare in Sib è che immagino tutti gli spartiti per sax li trovero' gia' trasposti.... non so. Attendo altri eventuali pareri.

  3. #13
    una rettifica al mio messaggio precedente: anche il Soprano è in Sib quindi stessa tastiera del Tenore.
    A:Yana991-JJSJ9 Légère-S2 -A:Conn Wonder Improved JJJ6 Légère-S2-1/4-S:Yana991-Selmer D Légère S-2-3/4-
    C-Mel.:Conn(1923)-LaVoz:Med-S.in Do:Conn(1921)-Buescher- Légère S-2-3/4-S.inoYanaS981-Selmer C* Légère S-3
    http://www.almartino.it/

  4. #14
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    9,342
    Citazione Originariamente Scritto da SaxAppeal Visualizza Messaggio
    Attualmente l'unico reale vantaggio di studiare in Sib è che immagino tutti gli spartiti per sax li trovero' gia' trasposti.... non so. Attendo altri eventuali pareri.
    Infatti la maggior parte del materiale disponibile oggi per il sax é già trasposto per il taglio di sax utilizzato : troverai libri con spartiti e basi in Eb e gli stessi editi anche in Bb . Poi dipende sempre da te cosa vuoi fare , con chi vuoi suonare ecc ecc


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  5. #15

    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    manfredonia (FG)
    Messaggi
    630
    Discorsi interessanti, anche se non ho ben capito qual è il problema legato alla trasposizione.
    borgani pre-jubelee, Guardala trad
    Flauto Muramatsu SR.
    Sax soprano Yanagisawa S 900 bocchino JJ HR*.

  6. #16
    Citazione Originariamente Scritto da SaxAppeal Visualizza Messaggio
    Riesumo questa discussione per me di grande interesse. Sono un chitarrista, quindi abituato a pensare in DO, e sto per iniziare lo studio del Sax Tenore. La questione della trasposizione mi spaventa non poco, tanto che mi sto ponendo il problema se vale la pena di iniziare direttamente NON trasponendo le note ma chiamandole col loro vero nome. Che ne pensate? qualcuno di voi ha già percorso questa strada?
    E' una via percorribile. In molte istituzioni pubbliche del sud Italia (credo siano oggi gli unici casi al mondo) si utilizza ancora oggi questo approccio, che deriva dal modo in cui si insegnava il clarinetto in Italia ad inizio '900.
    Quindi davanti ad uno spartito scritto per sax tenore non leggerai in chiave di violino, ma in chiave di tenore. Quando invece ti troverai davanti uno spartito scritto, ad esempio, per chitarra, e vorrai suonarlo sul sax tenore, leggerai in chiave di violino.

    Però un secondo problema (insieme a quello possibile già esposto da almartino) è che se ti metti a studiare delle parti scritte per sax tenore (quindi già trasposte) dove sopra al pentagramma hai anche delle sigle con accordi (brani jazz, per esempio) oltre a leggere la chiave di violino come fosse una chiave di tenore dovrai anche trasporre tutti gli accordi. Quindi leggerai G come fosse F; C come fosse Bb ecc.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •