Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26

Discussione: Difference fra YAS82Z e YAS82Z - nuova serie "02"

  1. #1

    Difference fra YAS82Z e YAS82Z - nuova serie "02"

    Buongiorno a tutti.

    Desidero darvi informazione circa le differenze fra YTS82Z e YTS82Z 02 (attenzione: valgono anche per i modelli YAS82Z e YAS82Z 02).
    Diciamo che le differenze sostanziali sono cinque:
    1) La campana dei modelli 82Z 02 è realizzata in un solo pezzo battuta a mano.
    2) Il fusto dello strumento (chiver compreso) nei modelli 82Z viene sottoposto a trattamento criogenico.
    3) Il chiver sugli YTS82Z era un G3 (o G1 nel caso degli alti). Ora si tratta del chiver V1.
    4) I risuonatori sono in metallo.
    5) Modificata la posizione e struttura della vite diregolazione della chiave del Sib basso.

    Grazie per l'attenzione e ciao. gbcorti
    Gian Battista Corti
    Yamaha Music Europe
    Artist Relation & Product Development Manager

  2. #2

    Re: Difference fra YAS82Z e YAS82Z - nuova serie "02"

    Ciao,
    potresti specificare, in dettaglio, quali vantaggi porteranno le migliorie implementate nella nuova versione?
    A quando la disponibilità nei negozi?
    1) Yanagisawa TWO10 tenore
    keilwert vintage ebanite
    rowner dark - legere signature 2.5
    2) R1jazz argento/oro
    Ottolink early babbit 8
    rowner dark - la voz soft

  3. #3

    Re: Difference fra YAS82Z e YAS82Z - nuova serie "02"

    Ciao rena e tutti.

    Penso che darti delle soluzioni nel dettaglio significhi anche andare sul "parere personale" di ogni singolo esecutore; ti posso dare delle indicazioni "di massima.

    1) La campana dei modelli 82Z 02 è realizzata in un solo pezzo battuta a mano. Questo contibuisce a dare un suono molto più corposo e soprattutto timbricamente completo.
    2) Il fusto dello strumento (chiver compreso) nei modelli 82Z viene sottoposto a trattamento criogenico. Ovvio il fatto che il sottoporre lo sttrumento ad un trattamento criogenico contribuisca alla fine a fornire una maggiore uniformità timbrica fra i registri ed una miglior duttilità dinamica.
    3) Il chiver sugli YTS82Z era un G3 (o G1 nel caso degli alti). Ora si tratta del chiver V1. Qui non c'è spiegazione: occorre provarlo.
    4) I risuonatori sono in metallo. Senza dubbio il suono è molto più proiettato ma al tempo stesso presente all'esecutore.
    5) Modificata la posizione e struttura della vite diregolazione della chiave del Sib basso. Questa, scusami ma è una semplice miglioria tecnica che evita la "sregolazione" di quella parte della meccanica.

    Il consiglio è comunque fondamentalmente uno solo: provali !
    Quando ? A partire dalla prossima metà di luglio o venirmi a trovare nel corso delle prossime presentazioni nei Conservatori e nei negozi (Cons. Brescia - 13 maggio; Cons. Bari - 29 maggio).
    Ciao. gbcorti
    Gian Battista Corti
    Yamaha Music Europe
    Artist Relation & Product Development Manager

  4. #4

    Re: Difference fra YAS82Z e YAS82Z - nuova serie "02"

    Ovvio il fatto che il sottoporre lo sttrumento ad un trattamento criogenico contribuisca alla fine a fornire una maggiore uniformità timbrica fra i registri ed una miglior duttilità dinamica.
    Ciao gbcorti, interessante l'inciso che ho riportato.
    Mi sapresti dire secondo quale principio fisico/acustico si basa questa tesi?
    vorrei approfondire.

    grazie!
    Andrea Ferroni
    www.andreaferroni.it - sito personale
    www.windproject.it - didgeridoo informazioni

  5. #5

    Re: Difference fra YAS82Z e YAS82Z - nuova serie "02"

    Ciao Andrea,

    sulla base delle informazioni che io ho a disposizione, l'ottone che costituisce il corpo dello strumento è di base una lega di zinco e rame. Ora, le molecole dei due metalli, legate in una sorta di amicizia, di fatto con la lavorazione subiscono trattamenti di stress dinamico e di calore che ne comportano una disposizione "disordinata" all'interno della lega ottenuta all'origine. Il trattamento criogenico di fatto contribuisce a riportare la struttura della lega del metallo in forma "ordinata". Ovvio che questa situazione di ordine finisce quindi per migliorare la resa dinamica ed una migliore uniformità timbrica fra i registri dello strumento.
    Ciao. gbcorti
    Gian Battista Corti
    Yamaha Music Europe
    Artist Relation & Product Development Manager

  6. #6

    Re: Difference fra YAS82Z e YAS82Z - nuova serie "02"

    grazie gbcorti, intanto grazie.
    credo che nè il calore, nè la formatura spostino molecole o rompano i legami tra molecole stesse.
    semmai, (la criogenesi) in questo caso dovrebbe mitigare gli effetti di incrudimento del materiale dovuto alla formatura (manuale o a pressa che sia) che può generare tensioni interne e caratteristiche meccaniche differenti a seconda del grado di imbutitura raggiunto dal pezzo.

    Quindi il trattamento termico può migliorare e normalizzare le caratteristiche meccaniche del materiale lavorato.

    Ma in che modo questa distensione delle tensioni interne al materiale influisca sul suono, rimane un dubbio per me.
    Certamente sarebbe molto più chiaro e comprensibile per percussioni come i piatti della batteria ... ma per il sax vorrei capire cosa mi sfugge e se esistono degli articoli scientifici su cui appoggiarsi.
    Andrea Ferroni
    www.andreaferroni.it - sito personale
    www.windproject.it - didgeridoo informazioni

  7. #7

    Re: Difference fra YAS82Z e YAS82Z - nuova serie "02"

    Citazione Originariamente Scritto da Andrea Ferroni
    credo che nè il calore, nè la formatura spostino molecole o rompano i legami tra molecole stesse.
    Nei metalli non ci sono molecole... qualcuno considera alla stregua di una molecola la cementite... ma qua parliamo di ottoni.

    Citazione Originariamente Scritto da Andrea Ferroni
    semmai, (la criogenesi) in questo caso dovrebbe mitigare gli effetti di incrudimento del materiale dovuto alla formatura (manuale o a pressa che sia) che può generare tensioni interne e caratteristiche meccaniche differenti a seconda del grado di imbutitura raggiunto dal pezzo.
    Quindi il trattamento termico può migliorare e normalizzare le caratteristiche meccaniche del materiale lavorato.
    Di solito è così... :zizizi))

    Citazione Originariamente Scritto da Andrea Ferroni
    Ma in che modo questa distensione delle tensioni interne al materiale influisca sul suono, rimane un dubbio per me.
    È difficile comprenderlo, ma ci sono effetti sul suono dovuti alla variazione di alcune caratteristiche meccaniche del materiale. Ci sono vari esempi... che si possono riportare (su strumenti in commercio).


    Citazione Originariamente Scritto da Andrea Ferroni
    Certamente sarebbe molto più chiaro e comprensibile per percussioni come i piatti della batteria ... ma per il sax vorrei capire cosa mi sfugge e se esistono degli articoli scientifici su cui appoggiarsi.
    Ci sono diversi articoli in cui si sostiene che il materiale non abbia nessuna influenza sul suono... purtroppo poi nella realtà gli effetti ci sono.
    Il punto è che la maggior parte degli articoli è basata su esperimenti acustici... in cui si usano modelli validi ma molto semplificati... e cosa fondamentale, non c'è nessun essere umano coinvolto nei test. Alla fine della fiera... sarà sempre un essere umano a suonare lo strumento: ci sono cose che le macchine riescono a percepire e gli esseri umani no... e ci sono cose che le macchine non riescono a percepire ma gli esseri umani sì.
    Da qui in poi... il problema diventa filosofico perchè bisogna definire cosa ha valenza scientifica: quello che percepiscono le macchine, o quello che percepisce l'essere umano.

  8. #8

    Re: Difference fra YAS82Z e YAS82Z - nuova serie "02"

    Hanno valenza scientifica gli esperimenti che si possono riprodurre ed i cui risultati si possono misurare.

    La teoria che il materiale non influisca sul suono di una colonna d'aria e' nota e stranota, ma secondo me (ed il secondo me e' d'obbligo perche' non sono assolutamente un esperto) vale in condizioni ideali nelle quali, ad esempio e tanto per dirne una, la colonna d'aria non trasmette le vibrazioni alla canna che la contiene.

    La mia esperienza personale dice che nei fatti il materiale conta e anche parecchio. E sono arciconvinto che facendo un semplice esperimento si riuscirebbe facilmente a misurare la differenza di suono prodotto da una colonna d'aria in vibrazione dentro canne di forma identica ma realizzate con materiali diversi.
    Segretario Mark VI Society
    Non e' importante dire sempre tutto quello in cui credi, ma e' importante credere sempre in tutto quello che dici

  9. #9

    Re: Difference fra YAS82Z e YAS82Z - nuova serie "02"

    Citazione Originariamente Scritto da re minore
    Hanno valenza scientifica gli esperimenti che si possono riprodurre ed i cui risultati si possono misurare.
    Al netto delle ipotesi esemplificative.
    Anche il concetto di misura può venire meno.

  10. #10

    Re: Difference fra YAS82Z e YAS82Z - nuova serie "02"

    ciao tzadik, ho usato i termini utilizzati da gbcorti:
    le molecole dei due metalli, legate in una sorta di amicizia...
    conosco benissimo la filosofia legata a questo argomento e so che se ne è parlato ampiamente su questo forum e sicuramente su altri.
    Dato che qui esiste la grande fortuna di avere a disposizione una perona che lavora per yamaha che descrive come "ovvia" una differenza timbrica ad uno strumento trattato termicamente, vorrei sapere se esiste un testo di letteratura scientifica dato che lo vorrei consultare...
    dato che mi occupo in qualche modo di questo settore.

    grazie ancora!
    Andrea Ferroni
    www.andreaferroni.it - sito personale
    www.windproject.it - didgeridoo informazioni

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 registrati e 1 ospiti)

Discussioni Simili

  1. Nuova uscita da El Gallo Rojo! - Rollerball: "POST AMEN"
    Di ropie nel forum Novità in CD e DVD
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28th September 2013, 17:25
  2. Selmer SA80 serie II senza scritta "Serie II"?
    Di lollos nel forum Contralto
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 25th February 2012, 15:03
  3. Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 22nd September 2011, 18:53
  4. consigli per pezzi jazz """""facili""""" da studiare
    Di seethorne nel forum La musica in generale
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 2nd April 2011, 19:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •