Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: effetti per sax

  1. #1

    effetti per sax

    salve a tutti...sto tentando di concepire una pedaliera di effetti da usare col sassofono...come effetti pensavo di inserire principalmente un delay...un'harmonizer e un riverbero...(oltre che compressore, EQ, loop, ecc..., ma questi effetti sono piu che altro di fino)

    ho provato a documentarmi ma non ho avuto tanta fortuna...mi appello a chi ne sa piu di me...qualche consiglio???
    Sax Alto: Yanagisawa 901 Satinato, Selmer SuperAction II, Selmer Soloist E, Vandoren Blu 3 1/2
    Sax Tenore: Selmer SuperAction I, OttoLink Metallo 7*, Vandoren Blu 3 1/2
    Sax Soprano: Yanagisawa 990, Yanagisawa 5, Vandoren Blu 3
    Sax Baritono: Yanagisawa 901, Yanagisawa 8, Vandoren Jazz 3

  2. #2

    Re: effetti per sax

    Devi cercare effetti per voce: chi suona il sax di solito usa quelli. Io ti consiglio quelli della TC Helicon: la qualita' e' ottima, sono robusti e costano il giusto.
    Segretario Mark VI Society
    Non e' importante dire sempre tutto quello in cui credi, ma e' importante credere sempre in tutto quello che dici

  3. #3

    Re: effetti per sax

    Io uso da poco questo: TC Helicon VoiceTone E1 Vocal Echo & tap Delay. E mi trovo bene, ha eco e la cosa più importante: il delay! Il tap delay!!! Pagato circa 150 euro da Thomann!
    Tenore Selmer SA 80 serie II ('87) Berglarsen Metal SMS 2 -115 (ance rico)
    Alto Yamaha yas 62 - (neck G1) berglarsen Metal SMS 2 - 95
    (Home recording) Motu 828 MKIII - Logic 9 - Imac

  4. #4

    Re: effetti per sax

    Citazione Originariamente Scritto da pidersax
    salve a tutti...sto tentando di concepire una pedaliera di effetti da usare col sassofono...come effetti pensavo di inserire principalmente un delay...un'harmonizer e un riverbero...(oltre che compressore, EQ, loop, ecc..., ma questi effetti sono piu che altro di fino)

    ho provato a documentarmi ma non ho avuto tanta fortuna...mi appello a chi ne sa piu di me...qualche consiglio???

    Ma vuoi assemblartene una te, come fanno molti chitarristi?

    In questo caso le opzioni sono due: o usi i pedalini singoli per voce che ti interessano (e non mi sembra ce ne siano tantissimi in commercio), oppure utilizzi quelli per chitarra elettrica (e qui ce ne sono anche troppi).
    In questo secondo caso devi mettere in conto, oltre ai pedali, un preamplificatore del segnale in arrivo dal microfono e una DI box in uscita, più eventualmente un alimentatore del tutto (ti vengono 5/6 o + aggeggi collegati in serie ed è comodo che vengano alimentati da una unica sorgente la quale la colleghi alla rete elettrica).


    Altra soluzione sono le pedaliere già fatte e finite, per voce o per chitarra (in questo caso serve sempre comunque l'amplificatore e la DI).

    Tutte le alternative sono abbastanza utilizzate (salvo forse la catena di pedalini per voce, perché alla fin fine una serie di pedalini ad esempio TC helicon ti vengono a costare un prezzo paragonabile - o forse più alto - di una pedaliera intera), quindi quale soluzione scegliere è una questione di esigenze e preferenze ...

    Per quello che hai scritto che ti serve, una cosa tipo i prodotti TC Helicon, come suggerito, è molto interessante.

    http://www.tc-helicon.com/products/
    Tenore: Grassi Professional 2000, Borgani Jubilee - OL STM - Absolute ST - Ance varie
    Soprano: cinese senza nome - Bari Hr - Rico SJ 3

  5. #5

    Re: effetti per sax

    Preparati a spendere assai: io ne ho una assemblata (tipo chitarra).

    A mio parere se prendi un preamp hai tutto il mondo in quanto nessuno ti vieta di utilizzare i pedali da voce (che son pochini e spesso molto "ordinari" anche se di buona qualità), ma allo stesso tempo puoi utilizzare tutto il mondo dei pedali da chitarra. Io mi sono trovato molto bene con un preamp valvolare della ART: prezzo onesto e tanta resa. Nel futuro, quando sarà il momento, cambierò la valvola originale con una di livello superiore. La valvola peraltro sul sax tende a "colorare" un po' il suono cosa utile in quanto ad esempio i looper tendono molto a "freddare" il suono del sax (poi se ci abbini un mic dedicato al solo suono acustico è un altro discorso). Un preamp serve anche per settare a modo il volume d'ingresso in modo da non avere inneschi e allo stesso tempo da dare un segnale di livello decente ai singoli pedali.

    Quindi a monte di tutto ciò occorre investire anche su un microfono dedicato con il quale studiare giornalmente in quanto diventa parte integrante dello strumento. Per anni ho utilizzato un SM58, microfono semplice da gestire, ma sto valutando altro (forse un AKG 414 chissà).

    Dal preamp puoi entrare nei vari effetti. Per quel che riguarda il pitch shift-harmonizer ne esistono di diverse tipologie:
    1- intelligenti, ovverosia armonizzano in base alla tonalità. Alcuni di questi permettono di impostare anche voicing e altre robette utili
    2- per moto parallelo, armonizzano per moto parallelo appunto a seconda dell'intervallo impostato (i mitico Whammy ad esempio)
    3- esistono anche harm come il Boss Ps-6 che fa tutto ciò

    Reverberi e Delay funzionano molto bene sul sax e qui c'è davvero il mondo. Io ho utilizzato l'Hall of Fame della Tc come reverbero (praticissimo e con un buon risultato) e il NOVA Delay sempre Tc che sto vendendo perché sono innamorato del Line 6.

    Di looper ce ne sono molti da quelli più "ingabbiati" tipo i Boss a quelli che permettono maggiore libertà e "casualità" nella gestione dei loop come i Electro Harmonix.

    Per quel che riguarda equalizzatori, phaser e modulatori in genere, bisogna tenere sempre presente la tipologia di progetto dove vuoi integrare l'elettronica: considera che il sax ha di suo un suono acustico molto forte e "invadente", di conseguenza se utilizzi un sistema di casse di medio-piccola potenza devi tener presente che il suono acustico passerà sempre. Non è un difetto ovviamente, anzi è il modo in cui utilizzo principalmente il mio set di pedali, tuttavia bisogna saperlo e ovviamente questa "modalità" rende poco efficaci effetti di modulazione del suono perché tendono a "confondersi" col suono acustico. Se invece prevedi di utilizzarlo principalmente con un "front" regolare allora il suono acustico diverrà secondario rispetto al suono amplificato di conseguenza phaser e modulatori diventeranno più interessanti.

    Le distorsioni, oltre che un pò banali, tendono a dare problemi per via di inneschi e per il suono in genere "poco interessante": che ci fai con un overdrive quando con il growl riesci ad ottenere un risultato simile? In ogni caso in questo campo, o si lavora con un pickup applicato al collo dello strumento o al bocchino in modo da entrare in diretta sull'effetto, oppure occorre un distorsore digitale che permetta di regolare in modo esatto volumi di ingresso e di uscita altrimenti il rischio di innesco è dietro l'angolo. Io, le rare volte che mi serve, utilizzo il distorsore della Loopmachine (Boss RC300) che non è un granché ma che a moltissimi parametri configurabili in modo da ottenere un risultato "stabile".

    Da ultimo, ma non meno importante, bisogna prendere un board decente per fissare i pedali con del velcro, sennò mentre li azioni ti camminano per il palco.
    Il migliore probabilmente è il Pedaltrain, ce ne sono di diverse misure a seconda delle tue esigenze. Se viaggi in aereo dovresti prendere la versione HC (ovverosia Hard Case, cioè con il Flight Case da imbarcare), altrimenti ti basta la versione con la gig bag (che costa molto meno).
    A questo come già detto, va aggiunto uno o più alimentatori con linee isolate, altrimenti avrai una gran "ronza" parassita. Ottimi, ma ovviamente costosissimi, i Voodoo lab che supportano varie tipologie di alimentazione. Attenzione: soprattutto i pedali più complessi, tipo il Line 6 o i Looper, hanno alimentazioni "particolari"; bisogna quindi verificare che il suddetto alimentatore supporti le caratteristiche dei tuoi pedali.
    Dal sopranino al baritono R&C
    http://www.davidbrutti.com

  6. #6

    Re: effetti per sax

    Per microfonare ti consiglio lo SHURE SM57 (uno standard di qualità che usano tutti i service) e come processore per iniziare il LEXICON MX200 (ha 2 processori e puoi settarli separatamente o mixarli insieme, delay, reverbero, flanger, phaser, reverse, etc..).
    inoltre il lexicon ha i controlli analogici (pur essendo digitale), questo ti permette di prendere confidenza per farti più avanti una pedaliera di pedalini analogici, personalizzati, di qualità superiore..

    i link:

    http://www.lexiconpro.com/en-US/products/mx200

    http://www.shure.com/americas/products/ ... microphone

    buona musica!
    T R&C FISM + POMARICO cristallo + V16 3
    A MEAZZI
    S R&C DELUXE + YAMAHA 5c + V16 3

  7. #7

    Re: effetti per sax

    In data odierna.

    Ste

  8. #8

    Re: effetti per sax

    Perdonate l'infinita ignoranza, ma la DI box dopo l'effetto serve attiva o basta una passiva? :BHO:
    GLi harminizer TC Helicon per voce necessitano anch'essi di preamp e DI?

    un grazie anticipato a chi avrà la pazienza di rispondermi
    CIAO
    ENRICO
    Tenore Yanagisawa 901 - Jody Jazz DVNY 9*
    Soprano R&C R1Jazz raw brass - Lebayle Ebony Wood LR chamber 8
    Alto Yanagisawa 991 - Vandoren vintage

  9. #9

    Re: effetti per sax

    La scelta della DI andrebbe fatta in funzione della natura del segnale.

    La DI attiva, in sostanza, fa sia il lavoro di bilanciamento (cioè prende il segnale, lo duplica e lo sfasa di 180°... il mixer fa un somma in controfase dei due segnali e comunque hai il raddoppio della potenza del segnale per via della somma) sia una lavoro di preamplificazione: alla fine la DI attiva è un preamplificatore (con un guadagno fisso di in genere +30/40 dB... che però puoi ridurre).

    In ogni caso... le DI attive hanno comunque i vari pad (attenuazione) per abbassare la potenza del segnale, se (pur essendo sbilianciato in entrata) è già bello forte. Il motivo per cui si riduce... poi è per far lavorare i preamplificatori a valle (...).

    Cambia anche il fatto che i vari sistemi (DI attiva e DI passiva) hanno una risposta in frenquenza leggermente diversa.
    Sono cose minime... ma già anche avendo spie non eccellenti (e mixer non eccellenti) si riescono ad apprezzare.

    Teoricamente poi... in base al tipo di segnale da bilanciare ci sono DI specifiche per le varie applicazioni: sono finezze... più cose professionali dei service.


    In generale... la DI attiva è più versatile della DI passiva. L'importante è che sia una DI "discreta".

  10. #10

    Re: effetti per sax

    Grazie TZA, illuminante come sempre!
    Preamp e DI sono sempre necessari o esistono degli effetti (tipo TC helicon Voice..) che possono farne a meno?
    Un preamp e una DI discreti quali potrebbero essere?
    rigrazie
    Tenore Yanagisawa 901 - Jody Jazz DVNY 9*
    Soprano R&C R1Jazz raw brass - Lebayle Ebony Wood LR chamber 8
    Alto Yanagisawa 991 - Vandoren vintage

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Discussioni Simili

  1. Effetti
    Di MarcoSaxJazz nel forum Elettronica e sax
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 29th July 2014, 13:22
  2. effetti sax
    Di sanborn nel forum Elettronica e sax
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28th January 2014, 13:05
  3. effetti sax
    Di massimo nel forum Elettronica e sax
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29th October 2013, 16:11
  4. Effetti sul sax
    Di Ctrl_alt_canc nel forum Elettronica e sax
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 2nd February 2013, 14:13
  5. Effetti nu jazz
    Di Ganesh nel forum Elettronica e sax
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27th October 2010, 18:02

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •