PDA

Visualizza Versione Completa : Modifica del chiver



11th October 2008, 14:52
carissimi colleghi di musica, sono giorni che mi domando per quanto riguarda il chiver modificato, allora !! siccome quando si suona con il portavoce e normale che il sax suona emette note alte, peroooooo !! quando si e troppi alti e non sono ottimi sax, ci si confonde con il clarinetto, e si !!!!! provare per credere......... allora il mio modo di pensare ,forse mi sbaglio, pero' sono convinto che se si interviene nel buco del chiver, ovvero modificarlo con punta di trapano fine per allargarlo un po di piu' secondo me, esce fuori che le note sono piu' sostanziose, piu concentrate, Attenzione !! posso sbagliarmi, ma ho sentito dire, che i sax degli artisti vengono come si vuol dire, Truccati, la mia domanda e.......... non sar√* sopratutto nel chiver ?????

Ctrl_alt_canc
11th October 2008, 14:59
i buchi sono di quelle dimensione perchè devono esserlo...se li ampli avrai un sax stonato

Isaak76
11th October 2008, 15:32
Il tuo ragionamento può essere coerente con una modifica sostanziale su tutti i fori del Sax a questo punto. :shock:
La calibrazione di essi è data sia dal loro diametro che dall'altezza dei Tamponi, quindi modificando solo il foro del Chiver è inevitabile che probabilmente avrai una sola nota apposto rispetto a tutte le altre che, come dice Ctrl saranno stonate.
Il Chiver √® parte integrante del Sax ed √® stato progettato per avere un suono uniforme su tutti i registri su quel medesimo modello di Sax, infatti se provi a montarlo su un'altro Sax (di marca diversa ovviamente) √® possibile che oltre a non innestarsi, il suono risulterebbe alterato (pi√Ļ o meno percettibile, dipende molto dal modello).
;)

Ctrl_alt_canc
11th October 2008, 15:37
esatto...basta pensare quanto influisce il bocchino...montane uno per tenore sul contralto..o viceversa ;)

fcoltrane
11th October 2008, 19:39
cambiare la dimiensione del foro del collo con un trapano significa solo rovinare lo strumento,
a meno di considerare una innovazione positiva cambiare tutte le relazioni tra le note con il risultato di avere un sax intonato in maniera assolutamente personale.
:ehno: :ehno: :ehno:
ciao fra

Simone Borgianni
11th October 2008, 20:04
In passato ho fatto tutte le prove del caso, allargato e o ristretto..........alla fine sempre com'era lo dovuto rimettere :roll:
A seconda dei casi si avvertono miglioramenti su certe note ma peggioramenti su altre, comunque questo √® successo molto tempo f√*, il tuo problema √® che il sax ha un timbro molto schiacciato e nasale e in alto crea quell'effetto, una buona regolata allo strumento e un buon becco potrebbero risolverti la vita ;)

11th October 2008, 20:51
e si, sento il sax alto di Donald Myrick e lo sento bello aperto anche con le note alte, mentre il sax yamaha che ho io suona si, ma no come quello di Myrick, ovviamente il timbro vocale e personale, io ho il contralto della yamaha yas-62 e il becco otto link apertura 7, ma nelle note alte non mi piace per nulla, eppure lo yas-62 e professionale, niente !! non lo sento che canta bene.

ModernBigBand
11th October 2008, 21:20
Plextor lascia stare il chiver, rovineresti solo lo strumento. Inutile poi pensare al suono di un gran saxofonista, non soltanto √® molto difficile raggiungerlo ma nella migliore delle ipotesi ci vogliono comunque lunghi anni (ma tanti) di studio. Un professionista suona in un mese pi√Ļ o meno quanto un dilettante/amatore in tutta la sua vita "musicale".
Non basta né il sax, né il miglior bocchino per creare dall'oggi al domani un suono bello e personale.

;)

eugene
11th October 2008, 21:29
mmm.. in effetti non è una grande idea quella del chiver.. nei sax ogni strumento ha il suo.. non è come il barilotto del clarinetto che si cambia continuamente alla ricerca del suono " giusto per l'occasione ".. Prova con un imboccatura, magari provala e vedi se riesci a trovare cio che cerchi ;)

PallaDiCannone
12th October 2008, 10:32
Questo tipo di problema si risolve con lo studio matto e disperato! Magari bastasse fare una modifica al chiver :ehno:

fcoltrane
12th October 2008, 12:05
il link 7 è un buon bocchino
per aprire il suono sul registro acuto puoi:
1 studiare con il solo bocchino suonando una ottava procedendo per mezzi toni legando un suono all'altro.
2 studiare gli armonici sulle posizioni fondamentali del sax.
3 note lunghe.
4 studiare senza portavoce per le note del registro alto e con il portavoce quelle del registro medio e basso (questo è uno studio faticosissimo)
quando si sale si ha la tendenza a stringere eccessivamente per compensare la mancanza di una corretta emissione per questo è necessario invertire questa tendenza.
ciao fra

12th October 2008, 12:39
ModernBigBand, nessuno al mondo nasce imparato, secondo me non riguarda tanto il discorso del professionismo, che Myrick era un professionista non ci piove !! pero' anche lui non e nato imparato, gavetta, e tanto suonare era diventato un saxofonista leggendario, pero' secondo me anche tu, io, altri possiamo fare tanto e forse ancora di piu', come ? suonando e sentendo il sax nell'anima, secondo me !! ce un ragazzino Brasiliano di 15 anni, dalla quale e classificato il piccolo Kenny G. http://www.caiomesquitasax.com.br/ eppure e un ragazzino, secondo me ogni cosa e questione di passione, ma tutti possiamo fare altrettanto volendo, per quanto riguarda la mia posizione col sax, suono da diversi anni, tutti i giorni anche 1 oretta, secondo il tempo a disposizione, certo invidio i piu' bravi come Myrick, ecc......... pero' mi accontento di quello che so fare, magari alcuni sono peggio di me, e questo mi consola.

APOLLO CREED
12th October 2008, 12:43
4 studiare senza portavoce per le note del registro alto e con il portavoce quelle del registro medio e basso (questo è uno studio faticosissimo)


Mmmh...ho provato a fare questo esercizio, ma senza cercare benefici, l'ho fatto quasi per scherzo ;) le note acute senza portavoce sono piuttosto facili, ma note medio-gravi col portavoce :mha...: ma qualcuna me ne esce, davvero brutta! Perciò mi chiedo: questo tipo di esercizio a cosa punta? Una volta ben praticato, le note dovranno uscire tutte ben chiare ed orecchiabili?
Grazie ;)

Nous
12th October 2008, 12:44
tutti i giorni anche 1 oretta, secondo il tempo a disposizione


Solo 1 oretta, vorrai dire ;)



pero' mi accontento di quello che so fare, magari alcuni sono peggio di me, e questo mi consola.


Un consiglio sincero (anzi due) : mai accontentarsi di quello che si sa fare e guardare sempre e solo a chi √® meglio di te (non solo nella musica, ma in ogni attivit√* cui si dedica del tempo).

fcoltrane
12th October 2008, 12:55
4 studiare senza portavoce per le note del registro alto e con il portavoce quelle del registro medio e basso (questo è uno studio faticosissimo)


Mmmh...ho provato a fare questo esercizio, ma senza cercare benefici, l'ho fatto quasi per scherzo ;) le note acute senza portavoce sono piuttosto facili, ma note medio-gravi col portavoce :mha...: ma qualcuna me ne esce, davvero brutta! Perciò mi chiedo: questo tipo di esercizio a cosa punta? Una volta ben praticato, le note dovranno uscire tutte ben chiare ed orecchiabili?
Grazie ;)

in realt√* questo esercizio serve per imparare a non mordere eccessivamente e a suonare con l'emissione .
se riesci a suonare le note acute senza portavoce devi verificare che non lo fai modificando
la stretta del morso.
il punto di arrivo è riuscire a fare lo stesso sul registro basso (correttamente dovrei dire l'inverso)

se arrivi al mi basso prova a raggiungere il mi bemollle e così di seguito.
(per il do si e sib è veramente dura) ma ormai avrai un tale controllo sull'emissione che avrai capito come aprire il suono.
ciao fra

12th October 2008, 13:51
allora non mi sono spiegato bene !! riprovo......... io di suonare le note alte le suono tranquillamente, io mi riferivo sul fatto che il timbro musicale del sax nelle note alte non mi piace, e troppo fine, sottile, mentre volevo un suono piu' ampio, aperto, diretto, insomma una via di mezzo tra le note normali e le note col portavoce, il mio sax invece usando il portavoce per le note alte suona, ma no come vorrei io, a volte lo mi sembra un clarinetto, un riparatore di sax, mi ha ribadito che i saxofoni dei professionisti sono toccati nei punti giusti per essere piu' intonati, con modifiche in tutto il sax.

12th October 2008, 13:59
che facciamo il discorso delle auto ? che consumano di meno e vanno piu' veloci se modifichi la centralina ? è cosi', secondo me ci sono accorgimenti e procedure particolari che anche nei sax si fanno per tirare fuori il meglio del saxofono.

Ctrl_alt_canc
12th October 2008, 14:11
che facciamo il discorso delle auto ? che consumano di meno e vanno piu' veloci se modifichi la centralina ? è cosi', secondo me ci sono accorgimenti e procedure particolari che anche nei sax si fanno per tirare fuori il meglio del saxofono.


certo,che discorsi,nessuno lo nega,diciamo solo che tra le suddette modifiche non rientra sicuramente l'allargamento del buco del chiver...portalo da un riparatore e fattelo sistemare se ne senti il bisogno...comunque non dare per forza la colpa al sax,tieni presente che magari usi ance troppo morbide,e il suono diventa molto piu sottile sul registro acuto...prova anche ad imboccare un po di pi√Ļ,e vedrai le differenze!

12th October 2008, 15:29
guardatevi questo video, il saxofonista suona da Dio !! pero' ho notato che i grande del sax sono quasi tutti negri, http://it.youtube.com/watch?v=DR4Ovy3La ... re=related (http://it.youtube.com/watch?v=DR4Ovy3LarE&feature=related)

Blue Train
12th October 2008, 15:36
Plextor scusa ma le regole sono semplici ...
Qua si parla di modifica del Chiver, il topic l' hai aperto tu.
Se vuoi postare dei video c' è la sezione adatta, si chiama I Nostri Files

Grazie!
PS
si dice Neri ...