Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 60

Discussione: Deluso da una aspettativa disattesa

  1. #1

    Deluso da una aspettativa disattesa

    Ciao a tutti,
    apro questo thread in quanto sono da poco andato a vedere, e non solo vedere ma ovviamente anche a soffiarci dentro, il contralto Sequoia Classic di cui si parlava giorni fa e che è in vendita al prezzo, da molti ritenuto oggettivamente piuttosto basso, di circa 500€ e che ha si e no un anno e mezzo di vita.
    Ebbene, la delusione è stata grande quando la persona che lo vende lo ha tirato fuori dalla sua custodia. Avevo visto solo un paio di fotografie prima di farmi più di un'ora di strada e il sax mi sembrava praticamente nuovo, ma si sa, le foto a volte non sono molto veritiere.
    Veniamo al dunque, e qui apro una questione in quanto quanto sto per esporvi mi ha letteralmente lasciato di stucco.
    Il sax in questione presentava evidenti segni di ossidazione, e attenzione, non un paio di segni dovuti ad un uso maldestro dello strumento, anzi, di graffi non ne ho trovato nemmeno uno.
    Il sax si stava ossidando, partita ovviamente parte della laccatura in un'area di circa un paio di cm x altrettanti cm.
    Come può un sax praticamente nuovo iniziare già a ossidarsi?

    Esemplare mal riuscito? Un po' di sfortuna andando a vedere l'esemplare sbagliato?

    Io sinceramente comincio a rivalutare l'idea che mi ero fatto di questi strumenti prodotti a Taiwan, ne parlavano e ne parlavate anche qui sul forum tutti bene di questa marca.

    Da sottolineare che dopo almeno un mesetto che c'é l'annuncio il sax è ancora invenduto ... che strano eh?

    In attesa delle vostre opinioni.

  2. #2

    Data Registrazione
    May 2015
    Località
    estremo ovest con vista sul golfo
    Messaggi
    1,915
    ...ciao... ma oltre a visionare le condizioni estetiche lo hai provato...??? ...e se sì, come suona...???
    Yamaha YTS 82Z Custom UL [Ludovico...] Algola MK1 0.105 ref. Bucci - Yamaha YTS 62 MK1 Purple Logo chiver G1 [Gian Battista...] 10M Fan Robusto 0.108 ref. Bucci --- Conn C. Melody New Wonder II 1925 [ Cherubino...] mouthpiece Conn Eagle 0.100 ref. Bucci / Yamaha Wind Controller WX5 / WT11... New Entry ancora in attesa di avere un nome... Tenore Buffet & Crampon S1 ...

  3. #3
    ...Già,la cosa più importante non l'hai detta,diccela!
    il nero

  4. #4

    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    prov. di Padova
    Messaggi
    2,604
    Theo, evidenti segni di ossidazione non vuol dire "baracca", trovi dei Mark VI con ossidazione e poi spaccano, come trovi dei Mark VI che non suonano. L'hai provato lo strumento? Siamo qua che aspettiamo la risposta
    Contralto selmer SA80 II
    Bocchino Meyer 6 M
    Marca jazz 3-2,5
    FL Pure Brass XL Alto sax
    legatura tradizionale
    Bocchino Rico Royal C5 alto sax

  5. #5
    al mio sax "nuovo" (il reference) si è rovinata la laccatura per colpa della custodia (originale selmer reference) che pone troppo vicino bocchino e collo al fusto dello strumento così che, se si suona e si ripone lo strumento subito in custodia, l'umidità fa marcire la laccatura... il precedente proprietario non se ne'è fatto un problema e sinceramente non me lo faccio neppure io. Ora però lo ripongo spesso in una custodia diversa. Il sax suona da paura!! Ora se dovessi mai venderlo e un acquirente si facesse un problema sulla laccatura rovinata lo reputerei uno sprovveduto.
    Questo sequoia, come suona?
    Tenore: Selmer SBA 49xxx
    Tenore: Selmer Mark VI 98xxx
    Tenore: Selmer Reference 36
    Algola Mark I (0.108")
    Rigotti Jazz 3M/3H - D'Addario jazz select 3H

  6. #6
    Eccomi, scusate ma ero fuori.
    Quanta curiosità, non me l'aspettavo.
    Beh certo che l'ho provato e suona discretamente bene, secondo me. Non mi ha colpito particolarmente, anzi, però devo ammettere che a livello di suono, e soprattutto di armonici non è niente male.
    Io ho potuto fare il paragone diretto col mio Yamaha 62 Purple Logo che mi sono portato appresso e, confrontando i due modelli il Purple Logo ne esce di gran lunga vincitore.
    La meccanica non è a livello del 62, e a livello di suono l'ho trovato intonato sì, ma meno preciso dello Yamaha. Il 62 è un sax riuscito particolarmente bene secondo me (parlo del mio Purple, altri più moderni non ho avuo modo di provarne).
    A livello di suono diciamo che mi è piaciuto questo Sequoia, ha un bel volume, un suono bello pieno e un po' più scuro rispetto a Yamaha, però sarà che è sempre una questione di gusti, a me non ha convinto del tutto e poi il discorso della laccatura già saltata via e l'ossido, ma non poco ragazzi, era bello ossidato dopo un anno e mezzo di vita e il tipo mi ha detto di averlo usato solo un paio di volte e poi riposto nella sua custodia, per cui fra qualche anno cosa ne resta?
    Beh, questo ossido mi ha tolto ogni dubbio e l'ho lasciato, tant'é che se qualcuno di voi è interessato ho visto che è ancora sul mercatino, per cui andatelo a provare e valutate.
    Avevo intenzione di prenderlo per studiarci sopra e tenere il più intatto possibile il Purple ... alla fine ho optato per un Grassi Professional 2000 con 25 e rotti anni sulle spalle, con laccatura quasi al 100% e suono bello pieno e corposo, che mi ha convinto subito.
    Ho dovuto sistemarlo per bene perché era stato trattato non proprio benissimo, era tutto da pulire e da settare, ma ora è pronto all'uso, e me la sono cavata anche con un po' di soldi in meno.

    Cmq mi aspettavo molto di più da quel Sequoia, anche a livello di suono, leggendo qua e la sul forum mi ero creato troppe aspettative ...

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    9,186
    In effetti la delusione dovrebbe essere rivolta verso il venditore che ha effettuato le foto e la cura con cui ha usato lo strumento e non il sax in questione !
    Altro discorso potrebbe essere aperto sul perché la laccatura si é rovinata dopo appena un anno e mezzo, ma li solo chi lo ha tenuto per quel tempo e sa come lo ha usato puó dire qualche cosa !
    Per quanto riguarda L'ossidazione delle parti slaccate é una cosa normalissima !


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  8. #8
    Ciao Il_Dario,
    beh hai anche ragione, però ti garantisco che il sax complessivamente non era per niente stato trattato male, non aveva nemmeno un graffio, per cui mi sento di credere alle parole del venditore quando diceva di averlo suonato solo in un paio di occasioni e poi sempre riposto nella sua custodia, tra l'altro molto bella, ma questo c'entra poco e niente.
    Sembrava, a mio avviso, proprio un difetto di costruzione. Tant'é che pure lui (avrà fatto forse finta?) ha detto di non essersene nemmeno accorto di quel difetto, quando gliel'ho prontamente fatto notare appena estratto dal suo fodero.
    Normale sì l'ossidazione di parti slaccate, sono pienamente d'accordo, ma come fa una superficie del genere a slaccarsi in così breve tempo?
    Io possiedo anche altri sassofoni, uno di questi è stato trattato senza troppi accorgimenti, senza pulirlo dopo aver suonato, ogni tanto qualche graffio, qualche botticella, ha circa 30 anni e li ha vissuti tutti, io l'ho usato per circa una decina e il precedente proprietario almeno altrettanto, ma è messo, a livello di laccatura, decisamente meglio.
    Non so che dire, a me ha lasciato un senso di delusione ... troppe aspettative forse ? Chissà

    Non suona male, eh, non sto dicendo questo, suona piuttosto bene, se la cava bene ... a mio avviso il mio Yamaha suona meglio, tralasciando appunto la meccanica che non c'è paragone ... e sempre a mio avviso il Professional 2000 suona meglio, ma ripeto, questione di gusti.

  9. #9
    che suoni meglio, scusami, che suoni più intonato un grassi contralto non ci credo... hanno la fama di contralti STONATISSIMI. ne possiede uno il mio babbo dal 1971. strano che non te ne sei accorto se poi confrontato con il tuo.
    Tenore: Selmer SBA 49xxx
    Tenore: Selmer Mark VI 98xxx
    Tenore: Selmer Reference 36
    Algola Mark I (0.108")
    Rigotti Jazz 3M/3H - D'Addario jazz select 3H

  10. #10
    Algola, ma che modello ha il tuo babbo? Nel 71 se non erro i Professional 2000 neanche esistevano, e nemmeno i Prestige, ma esistevano solo quelli standard che non sono poi sti gran strumenti, niente di pro in pratica. Poi anche se non usi il maiuscolo si capisce lo stesso
    Io ho un tenore Prestige che è tutto fuorché stonato. Il contralto Pro 2000 non ho detto che è più intonato, ho detto che suona meglio, ovvero ha un bel suono. A livello di intonazione non è come lo Yamaha, ma non è neanche come lo descrivi tu. Se lo fosse, fidati, me ne sarei accorto
    P.S. Conosco gente che in America preferisce suonare sui Grassi che sui Selmer, se fossero tutti così stonati come dici tu non la riterrei una cosa possibile (parlo di linea Pro eh)
    Il confronto diretto, là, l'ho fatto solo col Purple Logo, il Grassi Professional 2000 l'ho preso subito dopo.

    Cmq paragonare la slaccatura di un Selmer Marco VI slaccato che quindi ha 50 e passi anni con un sax nuovo con poco più di un anno di vita ...
    Qui si tratta di un prodotto appena uscito dalla fabbrica, e tra l'altro sorge una domanda : la garanzia dovrebbe coprire o no questi difetti?
    Cosa fanno, ti rilaccano nuovamente il sax? O fanno prima a dartene un altro? O magari ti dicono : chissà come l'ha trattato, questa è usura e pertanto non coperta da garanzia

    Non vorrei mai trovarmi nei panni di chi l'ha comperato nuovo, dopo averlo pagato 1.400€ circa e faticare per venderlo a 500 smenandoci circa un migliaio di euro.

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •