Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: YAS62II vs YAS62III vs YAS62 Purple Logo

  1. #1

    YAS62II vs YAS62III vs YAS62 Purple Logo

    Sperando sia di vostro interesse vi riporto le mie impressioni sulla prova dei suddetti strumenti. Tralascio tutte le differenze tecniche, reperibili su qualunque sito, per raccontare invece le mie impressioni a livello di feeling e timbro. Specifico ovviamente che si tratta delle mie impressioni personali che riguardano specificatamente questi tre esemplari. Quindi come l solito, nessuna pretesa di generalizzazione.

    YAS62III: Provato in un negozio la scorsa settimana, quindi assolutamente nuovo, privo di regolazioni o setting particolari, semplicemente set di fabbrica. Laccatura gold molto bella, più scura della classica gold yamaha, si avvicina quella del 54 hummingbird. Devo dire che meccanicamente è stato davvero imbarazzante. Un Uzi... action bassissima tanto da dovermi resettare, probabilmente l'alto dalla meccanica più bassa che abbia mai provato; non voglio dire che avvicinava quella di un soprano ma quasi... Ma l'altezza non era l'unico parametro impressionante. Una sensazione di compattezza, di immediatezza incredibili. Una fluidità meccanica eccezionale. L'andata e il ritorno delle chiavi, l'insieme dell'ergonomia degli angoli delle leve, l'elasticità delle molle e tutto il resto fanno si che lo strumento sia collegato direttamente all'esecutore: mente-sax... Punto. Come se nelle proprie articolazioni non si percepisse sforzo o “intenzionalità”. Dal punto di vista dell'emissione lo strumento è decisamente free blowing oriented, e colpisce per la facilità di emissione su tutto il registro. I bassissimi e gli acutissimi sono particolarmente semplici. Intonazione? Poche chiacchiere, perfetta. Per quanto riguarda il timbro sembra un deciso passo avanti rispetto al 62 II. D’accordo, è sempre yamaha, il sound è quello li, compatto, centrato, mai slabbrato, però questo 62III ha in se un certo calore che mentre nel 62II va cercato, qui sembra sempre presente. E poi c’è un inaspettata disponibilità alla malleabilità timbrica che nel 62II non trovavo. Qui senza cambiare imboccatura riesco a cambiare in modo consistente il timbro, il qualetrasmette una certa intenzionalità del musicista… Come nel 62II e nel Purple Logo rimane la tendenza del suono ad assottigliarsi man mano che si sale nell’ottava alta. Nel complesso devo dire che è stata una rivelazione, avendo letto che yamaha non aveva fatto cambi radicali rispetto al precedente devo dire che un passo avanti deciso c’è, e soprattutto a livello timbrico sembra di suonare uno strumento molto più pregevole rispetto al precedente 62.

    YAS62 seconda serie: è stato il mio strumento per diversi anni tra il 97 ed il 2004 circa. Strumento sempre tenuto in perfette condizioni, senza luce dai tamponi... etc. Quello che riporto è basato sulle sensazioni che ho in memoria ed in piccola parte da quello che spesso ascolto da altri musicisti che lo suonano a fianco a me. Anche per il 62 seconda serie che avevo la meccanica era un punto forte, assolutamente affidabile, “costante” in tutti gli anni che l'ho avuto con me. Pur avendolo spesso portato a revisionare il riparatore non ha mai dovuto apportare interventi particolari se non al primo intervento in cui si era occupato del perfezionamento della chiusura di tutte le chiavi.
    Il 62II è semplicemnte uno strumento senza difetti. Perfetto? Uhm. “Giusto” direi, ma “senza difetti” non vuol dire “con pregi”. Quello che voglio dire è che parliamo di uno strumento equilibrato, veloce, però è come se mantenesse il suo modo di essere senza lasciarsi influenzare al musicista. Nel bene e nel male. Non so bene come spiegare. E' come se mantenesse un certo distacco. Asettico? Freddo? Ci si integra nella meccanica perchè è ben compatta, ma non a livello di quanto accade col III e col Purple. Stiamo parlando sempre di strumenti yamaha, quindi date a queste mie impressioni sempre la dimensione dovuta al contesto di un confronto fra sax yamaha. Però tra i tre il 62II è quello meno amichevole. Per esempio, questo mio esemplare ed altri due che ho potuto provare, hanno sempre mostrato una certa durezza nell'emissione del do basso. Come avessero la tendenza a far uscire l'armonico. L’emissione è leggermene più dura che nel II e l’intonazione è perfetta. A livello timbrico il suono è compattissimo, il suono del 62II penso lo conoscano tutti, quello in cui pecca è probabilmente la plasticità timbrica. Monti quel bocchino e hai quel suono, monti quest’altro bocchino e hai quest’altro suono. Insomma non è che segua più di tanto le sfumature espressive, ma per molti questo potrebbe essere anche un pregio. Si può suonare come si vuole, ci si può rilassare, si può commettere qualche errore l’imboccatura o di emissione, e lui una mano ve la da sempre. Insomma, lasciate il volante e lui rimane in traiettoria.


    YAS62 Purple Logo: è il mio strumento, l'ho acquistato circa un anno fa da un utente del forum, Re Minore, che ringrazio ancora... Fa parte della prima serie, quella con la serigrafia rossa sulla campana. Lo strumento ha diversi segni del tempo, qualche zona del fusto e della campana è slaccata ed il collo in particolare è slaccato per un buon 70-80%. Diteggiando su questo Purple si capisce perchè sia stato uno dei protagonisti nell'accrescere la reputazione dei sax yamaha. La meccanica nonostante gli anni è compattissima e silenziosissima. Su tutte le chiavi mantiene una coerenza di funzionamento e di feeling, una precisione, un'assenza di giochi o rumori davvero eccezionale. L’intonazione è ottima, l’emissione direi che è a metà strada tra il 62 II e III, sempre facile. In particolare quello che mi ha stupito è la facilità con cui questo strumento sostiene la nota anche a livelli di volume (e di emissione) bassissimi e anche sulle note basse, cosa che nel II sembra invece molto più difficoltosa. E pensare che mentre nel 62 II tutti i tamponi chiudevano perfettamente, in questo Purple le ultime tre chiavi della mano destra non lasciano qualche spiraglio di luce. Cosa che dovrebbe complicare ancor più l’attacco e certi passaggi sulle note basse. Ma questo strumento ha una facilità sulle basse - che sono da sempre il mio punto debole - davvero disarmante. Ogni volta che decido di portarlo dal riparatore a regolarlo alla fine rimando sempre perché davvero in questo aspetto è il sassofono migliore che abbia mai provato… Anche in questo troviamo la caratteristica presente sia sul II che sul III di assottigliare leggermente la timbrica man mano che si passa alle note più alte dell’ottava alta. Una cosa che invece lo distanzia nettamente dal II, ma un pò anche dal III è la plasmabilità timbrica. Non siamo su un conn, questo è ovvio, ma il Purple pur nella sua compattezza timbrica e nel focus sempre costante concede un calore e un velluto sconosciuti agli altrui due. Armoniche e subtone piacevolissimi sempre pronti e alla portata di tutti. Ed il tutto mantenendo sempre quella dote di “guida”, di supporto, di amichevolezza e confidenza che troviamo in parte anche sul III

    Aggiungo qualcosa per potervi regolare nella lettura della recensione:
    Imboccature usate: Vandoren Jumbo Java A45 e Meyer6
    Livello musicista: medio basso, suono poche ore la settimana e ho interrotto per quelche anno… suono prevalentemente musica leggera con parti di accompagnamento e soli. A volte però è utile anche il parere si un non professionista, che può mettere in evidenza delle caratteristiche negli strumenti dovute a difficoltà tecniche su cui i pro normalmente sorvolano.
    Strumenti posseduti: Soprano Borgani jubillee vintage, Soprano Borgani anni 70 (che ancora ho), Alto YAS 62 II, Alto Reference 54, Alto YAS62 Purple Logo (che ancora ho), Tenore Rampone e Cazzani R1 Jazz AGU, Tenore YTS25, Tenore Huller (che ancora ho)

    Spero di essere stato utile, domandate pure se avete curiosità su cose che ho tralasciato.

  2. #2

    Re: YAS62II vs YAS62III vs YAS62 Purple Logo

    Tutti e tre hanno chiver differenti, sbaglio?
    A. Selmer SAII 80 (1991)
    Francois Louis Spectruoso Signature SP205

    T. ​Buescher True Tone stencil (192x)
    Pillinger NYT HB 8 reworked by SB

  3. #3

    Re: YAS62II vs YAS62III vs YAS62 Purple Logo

    Ciao a tutti.

    Rispondo al quesito posto da Apollo Creed: YAS62III - kiver pressoché identico (non uguale) al Purple logo; YAS62II: proprio diverso.
    Ciao. gbcorti
    Gian Battista Corti
    Yamaha Music Europe
    Artist Relation & Product Development Manager

  4. #4

    Re: YAS62II vs YAS62III vs YAS62 Purple Logo

    Perché Yamaha è tornata sui propri passi?
    A. Selmer SAII 80 (1991)
    Francois Louis Spectruoso Signature SP205

    T. ​Buescher True Tone stencil (192x)
    Pillinger NYT HB 8 reworked by SB

  5. #5

    Re: YAS62II vs YAS62III vs YAS62 Purple Logo

    per gbcorti: il mio YAS custom 875 EX silver ha il chiver G1, è come quello dello YAS 62 III?
    Contralto Yas 875 EX Silver
    Meyer 5, Rigotti 3 e molte altre ance in prova

  6. #6

    Re: YAS62II vs YAS62III vs YAS62 Purple Logo

    Ciao a tutti,

    come ho detto in preceddenza
    YAS62III - kiver pressoché identico (non uguale) al Purple logo
    si tratta di un chiver abbastanza simile ma non esattamente lo stesso.
    YAS875EX collo G1: è il collo più ampio come cameratura e realizzato interamente a mano..
    YAS62II: il collo era simile (non identico) al G1 ma "tirato" a macchina.
    Ciao. gbcorti.
    Gian Battista Corti
    Yamaha Music Europe
    Artist Relation & Product Development Manager

  7. #7
    Ciao,

    Gbcorti, una domanda: ma quindi secondo te meglio un yas 62 purple logo senza collo G1 che un nuova serie con collo G1?

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Blue Train
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Genova
    Messaggi
    6,441
    Una domanda dopo 7 anni, di questo passo la risposta potrebbe arrivare nel 2027

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    9,687
    Tanto che più che ormai da un lustro :

    Citazione Originariamente Scritto da Alessio Beatrice Visualizza Messaggio
    A causa di sopraggiunti impegni di lavoro Gian Battista ha poco tempo da dedicare al Forum e in caso di bisogno di scrivere direttamente a: gian.battista.corti@music.yamaha.com


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Discussioni Simili

  1. Tenore Yamaha YTS Purple Logo
    Di theonlyfly nel forum Tenore
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22nd July 2014, 11:03
  2. Purple logo
    Di Pavl nel forum Yamaha
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19th January 2013, 17:02
  3. Yamaha yts 61 purple logo
    Di ilcama nel forum Tenore
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 2nd July 2012, 12:30
  4. Investire su Yas62?
    Di Pixpower nel forum Contralto
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 28th March 2011, 22:33
  5. yamaha yts-62 "purple logo" in casa Puma!!!
    Di pumatheman nel forum Tenore
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 25th January 2009, 18:30

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •