PDA

Visualizza Versione Completa : Consiglio acquisto..



Nous
30th November 2008, 14:22
...no, non è per me :ghigno:
Allora, siccome il Natale quando arriva arriva di solito i genitori iniziano a interessarsi dell'acquisto di uno strumento per il proprio pargolo..orbene, mi hanno chiesto di trovare un flauto da studio per una ragazzina molto portata e molto brava.
E' ovvio che proprio per il fatto che la ragazzina è molto brava e molto portata io non vorrei prenderle una ciofeca (un nome a caso : Jupiter a 320 euro con zaino e leggio inclusi), d'altronde essendo una ragazzina non penso che i genitori vorranno sforare i canonici 500 euro (diciamo una cifra intorno ai 450).

Io di flauti capisco poco o niente, immagino che serva un arnese a fori chiusi (a fori aperti sar√* pi√Ļ difficile, credo) e penso che potrei stare sul sicuro con marche tipo Yamaha o Pearl...quindi...suggerimenti?

ModernBigBand
30th November 2008, 15:29
Ciao Nous, considerando che la bambina promette bene io non lesinerei molto, però se il budget è quello si può tranquillamente scegliere tra i vari Yamaha 221-211, Pearl 505-525, Trevor James 31P3.
Personalmente consiglierei il Pearl 525, bel flauto con testata e corpo in argento. Se la flautista ha gi√* un po' di esperienza si pu√≤ valutare di prendere il modello a fori aperti, altrimenti meglio quello a fori chiusi.

;)

Nous
30th November 2008, 16:03
Il 525 della Pearl è sopra il budget che mi hanno detto..chiederò se si può sforare...altrimenti punterò sul 505..mi sfugge al momento dal differenza tra lo Yamaha 221 e il 211. Il Trevor James mi pare interessante, un modello intermedio al prezzo di uno da studio.

masto
30th November 2008, 20:45
Pearl 525, bel flauto con testata e corpo in argento
Il Pearl 525 NON ha testa e corpo in argento, ma argentati; solo la boccola dove si appoggia la bocca è in argento, e certamente è un vantaggio specialmente igienico.
In ogni caso i flauti all silver di prezzo contenuto sono generalmente inferiori a flauti di analogo prezzo argentati, e questo l'ho verificato a suo tempo quando acquistai il mio flauto e provai anche flauti in argento di prezzo analogo. Non conosco direttamente i Pearl per cui non posso esprimermi in merito, ma per i budget bassi la Yamaha è sempre una buona scelta, come per gli altri strumenti; la differenza tra gli Yamaha 211 e 221 è che il primo ha il mi snodato e il secondo no; entrambi sono a fori chiusi e con sol fuori linea.
Per i fori aperti/chiusi inlinea/noninlinea sarebbe bene consultare l'insegnante; i fori aperti sono consigliabili per acquisire una migior impostazione, e possono essere chiusi con dei tappini per iniziare; personalmente sono contrario agli inline, sento che creano spesso problemi ortopedici; una buona scelta a mio parere potrebbe essere lao yamaha 271, a fori aperti ma non in linea con mi snodato e a meno di 500‚ā¨.

Nous
30th November 2008, 21:49
Sei stato quasi chiarissimo..ma non mi è chiaro che mi cambia avere il MI snodato oppure no...anche avere il Sol fuori linea, in concreto che comporta?

masto
30th November 2008, 22:38
Sol fuori linea significa che il foro sotto l'anulare della mano sinistra non √® perfettamente allineato con gli altri ma un po' spostato verso l'esterno in una posizione pi√Ļ comoda per chi ha l'anulare pi√Ļ corto del medio (anche nel sax la chiave del sol √® fuori linea, mentre il foro √® in linea perch√® non viene comandato direttamente; nel clarinetto √® in linea); nei flauti di maggior pregio la moda attuale √® di avere fori aperti e in linea (scuola francese);
Mi snodato: serve a facilitare l'emissione del Mi della terza ottava; nel flauto ci sono due fori in corrispondenza del Sol#, sfalsati lateralmente ma alla solita distanza dall'imboccatura; quello fuori asse viene aperto dalla chiave del Sol#, e normalmente sta chiuso; quello in asse è collegato rigidamente con quello del Sol (quando si chiude il foro del Sol si chiudono due fori contempraneamente) se non ci fosse, sarebbe necessario aprire col mignolo il Sol# quando si suona un La, per non avere una nota calante perchè dopo il primo foro aperto ci sarebbe troppa distanza col successivo.
Il Mi della terza viene ottenuto con una diteggiatura che √® la combinazione di quella del La e quella del Mi, essendo un armonico di queste note; ma questa posizione comporta l'apertura dei due fori comandati dal Sol (nel libro "I tubi sonori" di Benade viene detto - cito a memoria - che in un tubo cilindrico forato secondo una scala cromatica, le note della terza ottava possono essere ottenute partendo dalla diteggiatura fondamentale e aprendo il quinto foro sopra l'ultimo aperto); per una pi√Ļ facile emissione del Mi sarebbe necessario chiudere il secondo foro, quindi alcuni flauti hanno un meccanismo automatico che svincola i due fori e fa chiudere il pi√Ļ basso quando viene chiuso il medio della mano destra.
Normalmente, per difficolt√* meccaniche, questo meccanismo non pu√≤ essere realizzato nei flauti inline (con alcune eccezioni) e questo viene in parte rimediato otturando parzialmente il suddetto for con una mezzaluna di plastica.
Naturalmente il Mi pu√≤ essere fatto anche come armonico con la diteggiatura di La, e il facilitarne l'emissione sposta un po' pi√Ļ su i problemi (il Fa# :muro(((( ).

ModernBigBand
1st December 2008, 01:40
Pearl 525, bel flauto con testata e corpo in argento
Il Pearl 525 NON ha testa e corpo in argento, ma argentati; ...

Chiedo scusa per l'imprecisione e ringrazio masto per la giusta precisazione.

;)

Nous
6th December 2008, 13:35
Grazie a tutti, alla fine considerato il budget e considerato anche che la Pearl non ispirava fiducia nella famiglia della bambina (Yamaha vuol dire fiducia :lol: ) ho optato per un 221 che almeno fa tutti contenti.

7th February 2009, 19:35
ops sono arrivato tardi... cmq da flautista sono rimasto impressionato da i trevor da studio, sono veramente strabilianti per il costo che hanno; invece tra yamaha e pearl, secondo me e' meglio il pearl, ma dipende da chi lo suona, fra yamaha e pearl c'e' poca differenza, mentre i trevor ripeto che sono migliori (almeno a mio parere).