Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 46 a 54 di 54

Discussione: opinioni ance sintetiche?

  1. #46
    Sono indeciso tra la Legere Classic 2 e la Signature 2 ho un bocchino chiuso da studio senza nome e uno Yamaha 5c .
    Chi ha usato la Classic mi conferma che il suono è più scuro rispetto alla Signature? Adesso uso Vandoren blu 2. Grazie

  2. #47
    Qualcun'altro ha avuto esperienza con le ance della Silverstein ?
    Noi a scuola le stiamo provando, siamo molto contenti, e come già detto da Robnick, ci sembrano quelle più vicine, come senzazione, a quelle di canna.
    Quello che ancora non sappiamo è se, a differenza delle Legere che abbiamo sempre adoperato, nella produzione di massa riescano effettivamente a garantire una costanza sulla durezza tra un lotto e l'altro

  3. #48
    Con quello che costano ci si aspetterebbe di si, io per esempio, non sopportando l'effetto plasticoso in bocca, ho definitivamente sposato la canna naturale, e sono contento.Per me, comunque, quelle che mi hanno sempre dato le migliori sensazioni, sono state le Forestone.
    Alto Yamaha 875 EX Gold Plated
    Alto Trevor James Signature Custom Raw
    Tenore Selmer SA80 Silver
    Tenore Rampone & Cazzani Performance
    Flauto Muramatsu SR Heavy
    Flauto Briccialdi 9612 All Silver

  4. #49
    Io per un paio di anni ho usato le bari, dopo aver partecipato ad un seminario con Dave Liebmann, che ne era un gran sostenitore. Non mi hanno convinto fino in fondo, a me risultavano poco duttili. Poi sono tornato alla canna, e ultimamente, come descrivo nella discussione specifica, sto sperimentando approfonditamente le legere america cut. Mi hanno veramente sorpreso, tanti pregi. Per ora il limite principale è relativo al controllo del suono in determinate situazioni, effettivamente, suonando liberamente senza troppa attenzione, ed anche ascoltandole suonate da un amico professionista, subito dopo una buona in canna, un lieve effetto vibratino plasticoso esce fuori..devo capire se dipende dal poco studio con questa ancia o se è inevitabile.

  5. #50
    io sto valutando se prendere una legere signature 3.25 sul mio Selmer S80 E per tenore...
    Ovviamente ci suono in banda e concerti serali con cantati classici.
    Sax alto: Selmer III - Selmer Concept - Ligature: BG L11 Gold Plated - Vandoren Blue 3
    Sax tenore: Yamaha PLUTUS1 - Selmer S80 E - Ligature: BG L41 - Legere Signature 3
    Sax Baritono: Grassi BS210 - Selmer S90 180 - Ligature: vandoren optimum - Vandoren Blue 3 1/2

  6. #51
    Perchè non legere american cut? Io non ho provato le signature, ma sono andato direttamente sulle a.c. perchè sono le più recenti e sentendo ie varie opinioni pare che effettivamente vadano un pò meglio. Il problema può essere azzeccare il numero, visto quello che costano..

  7. #52
    Non so perché ho letto che le cut sono più brillanti a livello sono.
    Ci vorrebbe una comparazione ma non si può fare ovviamente se non le si comprano tutte
    Ultima modifica di Il_dario; 22nd August 2022 alle 16:54 Motivo: Non quotare interi post soprattutto,se sono immediatamente precedenti al tuo commento
    Sax alto: Selmer III - Selmer Concept - Ligature: BG L11 Gold Plated - Vandoren Blue 3
    Sax tenore: Yamaha PLUTUS1 - Selmer S80 E - Ligature: BG L41 - Legere Signature 3
    Sax Baritono: Grassi BS210 - Selmer S90 180 - Ligature: vandoren optimum - Vandoren Blue 3 1/2

  8. #53
    Se il produttore ti dice che sono più brillanti, è presumibile che sia così.
    Il produttore non ha interesse a orientarti nella scelta dell'ancia... in modo da "fuorviarti!


    Légère "American Cut"

    https://www.legere.com/wp-content/up...sonality-1.png


    Légère "Signature"

    https://www.legere.com/wp-content/up...ersonality.png
    In vendita:
    - Clone Otto Link Tone Edge Slant Signature No Usa #8 per sax tenore (Simone Borgianni): https://www.saxforum.it/forum/showthread.php/28566
    - TMS #7* Square Chamber per sax soprano (rework by Fabio Menaglio): https://www.saxforum.it/forum/showthread.php/28363

  9. #54
    Ragazzi, sto continuando a sperimentare a tappeto le ance legere america cut, e temo di avvicinarmi a un punto di non ritorno...nel senso che mi risulta sempre più faticoso ottenere un suono soddisfacente su tutto il registro con le ance di canna, anche se selezionate e di buona qualità. E le "american cut" le utilizzo solo da un mese! Parliamoci chiaro, l'emissione non è proprio "uguale", come del resto non lo è nemmeno tra due ance di canna della stessa marca, ma con quelle si cambia spesso, quindi non ci si fossilizza....Non so se è il caso di immergermi completamente in questo tentativo, serio, di neutralizzare con lo studio e la pratica certe minime incertezze nella rotondità del suono e talvolta nell'intonazione delle "legere". Finalmente, in settimana tornerò a suonare e a confrontarmi con altri che conoscono il mio suono. Per me sarà una verifica importante, i pregi che ho riscontrato sono veramente "consistenti", ma i difetti? Qualcuno ha avuto i miei stessi dubbi? Cerco conforto da chi è passato definitivamente alla "plastica", ed eventuali indicazioni da chi è tornato alla canna..
    Ultima modifica di ogundejazz; 11th September 2022 alle 17:15 Motivo: errori

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •