Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 25

Discussione: Quali sono stati i Tenoristi più "lenti" del Jazz?

  1. #11
    @ Demerol
    qui http://saxovince.free.fr/forum/viewtopic.php?f=2&t=3833
    trovi 4 pdf da scaricare. Buon lavoro
    TENOR SAX CONN 10M NAKED LADY del '53
    Mouthpiece Francois Louis Spectruoso SP T285 signature
    Ligature Francois Loius pure brass L ten - Flexitone brass
    Mouthpiece Dukoff Miami Super Power Chamber silverite H 8
    Ligature Francois Louis ultimate S Ten
    Reeds Hemke 2,5 - LaVox med - Rico Selected Jazz 3s - Legere Signature 2,5

  2. #12
    stan getz lento è un falso mito...

    insieme a dizzy (e non solo) negli anni 50 faceva i "numeri"...
    album:
    https://it.wikipedia.org/wiki/Diz_and_Getz

    esempio:
    https://youtu.be/4ufDQ11H8RI?t=2m31s

    ...ma c'è tanta altra roba dove dimostra le sue incredibili doti ritmiche

  3. #13
    Coltrane a volte
    sax tenore selmer sba 1948 mk6 m 114906 bocchino francois louis

    ancia di plasticazza (bari) m

  4. #14
    Citazione Originariamente Scritto da RobyJazz Visualizza Messaggio
    @ Demerol
    qui http://saxovince.free.fr/forum/viewtopic.php?f=2&t=3833
    trovi 4 pdf da scaricare. Buon lavoro
    Grazie mille, sei un grande, sto cercando anche Lucky Thompson che mi piace da morire

  5. #15
    Citazione Originariamente Scritto da friskaletto Visualizza Messaggio
    stan getz lento è un falso mito...

    insieme a dizzy (e non solo) negli anni 50 faceva i "numeri"...
    album:
    https://it.wikipedia.org/wiki/Diz_and_Getz

    esempio:
    https://youtu.be/4ufDQ11H8RI?t=2m31s

    ...ma c'è tanta altra roba dove dimostra le sue incredibili doti ritmiche
    Stan Getz, che è probabilmente il mio sassofonista preferito, ha avuto molte fasi e per come la vedo io è come Chet Baker, quando fa poche note ti mette in ginocchio ma sa anche essere un virtuoso.

    Francesco ha detto Coltrane... Nelle Ballad o in certe situazioni particolari certe volte, come un pò tutti, sono stati "lenti" anche Brecker, Parker, Potter, ecc... ma personalmente, non li inserirei tra i "lenti".

    Comunque non è che questa discussione vuole essere dispregiativa verso chi fa poche note, tutt'altro, sono alla ricerca proprio di anti-virtuosi tra i tenoristi, ma i jazzisti che hanno lasciato il segno, essendo tutti capiscuola, erano un pò tutti virtuosi chi più chi meno. Per ora comunque siamo arrivati al punto che probabilmente il più lento Tenorista (per una scelta puramente stilistica) tra quelli fondamentali della storia del jazz, sia stato: "Lester Young", insomma il Johnny Hodges del tenore, o viceversa, come volete.

    La ricerca continua, ragazzi aiutatemi, che sta venendo fuori un dibattito molto interessante :)

  6. #16
    ho indicato Coltrane considerando più l'aspetto :" quando fa poche note ti mette in ginocchio"
    perchè il termine lento richiama nella mia mente altri significati......
    per tornare a bomba sull'argomento-provocazione considera che Lester Young nel periodo i cui suona è considerato al contrario un sassofonista virtuoso e più "veloce"
    dei suoi contemporanei .
    ciò vuol dire che basterà ascoltare uno qualsiasi dei suoi contemporanei per trovare un sassofonista più lento
    sax tenore selmer sba 1948 mk6 m 114906 bocchino francois louis

    ancia di plasticazza (bari) m

  7. #17

  8. #18
    Citazione Originariamente Scritto da fcoltrane Visualizza Messaggio
    ho indicato Coltrane considerando più l'aspetto :" quando fa poche note ti mette in ginocchio"
    perchè il termine lento richiama nella mia mente altri significati......
    per tornare a bomba sull'argomento-provocazione considera che Lester Young nel periodo i cui suona è considerato al contrario un sassofonista virtuoso e più "veloce"
    dei suoi contemporanei .
    ciò vuol dire che basterà ascoltare uno qualsiasi dei suoi contemporanei per trovare un sassofonista più lento
    Hai ragione, e come dice anche friskaletto ben webster è stato probabilmente meno "virtuosistico" di prez e hawk

  9. #19
    Gene Ammons era un maestro del ballad. Per esempio il disco "Gentle Jug". Pero non era "lento"--ha avuto un forte senso di swing, variazione, e sopratutto, the blues. Per esempio il disco Blue Gene.

  10. #20
    ma dico io, per farvi capire, un tenorista che suona sempre così? Con questo suono, sempre con tempi slow cupi e soprattutto facendo due note come questo qua esiste? https://www.youtube.com/watch?v=xY1wBUrdRFg

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •