PDA

Visualizza Versione Completa : Mentre suoniamo: tecnica vs movimento



PJ
3rd July 2008, 11:35
Eccomi qui a sollevare una questione a mio parere abbastanza interessante: voi quando vi esibite (non quando studiate a casa) come vi comportate?

Siete immobili o pressochè tali per mantenere sempre la spinta e la postura più corretti per sputacchiare sempre al meglio nel vostro tubo magico, oppure vi lasciate trascinare dal pezzo diventando dei veri e propri pulcinella?
Quali i pro e quali i contro delle due situazioni?

Io ad esempio a casa riesco a mantenere sempre una postura corretta e suonare in maniera precisa, ma quando sono in sala o dal vivo mi lascio sempre trascinare dai pezzi e dalla band (specie se c'è un bassista bravo :cool: ), inizio a muovermi ed "esaltarmi". Secondo me questo porta dei vantaggi a livello di spettacolo ed intensit* (o intenzione) del pezzo, tuttavia è imbarazzante assai quando ti parte un fischio proprio l*, dove meno te lo aspetti.
Il fatto è che muoversi aiuta ad accompagnare il brano, sia a livello ritmico che di sostegno alle note, poi ho notato che ci sono anche dei sassofonisti (parlo di quelli con la S maiuscola :lol:) che tendono a muoversi mentre suonano, ed i movimenti sono più o meno sempre gli stessi, ovvero:
- alzare lo strumento verso l'altro, piegandosi all'indietro (questo è soprattutto una questione scenica)
- piegarsi in avanti e verso il basso (si contrae la gabbia toracica e si da una maggiore spinta alle note)
- alzare una gamba (credo che anche questo aiuta a spingere le note dal basso)

Ditemi le vostre impressioni: ho detto tutte ca**ate? :lol: :lol:
O le mie osservazioni sono giuste?

E voi cosa fate?

Ovviamente il modo di suonare dipende dal genere... io faccio prevalentemente funky col gruppo, ma non penso che uno che suoni classica dalla mattina alla sera sia portato ad avere questi atteggiamenti! :)

Ctrl_alt_canc
3rd July 2008, 11:52
:ghigno: io mi muovo molto anche quando suono da solo su una base...na volta ho sbattuto e mi sono falciato la gengiva :cry:

credo serva moltissimo,farsi prendere dalla musica...guarda rollins quando suona!

CARO
3rd July 2008, 12:00
Io ogni tanto a casa mi muovo, tranne quando faccio gli esercizi (scale, arpeggi o il Mule :lol: ).
Quando sono in concerto non riesco a star fermo, neanche quando suono ai concerti della banda (seduto).
L'altra sera sono andato a vedere Kenny Garrett ed era spettacolare perchè si muoveva in modo strano a seconda di ciò che suonava...un grande!
Poi guarda qualche video di Sonny Rollins. Anche lui non scherza col movimento!
E così tanti altri musicisti.
Penso che spesso, quando sei coinvolto in ciò che suoni, venga spontaneo muoversi, indipendentemente che si sia su un palco o in una stanzetta. :ghigno:

Ctrl_alt_canc
3rd July 2008, 12:06
c'è qualcuno che ha provato ad incendiare un sax e suonarlo coi denti :\\:

Nous
3rd July 2008, 12:28
Io credo che il dimenarsi troppo sia abbastanza stupido (senza offesa per nessuno) per due motivi :

1) eccessivo dispendio di energie ;
2) problemi a mantenere la corretta imboccatura ed a controllare il suono (emissione, livelli, intonazione).

Per questo, direi che mentre un Rollins con anni di esperienza probabilmente riuscirebbe a suonare in ogni condizione, dato che a quei livelli l'impostazione è nel DNA del musicista, in generale a un principiante e in generale a un non professionista (quale sono anche io) mi sentirei di sconsigliare un eccessivo dimenarsi.

Senza contare che in molti casi vedere un musicista dimenarsi fa solo ridere.

Piegarsi in avanti è un buon modo per attaccare le note gravi, tutto il resto non serve a nulla (alzare la gamba lo fanno i cani per fare pipì).

Meglio suonare da fermi, appoggiando bene lo strumento (un punto di appoggio è sempre utile, anche suonare col sax completamente staccato dal corpo lo trovo poco astuto).

gm85
3rd July 2008, 12:49
Ma che dici nous!! Prima di suonare bevi un paio di litri di birra e poi vedrai che le tue gambe si muoveranno da sole mentre suoni :lol:
Io mi muovo quando suono, dipende dal contesto ovviamente. Se sono ad un concerto classico con la banda di sicuro resto il più sistemato possibile :smile: ma se sono per strada a fare tarantelle mi metto a ballare!! Che spettacolo col baritono :DDD:

Ctrl_alt_canc
3rd July 2008, 12:52
Io credo che il dimenarsi troppo sia abbastanza stupido (senza offesa per nessuno) per due motivi :

1) eccessivo dispendio di energie ;
2) problemi a mantenere la corretta imboccatura ed a controllare il suono (emissione, livelli, intonazione).

Per questo, direi che mentre un Rollins con anni di esperienza probabilmente riuscirebbe a suonare in ogni condizione, dato che a quei livelli l'impostazione è nel DNA del musicista, in generale a un principiante e in generale a un non professionista (quale sono anche io) mi sentirei di sconsigliare un eccessivo dimenarsi.

Senza contare che in molti casi vedere un musicista dimenarsi fa solo ridere.

Piegarsi in avanti è un buon modo per attaccare le note gravi, tutto il resto non serve a nulla (alzare la gamba lo fanno i cani per fare pipì).

Meglio suonare da fermi, appoggiando bene lo strumento (un punto di appoggio è sempre utile, anche suonare col sax completamente staccato dal corpo lo trovo poco astuto).

quel che dici è corretto,farebbe ridere chiunque un musicista d'orchestra che si dimena...tuttavia nel contesto jazz dove la perfezione del suono non è una prerogativa essenziale,e dove ci sta anche la sua parte di spettacolo,credo che sia interessante,e anzi sia un modo parallelo al semplice suonare per esprimersi

in un concerto di Monk cè lui in piedi che balla come se avessa na scopa in culo sulle note del sax,poi esce dal palco e arriva in ritardo per l'attacco e comincia a suonare ancor prima di essersi seduto :lol: poi naturalmente quando suona anche lui si muove moltissimo con la testa,e dimena il piede come un matto per tenere il ritmo...

Isaak76
3rd July 2008, 13:32
Io penso che il movimento aiuti molto a dare il tempo, accentuare un fraseggio o altro;
Sono d'accordo che se si suona un motivetto Classico, è improbonibile ondeggiare come dei Pagliacci :DDD:
ma in un contesto Jazz/Rock se non ci si muove, il pubblico non riesce a percepire tutte le vibrazioni che l'esecutore cerca d'esprimere x renderli partecipi. :yeah!)

darionic
3rd July 2008, 14:11
Io credo che il dimenarsi troppo sia abbastanza stupido (senza offesa per nessuno) per due motivi :

1) eccessivo dispendio di energie ;
2) problemi a mantenere la corretta imboccatura ed a controllare il suono (emissione, livelli, intonazione).

Per questo, direi che mentre un Rollins con anni di esperienza probabilmente riuscirebbe a suonare in ogni condizione, dato che a quei livelli l'impostazione è nel DNA del musicista, in generale a un principiante e in generale a un non professionista (quale sono anche io) mi sentirei di sconsigliare un eccessivo dimenarsi.

Senza contare che in molti casi vedere un musicista dimenarsi fa solo ridere.

Piegarsi in avanti è un buon modo per attaccare le note gravi, tutto il resto non serve a nulla (alzare la gamba lo fanno i cani per fare pipì).

Meglio suonare da fermi, appoggiando bene lo strumento (un punto di appoggio è sempre utile, anche suonare col sax completamente staccato dal corpo lo trovo poco astuto).



Il jazz è "anima e corpo"..."body and soul".
Quello che senti nell'anima lo fai uscire dallo strumento con il suono (che non deve essere per forza perfetto) e con il movimento :saxxxx)))
Stai sicuro che Rollins non ha cominciato a muoversi per fare scena quando ha capito di avere un tecnica eccellente e un'intonazione impeccabile....
La tua sembra la lista del perfetto scolaretto prediletto dalla maestrina dalla penna rossa... :lol:

ModernBigBand
3rd July 2008, 14:17
Beh come sempre in medio stat virtus...
Quando si suona è importante non apparire come rigidi androidi ma allo stesso modo non bisogna sconfinare nelle pagliacciate alla Dave Koz.
"Un pò" di movimento è necessario per dare la giusta enfasi al brano e soprattutto per comunicare "visivamente" con gli ascoltatori.
Senza dimenticare che spesso la musica trascina a tal punto da far dimenticare tutto e tutti...pensate che Mike Portnoy il batterista dei Dream Theater si slogò un polso durante il concerto e se ne accorse solo alla fine! :lol:

;)

Ctrl_alt_canc
3rd July 2008, 14:25
Beh come sempre in medio stat virtus...
Quando si suona è importante non apparire come rigidi androidi ma allo stesso modo non bisogna sconfinare nelle pagliacciate alla Dave Koz.
"Un pò" di movimento è necessario per dare la giusta enfasi al brano e soprattutto per comunicare "visivamente" con gli ascoltatori.
Senza dimenticare che spesso la musica trascina a tal punto da far dimenticare tutto e tutti...pensate che Mike Portnoy il batterista dei Dream Theater si slogò un polso durante il concerto e se ne accorse solo alla fine! :lol:

;)

ommioddio veramente?? Suonando? :shock: Ok che è un mostro,ma ce ne vuole! (comunque quella è l'adrenalina e i probabili addittivi assunti :ghigno: )

*edit*

http://www.roadrunnerrecords.it/page/Ne ... s_id=40611 (http://www.roadrunnerrecords.it/page/News?&news_page=&news_id=40611)

eheh è vero!! Che forza...

CARO
3rd July 2008, 14:29
ommioddio veramente?? Suonando? :shock: Ok che è un mostro,ma ce ne vuole! (comunque quella è l'adrenalina e i probabili addittivi assunti :ghigno: )

Uè uè...il grande Mike non ha bisogno di assumere niente perchè è un mostro gi* di suo! :yeah!)

Nous
3rd July 2008, 14:32
Il jazz è "anima e corpo"..."body and soul".
...
La tua sembra la lista del perfetto scolaretto prediletto dalla maestrina dalla penna rossa... :lol:


Il "bello" di questo forum è che ogni cosa che si scrive viene letta come uno scontro mondo Jazz-mondo Classico, con gli appartenenti al primo mondo che subito emergono a difendere il primato del loro modo di fare musica.

Per dirla tutta, saltate su per niente...in quale punto della domanda c'era scritto che si parlava di Jazz?
In quale punto della mia risposta c'era una critica ai jazzisti?
Se volete saltellare sul palco fatelo, chi ve lo vieta? Per me potete pure fare le capriole, se ci riuscite.

La domanda era rivolta a tutti ed io ho risposto secondo il poco che posso sapere sull'argomento, come faccio da sempre. Non ho scritto che non mi muovo, ho scritto che movimenti ridicoli o eccessivi secondo me sarebbero da evitare sempre perchè sono nocivi alla respirazione ed alla qualit* del suono.

Nota bene, SECONDO ME.

Sul fatto che io sia il perfetto scolaretto, non nego che a differenza di molti presunti sassofonai o sassofonanti (di certo non sassofonisti) io dedico anche del tempo allo studio...con risultati magari anche scarsi, ma questo lo lascio giudicare agli altri.

Ctrl_alt_canc
3rd July 2008, 14:35
Il jazz è "anima e corpo"..."body and soul".
...
La tua sembra la lista del perfetto scolaretto prediletto dalla maestrina dalla penna rossa... :lol:


Il "bello" di questo forum è che ogni cosa che si scrive viene letta come uno scontro mondo Jazz-mondo Classico, con gli appartenenti al primo mondo che subito emergono a difendere il primato del loro modo di fare musica.

Per dirla tutta, saltate su per niente...in quale punto della domanda c'era scritto che si parlava di Jazz?
In quale punto della mia risposta c'era una critica ai jazzisti?
Se volete saltellare sul palco fatelo, chi ve lo vieta? Per me potete pure fare le capriole, se ci riuscite.

La domanda era rivolta a tutti ed io ho risposto secondo il poco che posso sapere sull'argomento, come faccio da sempre. Non ho scritto che non mi muovo, ho scritto che movimenti ridicoli o eccessivi secondo me sarebbero da evitare sempre perchè sono nocivi alla respirazione ed alla qualit* del suono.

Nota bene, SECONDO ME.

Sul fatto che io sia il perfetto scolaretto, non nego che a differenza di molti presunti sassofonai o sassofonanti (di certo non sassofonisti) io dedico anche del tempo allo studio...con risultati magari anche scarsi, ma questo lo lascio giudicare agli altri.


non prendertela Nous e ti è anche andata bene dicendo indirettamente che Rollins (per esempio) si muove in modo ridicolo...a me hanno sputato addosso per 4 pagine per aver detto che era fuori tempo per 2 secondi in un brano ;)


quel che dici è corretto,farebbe ridere chiunque un musicista d'orchestra che si dimena...tuttavia nel contesto jazz[...]

in ogni caso io ho dato una possibilit* per entrambi i mondi... :D-: (ora che ci penso,e tutto il resto dov'è? :lol: Il bebop? Il Blues? Il Funky? alla fine siamo sempre classica e Jazz,ha ragione Nous)

CARO
3rd July 2008, 14:38
Su su...siam qui solo a dare dei pareri. Ognuno la può pensare come vuole.
Io mi muovo anche nel liscio (e non me ne accorgo)...figuratevi! :ghigno:

Nous
3rd July 2008, 14:40
Io mi muovo anche nel liscio (e non me ne accorgo)

Io mi muovo anche nel letto :saputello

CARO
3rd July 2008, 14:47
Io mi muovo anche nel letto :saputello

Sei OT! :lol:

MyLadySax
3rd July 2008, 15:11
Mentre suono, non ci bado.
Poi ci rifletto un momento e mi accorgo che mi sto muovendo come un matto, addirittura mi metto a passeggiare su e giù per la stanza.
Mi muovo molto di più quando mi esercito da solo tra le quattro mura di una stanza che durante una esibizione.
Qualche volta, mi sono dovuto sedere, perché avevo deambulato troppo!

gm85
3rd July 2008, 15:52
Il jazz è "anima e corpo"..."body and soul".
...
La tua sembra la lista del perfetto scolaretto prediletto dalla maestrina dalla penna rossa... :lol:


Il "bello" di questo forum è che ogni cosa che si scrive viene letta come uno scontro mondo Jazz-mondo Classico, con gli appartenenti al primo mondo che subito emergono a difendere il primato del loro modo di fare musica.

Per dirla tutta, saltate su per niente...in quale punto della domanda c'era scritto che si parlava di Jazz?
In quale punto della mia risposta c'era una critica ai jazzisti?
Se volete saltellare sul palco fatelo, chi ve lo vieta? Per me potete pure fare le capriole, se ci riuscite.

La domanda era rivolta a tutti ed io ho risposto secondo il poco che posso sapere sull'argomento, come faccio da sempre. Non ho scritto che non mi muovo, ho scritto che movimenti ridicoli o eccessivi secondo me sarebbero da evitare sempre perchè sono nocivi alla respirazione ed alla qualit* del suono.

Nota bene, SECONDO ME.

Sul fatto che io sia il perfetto scolaretto, non nego che a differenza di molti presunti sassofonai o sassofonanti (di certo non sassofonisti) io dedico anche del tempo allo studio...con risultati magari anche scarsi, ma questo lo lascio giudicare agli altri.

Dai non fare così... non te la prendere, in fondo si scherza ;)
E poi io o preso ceme esempio le tarantelle :ghigno:

darionic
3rd July 2008, 16:04
Il jazz è "anima e corpo"..."body and soul".
...
La tua sembra la lista del perfetto scolaretto prediletto dalla maestrina dalla penna rossa... :lol:


Il "bello" di questo forum è che ogni cosa che si scrive viene letta come uno scontro mondo Jazz-mondo Classico, con gli appartenenti al primo mondo che subito emergono a difendere il primato del loro modo di fare musica.

Per dirla tutta, saltate su per niente...in quale punto della domanda c'era scritto che si parlava di Jazz?
In quale punto della mia risposta c'era una critica ai jazzisti?
Se volete saltellare sul palco fatelo, chi ve lo vieta? Per me potete pure fare le capriole, se ci riuscite.

La domanda era rivolta a tutti ed io ho risposto secondo il poco che posso sapere sull'argomento, come faccio da sempre. Non ho scritto che non mi muovo, ho scritto che movimenti ridicoli o eccessivi secondo me sarebbero da evitare sempre perchè sono nocivi alla respirazione ed alla qualit* del suono.

Nota bene, SECONDO ME.

Sul fatto che io sia il perfetto scolaretto, non nego che a differenza di molti presunti sassofonai o sassofonanti (di certo non sassofonisti) io dedico anche del tempo allo studio...con risultati magari anche scarsi, ma questo lo lascio giudicare agli altri.

Caro Nous mi spiace che te la sei presa...purtroppo le emoticon non riescono comunque a far capire il tono che non voleva assolutamente offendere o sbeffeggiare ;)
Resto dell'idea che la musica è arte (anche la classica) e nell'arte non esistono regole e se esistono, i "grandi musicisti" sono stati "grandi" proprio perchè le hanno infrante le regole.
E la tua lista mi sembrava un pò semplicistica e riduttiva....ma ripeto sempre rimanendo nel tono scherzoso e mi spiace ancora se non sono stato bravo a non fartelo capire ;)
Alla prox e senza rancori :smile:

PallaDiCannone
3rd July 2008, 16:54
Solitamente i miei movimenti sono limitati dalla posizione del microfono, per cui, tendo a stare abbastanza fermo. A casa invece suono seduto...la pigrizia... :sonno:

Aktis_Sax
3rd July 2008, 16:58
Concordo con Nous quando dice che muoversi troppo sia una cosa esagerata, a meno che tu sia un Dio del Sax, ovviamente. Se io mi muovessi troppo non riuscirei a fare uscire le poche note che di solito faccio :ghigno:

D'altra parte, il movimento viene naturale... non faccio nessuna scenetta strana, mi muovo come mi viene e basta... ma lo faccio più che altro quando sono sola a suonare, in banda darei fastidio ai miei vicini... un po' di tempo fa ce n'era una che si muoveva troppo, e continuava a picchiarmi dentro, e come se non bastasse mentre cercavo di concentrarmi un po' c'era questa che andava avanti e indietro con il sax come se fosse uno yo-yo... insomma, piuttosto snervantina come cosa!

AndreamarkVI
3rd July 2008, 18:37
se mi viene da muovermi mi muovo!...movimenti limitati ovviamente..penso anchio che muovendosi come rollins o si è veramente bravi o si rischia di compromette la performance :ghigno:
l'importante è non fare come questo..
[youtube:7wv7z6wx]http://it.youtube.com/watch?v=mjtIZNBzwRc[/youtube:7wv7z6wx]
non tanto per non compromettere l'esibizione ma per non fare innervosire come delle iene chi lo guarda...
secondo me dopo quel brano le ha prese....e se cero davo una mano anchio :lol: :lol:

Aktis_Sax
3rd July 2008, 18:52
ma Dave Koz è bravissimo... :neutral:

zeprin
3rd July 2008, 19:05
E' bravissimo per i nostri "standard", ma non dimentichiamoci che e' un professionista che ha passato anni a suonare, qua meta' della gente viene dai corsi di banda (compreso me)
:zizizi))

Isaak76
3rd July 2008, 19:26
non tanto per non compromettere l'esibizione ma per non fare innervosire come delle iene chi lo guarda...
secondo me dopo quel brano le ha prese....e se cero davo una mano anchio :lol: :lol:mmmmh, Inquietante :lol:
Pensa, Domenica scorsa, ho suonato a un Concerto x la Festa di Varedo...........come tutti i Concerti, eravamo seduti, quindi è improponibile fare movimenti inappropriati;
come da scaletta, abbiamo iniziato alcuni brani Swimgati, a quel punto m'è scattata una molla nel mio cervelletto, ed ho cominciato a dare il tempo col il busto e la testa, con piccoli movimenti ma ritmati (mai successo prima).
Sta di fatto che ho attirato l'attenzione di 2 belle Ragazze e alla fine del Concerto ............. :yeah!) :yeah!) :yeah!)
...... non pensate male, non ho concluso niente, ma è stata una bella Serata :ghigno:
Quindi significa che col giusto movimento, interagisci direttamente col pubblico che hai di fronte (nel mio caso erano dietro, facevano parte della corale) infondendo il tuo Spirito.
Poi alla fine sono cose soggettive, uno che si muove nn è detto che sia +' bravo di uno statico :D

Nous
3rd July 2008, 19:29
Quindi significa che col giusto movimento, interagisci direttamente col pubblico che hai di fronte (nel mio caso erano dietro, facevano parte della corale) infondendo il tuo Spirito.


Chiss* come hai sculettato bene :saputello

Aktis_Sax
3rd July 2008, 19:37
non tanto per non compromettere l'esibizione ma per non fare innervosire come delle iene chi lo guarda...
secondo me dopo quel brano le ha prese....e se cero davo una mano anchio :lol: :lol:mmmmh, Inquietante :lol:
Pensa, Domenica scorsa, ho suonato a un Concerto x la Festa di Varedo...........come tutti i Concerti, eravamo seduti, quindi è improponibile fare movimenti inappropriati;
come da scaletta, abbiamo iniziato alcuni brani Swimgati, a quel punto m'è scattata una molla nel mio cervelletto, ed ho cominciato a dare il tempo col il busto e la testa, con piccoli movimenti ma ritmati (mai successo prima).
Sta di fatto che ho attirato l'attenzione di 2 belle Ragazze e alla fine del Concerto ............. :yeah!) :yeah!) :yeah!)
...... non pensate male, non ho concluso niente, ma è stata una bella Serata :ghigno:
Quindi significa che col giusto movimento, interagisci direttamente col pubblico che hai di fronte (nel mio caso erano dietro, facevano parte della corale) infondendo il tuo Spirito.
Poi alla fine sono cose soggettive, uno che si muove nn è detto che sia +' bravo di uno statico :D

sì, anche quando ho fatto il saggio alla banda c'erano le sciure meravigliate per come mi muovevo... qualche sera dopo ho anche incontrato una signora al ristorante dove lavoro che mi ha fatto i complimenti per come mi muovevo!! che poi non ho fatto niente di particolarmente spettacolare...

Isaak76
3rd July 2008, 19:58
Quindi significa che col giusto movimento, interagisci direttamente col pubblico che hai di fronte (nel mio caso erano dietro, facevano parte della corale) infondendo il tuo Spirito.


Chiss* come hai sculettato bene :saputelloSi! :ghigno: Peccato che ero comodamente seduto :lol:


sì, anche quando ho fatto il saggio alla banda c'erano le sciure meravigliate per come mi muovevo... qualche sera dopo ho anche incontrato una signora al ristorante dove lavoro che mi ha fatto i complimenti per come mi muovevo!! che poi non ho fatto niente di particolarmente spettacolare...E' vero, con le sciure del paese puoi sempre star tranquillo.
Una volta, riconoscendomi, m'hanno offerto Cappuccio e Brioches al bar..........Troppo Gentili :bravo:

almartino
4th July 2008, 00:12
Dave Koz trovo che sia bravissimo, ma i suoi atteggiamenti per i miei gusti li trovo eccessivi, tuttavia a parte la bravura trovo che sia simpaticissimo e il suo pubblico (chi lo segue) credo che lo voglia sentire e vedere così.
Comunque per i movimenti del corpo credo che dipende dal tipo di musica e dal contesto, e poi ovviamente devono essere spontanei. ;)

ciao
Al

CARO
4th July 2008, 14:50
Effettivamente i movimenti, in questo caso, li trovo anch'io un pò esagerati. Preferisco i movimenti un pò più sobri (eviterei sgambettate e sculettamenti vari che potrebbero essere un pò irrispettosi), però se al pubblico piace ed è abituato a vederlo così (come persona) non c'è niente di male.
Anche a me piacerebbe ballare il cha cha mentre lo suono ma mi risulta un pò scomodo. :ghigno:

AndreamarkVI
4th July 2008, 15:27
Dave Koz trovo che sia bravissimo, ma i suoi atteggiamenti per i miei gusti li trovo eccessivi, tuttavia a parte la bravura trovo che sia simpaticissimo e il suo pubblico (chi lo segue) credo che lo voglia sentire e vedere così.
Comunque per i movimenti del corpo credo che dipende dal tipo di musica e dal contesto, e poi ovviamente devono essere spontanei. ;)

ciao
Al

:shock: :shock: ma sono solo io che lo tirerei sotto con la macchina?? :ghigno:

MyLadySax
4th July 2008, 15:56
Dave Koz trovo che sia bravissimo, ma i suoi atteggiamenti per i miei gusti li trovo eccessivi, tuttavia a parte la bravura trovo che sia simpaticissimo e il suo pubblico (chi lo segue) credo che lo voglia sentire e vedere così.
Comunque per i movimenti del corpo credo che dipende dal tipo di musica e dal contesto, e poi ovviamente devono essere spontanei. ;)

ciao
Al

:shock: :shock: ma sono solo io che lo tirerei sotto con la macchina?? :ghigno:
No, anch'io!
Però, nello stesso tempo, mi sforzo - e mi costa - di rispettare chi lo ama.
Che vuoi farci? E' il principio, giusto, del pluralismo.
Un'osservazione: non si possono mettere a confronto i movimenti di Koz con quelli di Rollins, perché i movimenti di Koz sono parte integrante dello spettacolo, che piaccia o no, e sono, quindi, tutti studiati (ma lo ha fatto pure Gillespie), comprese le espressioni ebeti del viso, mentre i movimenti di Rollins sono del tutto spontanei e dionisicamente meravigliosi.

Isaak76
4th July 2008, 16:05
ma sono solo io che lo tirerei sotto con la macchina?? Innanzitutto la Salvaguardia dello Stumento :saputello
Poi puoi fare tutto quello che vuoi......Macchina,Tir,Schiacciasassi..... :ghigno:

è ovvio che Scherzavo :DDD:

Aktis_Sax
5th July 2008, 14:05
uff, ma è sempre il solito discorso porca paletta... un musicista si giudica da come suona o da come si muove sul palco??!? Io ho dei cd di Dave Koz, e sono fantastici! Chiaro, quando lo vedo muoversi mi faccio 4 risate e penso "ommioddio, questo è matto" e certe volte anche "ommioddio ma che fa?!", però poi capisco che è molto bravo e quindi tutto questo sfuma...

Isaak76
5th July 2008, 14:11
uff, ma è sempre il solito discorso porca paletta... un musicista si giudica da come suona o da come si muove sul palco??!? Io ho dei cd di Dave Koz, e sono fantastici! Chiaro, quando lo vedo muoversi mi faccio 4 risate e penso "ommioddio, questo è matto" e certe volte anche "ommioddio ma che fa?!", però poi capisco che è molto bravo e quindi tutto questo sfuma...Ma si Aktis .....hai perfettamente ragione :lol:
Il nostro è solo un autocommiseramento :cry: ....o meglio, x quanto mi riguarda sono lontano anni luce da Dave, quindi x strammatizzare il mio "altissimo" livello tecnico :BHO:
ci faccio 4 risate :lol: :lol: :lol: :lol: e continuo ad autocommiserarmi :cry:

pizzic77
5th July 2008, 14:45
Mi è impossibile rimanere fermo quando suono...assolutamente :yeah!) !!!
Mi muovo sia con il corpo, sia modificando le espressioni del viso....mi è proprio impossible non farlo!!!
Però son tutte cose assolutamente spontanee, non fatte per aumentare la spettacolarit* delle mie esibizioni (anche perchè ahimè c'è ben poco da fare :sad: )
Credo che l'importante sia la spontaneit*, il sentirsi a proprio agio mentre si suona, sia che uno si muova o che stia fermo!!!

AndreamarkVI
5th July 2008, 14:51
uff, ma è sempre il solito discorso porca paletta... un musicista si giudica da come suona o da come si muove sul palco??!?
si giudica da come suona...non stò dicendo il contrario (anche se non mi f* per niente impazzire nemmeno come suona,nonostante anche io sia ad anni luce da lui... ;) ) ma un musicista mi deve emozionare..se mi innervosisce non ha raggiunto il suo scopo :lol: :lol: ....ovviamente io lo vedo così...capisco che a qualcuno possa piacere per carit*..sono gusti...

Nous
5th July 2008, 16:18
io sia ad anni luce da lui... ;)

Wow, sei così avanti rispetto al suo livello :half: :half: ?






:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

gm85
5th July 2008, 17:09
se mi viene da muovermi mi muovo!...movimenti limitati ovviamente..penso anchio che muovendosi come rollins o si è veramente bravi o si rischia di compromette la performance :ghigno:
l'importante è non fare come questo..
non tanto per non compromettere l'esibizione ma per non fare innervosire come delle iene chi lo guarda...
secondo me dopo quel brano le ha prese....e se cero davo una mano anchio :lol: :lol:

Mi fa male la testa!!
Diciamo che non è il mio genere però di sicuro è bravo... ma... non si può guardare!!!
:lol:

Aktis_Sax
5th July 2008, 17:13
infatti si può anche solo ASCOLTARE! da quando la musica si guarda e basta?!!?!?!

AndreamarkVI
5th July 2008, 17:22
io sia ad anni luce da lui... ;)

Wow, sei così avanti rispetto al suo livello :half: :half: ?






:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

ovviamente anni luce dietro.... :ghigno:

fabbry
6th July 2008, 13:16
La musica è movimento, pulsazioni, come quelle del cuore. Personalmente nn condivido movimenti spettacolari come quelli di David koz, che senza nulla togliere all'artista formidabile, trovo a volete un pò comiche. Ad ogni modo nn mi piace neanche la statuaria immobilit* di un pianista come Arturo Benedetti Michelangeli, che, a prescindere dall'impeccabilit* della precisione dell'esecuzione, qualcuno considera un pò freddo nell'interpretazione ( sar* una coincidenza? Mah! Ai posteri...). Per capire cosa vuol dire il movimento di cui parliamo, suggerisco a tutti di osservare il grande Ray Charles, mentre canta, oltre al gi* citato Colossus.
(P.S. azz! mi metto a dare giudizi su certi artisti... :ehno: :ehno: :ehno: )

Sax O' Phone
6th July 2008, 13:29
Secondo me bisognerebbe fare proprio la distinzione citata da MyLadySax tra il movimento spontaneo, ed il balletto coreografato; personalmente preferisco un atteggiamento che sia concentrato sulla musica, piuttosto che sulla spettacolarit*; spesso quest'ultima viene coreografata ad arte per coprire l'insipienza di certi presunti musicisti, dalla macchina produttiva e commerciale. Per contro condividerei un atteggiamento ostile a queste pagliacciate, come quello di Miles Davis che arrivava a suonare dando le spalle al pubblico, e quando non suonava abbandonava il palco. Certo un atteggiamento un po' radicale, ma che posso comprendere non tanto per il fatto di essere duri & puri, ma per il fatto che rifletta uno spontaneo comportamento non condizionato da altro se non dalla musica. :cool:

AndreamarkVI
6th July 2008, 14:33
Secondo me bisognerebbe fare proprio la distinzione citata da MyLadySax tra il movimento spontaneo, ed il balletto coreografato; personalmente preferisco un atteggiamento che sia concentrato sulla musica, piuttosto che sulla spettacolarit*; spesso quest'ultima viene coreografata ad arte per coprire l'insipienza di certi presunti musicisti, dalla macchina produttiva e commerciale. Per contro condividerei un atteggiamento ostile a queste pagliacciate, come quello di Miles Davis che arrivava a suonare dando le spalle al pubblico, e quando non suonava abbandonava il palco. Certo un atteggiamento un po' radicale, ma che posso comprendere non tanto per il fatto di essere duri & puri, ma per il fatto che rifletta uno spontaneo comportamento non condizionato da altro se non dalla musica. :cool:

:zizizi)) :zizizi)) :bravo:

Isaak76
6th July 2008, 17:01
Secondo me bisognerebbe fare proprio la distinzione citata da MyLadySax tra il movimento spontaneo, ed il balletto coreografato; personalmente preferisco un atteggiamento che sia concentrato sulla musica, piuttosto che sulla spettacolarit*; spesso quest'ultima viene coreografata ad arte per coprire l'insipienza di certi presunti musicisti, dalla macchina produttiva e commerciale. Per contro condividerei un atteggiamento ostile a queste pagliacciate, come quello di Miles Davis che arrivava a suonare dando le spalle al pubblico, e quando non suonava abbandonava il palco. Certo un atteggiamento un po' radicale, ma che posso comprendere non tanto per il fatto di essere duri & puri, ma per il fatto che rifletta uno spontaneo comportamento non condizionato da altro se non dalla musica. :cool:

:zizizi)) :zizizi)) :bravo:Sagge Parole :half:

Aktis_Sax
6th July 2008, 23:18
ok ok, avete ragione, è quello che penso anche io.
Però quando ascolto i dischi di Dave Koz io mi emoziono comunque e certi brani ti fanno venire i brividi! Che poi lui sul palco sia un cretino, lo condivido, ma non posso togliere niente alla sua capacit* musicale...

fabbry
7th July 2008, 07:51
Non so se avete notato, invece, una statuaria "immobilit*" di Coltrane, così come, mi sembra, anche il grande Brecker, non mi sembra che si muovesse molto, ma forse ci sono delle esigenze microfoniche.

MyLadySax
7th July 2008, 08:06
Ma attenzione: anche Armstrong e Gillespie si muovevano a volte in maniera studiata e spettacolare. Il punto è che, ferma la distinzione tra un muoversi studiato a tavolino, alla Koz, ed un muoversi spontaneo, alla Rollins, e indipendentemente dal fatto che anch'io prediliga quest'ultimo modo di atteggiarsi con il proprio corpo, senza nulla togliere a chi, invece, come Parker o Coltrane, resta immobile o quasi, è veramente solo alla musica che dobbiamo guardare, in definitiva. La musica può essere intesa come una forma di spettacolo e ci può stare, secondo me, anche un atteggiamento studiato. Quel che di volta in volta mi chiedo è: quanto vale quel che sto ascoltando ed eventualmente guardando? O quanto meno: quanto mi piace e perché? Personalmente, Dave Koz non mi piace affatto, ma rispetto i gusti di tutti.

Aktis_Sax
7th July 2008, 10:52
Allora vedi che qui scatta la questione "gusti personali". A me piace molto, e ti ripeto che prima di vederlo in faccia l'ho ascoltato... e quoto con tutti quelli che dicono che sia un po' troppo "spettacolare", sul palco fa proprio delle "americanate" no!?
E penso anche che non si possa paragonare un Koz a un Coltrane, o a un Parker, perchè sono lontani mille miglia A PRIORI, come genere di musica che amano (o amavano) produrre...

MyLadySax
7th July 2008, 13:56
Allora vedi che qui scatta la questione "gusti personali". A me piace molto, e ti ripeto che prima di vederlo in faccia l'ho ascoltato... e quoto con tutti quelli che dicono che sia un po' troppo "spettacolare", sul palco fa proprio delle "americanate" no!?
E penso anche che non si possa paragonare un Koz a un Coltrane, o a un Parker, perchè sono lontani mille miglia A PRIORI, come genere di musica che amano (o amavano) produrre...
Però, attenzione: Koz non può essere paragonato a un Parker o a un Coltrane non solo perché si tratta di generi diversi, ma anche perché sia Parker sia Coltrane, ciascuno con il proprio stile e negli anni diversi in cui si sono imposti sulla scena musicale, hanno regalato all'umanit* opere di bellezza sublime e hanno contribuito ad apportare innovazioni che stanno a tutt'oggi a fondamento del linguaggio jazzistico, arrivando ad influenzare musicisti di ogni generazione successiva e di ogni estrazione (Koz compreso).
Ci puoi scommettere che a Koz non basterebbero dieci vite.
Con questo, però, non voglio assolutamente asserire che Koz non sia un buon sassofonista e che non possa piacere!

fabbry
7th July 2008, 14:55
Però penso che si stia un pò perdendo di vista quello che è l'argomento reale. Quì si parla, se nn sbaglio, di movimenti spontanei, nn di movimenti artefatti e studiati a tavolino x fare scena, questi ultimi nn hanno voce in capitolo. O no?

Aktis_Sax
7th July 2008, 15:36
in effetti stiamo andando in Ot. Quello che volevo dire era sostanzialmente che non mi sembrava corretto il fatto di giudicare un musicista per i suoi movimenti sul palco... è una cosa assurda!

Nous
7th July 2008, 16:10
Beh alla fine secondo me il discorso è semplice : tutti suonando abbiamo dei movimenti naturali, che a volte accentuiamo...la cosa è ovvia, naturale.
Se questi movimenti non influenzano la qualit* dell'esibizione, ben vengano..in caso contrario è il caso di smorzarli.

PallaDiCannone
7th July 2008, 16:11
Beh alla fine secondo me il discorso è semplice : tutti suonando abbiamo dei movimenti naturali, che a volte accentuiamo...la cosa è ovvia, naturale.
Se questi movimenti non influenzano la qualit* dell'esibizione, ben vengano..in caso contrario è il caso di smorzarli.

Che uomo saggio :zizizi)) :zizizi))

Sax O' Phone
7th July 2008, 18:03
Anche i movimenti delle dita, sulle chiavi...
:lol: :lol:

Isaak76
7th July 2008, 19:59
Anche i movimenti delle dita, sulle chiavi...
:lol: :lol: :BHO: non riesco a capire? delle mani o dei piedi? :mha!(
:lol: :ghigno: :lol:
Comunque ritornando a noi......Tecnica contro Movimento; credo che si sia detto di tutto e di più :ghigno:
Vorrei fare un sunto :D-: .......ci sono Musicisti (io li catalogherei come Artisti) che magari Tecnicamente valgono meno di uno che suona in metropolitana (o magari no), ma riescono con il loro modo di fare, il loro atteggiamento e appunto i loro movimenti a interagire,coinvolgere e a farsi piacere dalla Gente. Coloro sono dei Genii, perchè alla fine le persone li "Ameranno" x quello che sono, e non tanto x quello che avranno fatto .
Poi ci sono gli Spacconi, coloro che se la cavano bene con lo strumento ma devono amplificare il tutto con movimenti innaturali e inutili (tipiche persone da Copertina).
Al contrario di tutto e di tutti.....arrivano le Leggende.....persone con doti innate che si fanno avvolgere dal quel flusso energetico della musica capace di sprigionare emozioni talmete forti che i propri movimenti (a volte impercettibili altre più evidenti) accarezzano e accompagnano le note in un enfasi di Emozioni e Semplicit*.
X concludere, se uno vuole arrivare al livello "Leggenda", o premi i tasti della Playstation Cerchio-X-Cerchio-Quadrato-Doppia X-Triangolo ...... oppure fai quello che senti veramente dentro, facendoti coinvolgere dalla musica e farti trasportare dalle emozioni, non deve essere un obbligo muoversi, deve essere il più naturale e spontaneo possibile. :saputello
OK ..... è arrivato il momento di rinfrescarmi un pò........questo caldo d* alla testa :lol:

gm85
8th July 2008, 00:19
Allora vedi che qui scatta la questione "gusti personali". A me piace molto, e ti ripeto che prima di vederlo in faccia l'ho ascoltato... e quoto con tutti quelli che dicono che sia un po' troppo "spettacolare", sul palco fa proprio delle "americanate" no!?
E penso anche che non si possa paragonare un Koz a un Coltrane, o a un Parker, perchè sono lontani mille miglia A PRIORI, come genere di musica che amano (o amavano) produrre...

eh... ti piace... si capisce subito dalle tue parole !! :DDD:

Aktis_Sax
8th July 2008, 13:54
ma chi? Koz? sì, come musicista però! :ghigno:

8th July 2008, 14:13
Beh come sempre in medio stat virtus...
Quando si suona è importante non apparire come rigidi androidi ma allo stesso modo non bisogna sconfinare nelle pagliacciate alla Dave Koz.
"Un pò" di movimento è necessario per dare la giusta enfasi al brano e soprattutto per comunicare "visivamente" con gli ascoltatori.
Senza dimenticare che spesso la musica trascina a tal punto da far dimenticare tutto e tutti...pensate che Mike Portnoy il batterista dei Dream Theater si slogò un polso durante il concerto e se ne accorse solo alla fine! :lol:

;)

Gi* Gi*!
Nemmeno io, purtroppo, riesco a distinguere ciò che avviene all'esterno quando suono. E' molto strano, però è come se si uscisse per un bel pò dalla mente. Penso che anche i processi celebrali vengano annullati. Io, penso di essere proprio " arrivato ", nel senso che mi sono accorto che spesso quando ho lo strumento in mano, cado in uno stato parallelo: chiudo gli occhi, continuo a suonare e pensare a ciò che sto facendo e molto spesso non avverto nemmeno la presa di coscienza di essere lì in quel momento, sbando e mi chiedo: " ah ecco: in questo momento non so chi io sia, ma sono certo che sto facendo questo e sono vivo ". Va beh, poi questo è il post di un tipo mooooolto strano come me.
Michele The Strange, proprio come Emily :lol:

Giando69
24th July 2008, 19:34
a proposito di suonare e muoversi.... :ghigno:
http://youtube.com/watch?v=q8mx1XgjnEc

PJ
24th July 2008, 20:18
http://youtube.com/watch?v=dlh2_VAAZds

ssssshooooooooooooooooooooooooooooooockk!!

almartino
24th July 2008, 23:38
http://youtube.com/watch?v=dlh2_VAAZds

ssssshooooooooooooooooooooooooooooooockk!!

...Dave Koz + Michael Jackson, ecco il risultato... :lol:
però queste esibizioni a me divertono :DDD: :lol:

Ctrl_alt_canc
24th July 2008, 23:52
http://youtube.com/watch?v=dlh2_VAAZds

ssssshooooooooooooooooooooooooooooooockk!!

...Dave Koz + Michael Jackson, ecco il risultato... :lol:
però queste esibizioni a me divertono :DDD: :lol:


gi*,è pure bravino :ghigno:

Giando69
25th July 2008, 09:58
http://youtube.com/watch?v=dlh2_VAAZds

:BHO:

.....mi sfugge il nome di questo pezzo!!!!!!!!!! :muro((((
Aiutoo

Il Fumatore di Sax
5th October 2008, 23:08
Riesumo per una foto di "movimento" col sax! :ghigno:

http://www.energyaware.net/img-cont/sax_player_on_beach.jpg

A volte anch'io mi ritrovo piegato così! :lol:
Un fenomeno interessante. :saputello :BHO:

Isaak76
5th October 2008, 23:17
Così non hai problema nel scaricare la condensa dal Sax :saputello

PJ
5th October 2008, 23:18
http://youtube.com/watch?v=dlh2_VAAZds

:BHO:

.....mi sfugge il nome di questo pezzo!!!!!!!!!! :muro((((
Aiutoo

Pick up the pieces! ;)



Riesumo per una foto di "movimento" col sax! :ghigno:

http://www.energyaware.net/img-cont/sax_player_on_beach.jpg

A volte anch'io mi ritrovo piegato così! :lol:
Un fenomeno interessante. :saputello :BHO:

Spettacolare!! :shock:

Il Fumatore di Sax
5th October 2008, 23:25
Così non hai problema nel scaricare la condensa dal Sax :saputello
Eh, sì, però ti finisce tutta in faccia! :lol:

Federico
6th October 2008, 21:28
soo una parola COLOSUSS :half: :half: :half: :half: :half:

appassionatoebasta
7th October 2008, 08:22
ho letto con molto interesse.... :D-: ma se posso permettermi, è il tipico argomento che, inserito in un contesto artistico, è difficile da inquadrare se non accettando che proprio di arte e solo di arte si tratta........magari, il punto è solo dove trattasi di arte propriamente detta.....e dove no! ;) ...c'è l'arte e lo spettacolo (quando questo non è un'arte,ma solo lavoro), ..........ne convenite? :ghigno:

tutto il resto quindi fa solo parte della bellissima diversit* che deriva dal vecchio detto....."100 teste....100 cervelli"

buona sax a tutti :saxxxx)))

MyLadySax
8th October 2008, 17:54
Mi piace fare arte e spettacolo insieme, creare un tutt'uno indistinguibile. E' molto afroamericano, molto jazz. Lo spettacolo non toglie nulla all'arte, o, meglio, non necessariamente. Pensare il contrario è un retaggio eurocentrico. In Africa questa distinzione tra arte e spettacolo non ha senso. Ecco perchè Armstrong faceva (anche) spettacolo (a parte le radici nel minstrelsy del suo comportamento clownesco). Ecco perché gli Art Ensemble of Chicago hanno fatto sempre (anche) spettacolo. Ma c'è arte ed arte; musica e musica; spettacolo e spettacolo ..., anche quando ci si muove o ci si contorce col sax alle labbra! Vedere Rollins muoversi mentre suona è uno spettacolo che mi manda in estasi. Fa parte di un rito dionisiaco che ti induce ad una partecipazione fisica ed emotiva. In altri termini: ti fa muovere il culo per forza!

AndreamarkVI
8th October 2008, 20:01
Fa parte di un rito dionisiaco che ti induce ad una partecipazione fisica ed emotiva. In altri termini: ti fa muovere il culo per forza!
:lol: :lol: soprattutto l'ultima frase rende rende molto bene l'idea.. :lol:
;)

appassionatoebasta
8th October 2008, 21:23
Mi piace fare arte e spettacolo insieme, creare un tutt'uno indistinguibile. E' molto afroamericano, molto jazz. Lo spettacolo non toglie nulla all'arte, o, meglio, non necessariamente. Pensare il contrario è un retaggio eurocentrico. In Africa questa distinzione tra arte e spettacolo non ha senso. Ecco perchè Armstrong faceva (anche) spettacolo (a parte le radici nel minstrelsy del suo comportamento clownesco). Ecco perché gli Art Ensemble of Chicago hanno fatto sempre (anche) spettacolo. Ma c'è arte ed arte; musica e musica; spettacolo e spettacolo ..., anche quando ci si muove o ci si contorce col sax alle labbra! Vedere Rollins muoversi mentre suona è uno spettacolo che mi manda in estasi. Fa parte di un rito dionisiaco che ti induce ad una partecipazione fisica ed emotiva. In altri termini: ti fa muovere il culo per forza!

non credo che tu abbia fatto questo post in dialettica con il mio....... :roll: anche perchè io ho ben specificato "c'è l'arte e lo spettacolo (quando questo non è un'arte,ma solo lavoro)" :ghigno: quindi convieni sicuramente con me che però se lo spettacolo è solo fatto per motivi diciamo eslusivamente "promozionali" è proprio questo che forse si riferisce ad un retaggio eurocentrico ma non solo.... :mha!(

in pratica per non venire male interpretato :BHO: provo ad essere più chiaro....
a me non piace in nessuna forma ed in nessun aspetto della vita, ciò che appartiene ai comportamenti "costruiti" :ehno:

tutto ciò che avviene in maniera spontanea é quindi (estremizzando) da considerarsi come una forma di arte ;)
quindi penso che il punto del mio ragionamento stia tutto li
:D

Scorreggione
8th October 2008, 22:46
...lo so che è un forum di sassofonisti...
...ma questo link casca a "cecio" in questo post...
http://www.youtube.com/watch?v=5d21HMq3ir0
...bel connubbio di musica&danza... :half:

MyLadySax
9th October 2008, 15:58
Mi piace fare arte e spettacolo insieme, creare un tutt'uno indistinguibile. E' molto afroamericano, molto jazz. Lo spettacolo non toglie nulla all'arte, o, meglio, non necessariamente. Pensare il contrario è un retaggio eurocentrico. In Africa questa distinzione tra arte e spettacolo non ha senso. Ecco perchè Armstrong faceva (anche) spettacolo (a parte le radici nel minstrelsy del suo comportamento clownesco). Ecco perché gli Art Ensemble of Chicago hanno fatto sempre (anche) spettacolo. Ma c'è arte ed arte; musica e musica; spettacolo e spettacolo ..., anche quando ci si muove o ci si contorce col sax alle labbra! Vedere Rollins muoversi mentre suona è uno spettacolo che mi manda in estasi. Fa parte di un rito dionisiaco che ti induce ad una partecipazione fisica ed emotiva. In altri termini: ti fa muovere il culo per forza!

non credo che tu abbia fatto questo post in dialettica con il mio....... :roll: anche perchè io ho ben specificato "c'è l'arte e lo spettacolo (quando questo non è un'arte,ma solo lavoro)" :ghigno: quindi convieni sicuramente con me che però se lo spettacolo è solo fatto per motivi diciamo eslusivamente "promozionali" è proprio questo che forse si riferisce ad un retaggio eurocentrico ma non solo.... :mha!(

in pratica per non venire male interpretato :BHO: provo ad essere più chiaro....
a me non piace in nessuna forma ed in nessun aspetto della vita, ciò che appartiene ai comportamenti "costruiti" :ehno:

tutto ciò che avviene in maniera spontanea é quindi (estremizzando) da considerarsi come una forma di arte ;)
quindi penso che il punto del mio ragionamento stia tutto li
:D
No, Appassionatoebasta, a dire il vero non ho neppure letto il tuo post (dunque, nessun intento polemico), scrivendo solo quel che mi è venuto lì per lì in mente sull'argomento.
Certo, non sono sicuro che le nostre idee coincidano pienamente.
Io penso che non debba essere tutto necessariamente spontaneo, neppure i movimenti del musicista mentre suona, perché, in fondo, neppure l'arte può essere spontanea al 100%, altrimenti non sarebbe arte.
In fondo, un concerto è uno spettacolo! L'importante è che sia bello.

9th October 2008, 18:21
Diciamo che il movimento ormai non me lo toglie nessuno...... è che purtroppo gli altri si vergognano e tu ti ritrovi da sola a muoverti come una cretina....
Il concerto di Natale dell'anno scorso avevamo fatto un pezzo che si chiama "Saxophone Jubilee" e quando i sax erano da soli gli era stato richiesto di fare un "MINIMO" (e sottolineo MINIMO) di movimento, visto che il pezzo era allegro e soprattutto carino!!!! Alla fine solo io mi son messa a fare qualcosa..... Cioè, lo sentivo così mio il pezzo...... :saxxxx)))
In ogni caso mi piace da morire!!!!!!!!!!!! ;) ;)

appassionatoebasta
9th October 2008, 18:31
Mi piace fare arte e spettacolo insieme, creare un tutt'uno indistinguibile. E' molto afroamericano, molto jazz. Lo spettacolo non toglie nulla all'arte, o, meglio, non necessariamente. Pensare il contrario è un retaggio eurocentrico. In Africa questa distinzione tra arte e spettacolo non ha senso. Ecco perchè Armstrong faceva (anche) spettacolo (a parte le radici nel minstrelsy del suo comportamento clownesco). Ecco perché gli Art Ensemble of Chicago hanno fatto sempre (anche) spettacolo. Ma c'è arte ed arte; musica e musica; spettacolo e spettacolo ..., anche quando ci si muove o ci si contorce col sax alle labbra! Vedere Rollins muoversi mentre suona è uno spettacolo che mi manda in estasi. Fa parte di un rito dionisiaco che ti induce ad una partecipazione fisica ed emotiva. In altri termini: ti fa muovere il culo per forza!

non credo che tu abbia fatto questo post in dialettica con il mio....... :roll: anche perchè io ho ben specificato "c'è l'arte e lo spettacolo (quando questo non è un'arte,ma solo lavoro)" :ghigno: quindi convieni sicuramente con me che però se lo spettacolo è solo fatto per motivi diciamo eslusivamente "promozionali" è proprio questo che forse si riferisce ad un retaggio eurocentrico ma non solo.... :mha!(

in pratica per non venire male interpretato :BHO: provo ad essere più chiaro....
a me non piace in nessuna forma ed in nessun aspetto della vita, ciò che appartiene ai comportamenti "costruiti" :ehno:

tutto ciò che avviene in maniera spontanea é quindi (estremizzando) da considerarsi come una forma di arte ;)
quindi penso che il punto del mio ragionamento stia tutto li
:D
No, Appassionatoebasta, a dire il vero non ho neppure letto il tuo post (dunque, nessun intento polemico), scrivendo solo quel che mi è venuto lì per lì in mente sull'argomento.
Certo, non sono sicuro che le nostre idee coincidano pienamente.
Io penso che non debba essere tutto necessariamente spontaneo, neppure i movimenti del musicista mentre suona, perché, in fondo, neppure l'arte può essere spontanea al 100%, altrimenti non sarebbe arte.
In fondo, un concerto è uno spettacolo! L'importante è che sia bello.

No no Sicuramente le ns. idee non coincidono...anzi direi che sono diametralmente opposte :ghigno:

infatti io ribadisco che per me è proprio arte ciò che viene espresso rigorosamente in maniera spontanea...te lo immagini un qualsiasi artista di qualsiasi arte....che si mette li e ragiona su come debba esprimersi :shock: mi vengono i brividi......

in conclusione il massimo della divergenza......

In fondo, un concerto è uno spettacolo! L'importante è che sia bello......

per me è esattamente il contrario........
l'importante è che sia arte e quindi spontaneo, il concetto di "bello" è talmente labile e del tutto variabile nel tempo e mai univoco che se uno come Van Gogh avesse pensato di far cose "belle" invece che esprimere la propria arte :shock: ....ti immagini... :cry:

tutto ciò sempre ed esclusivamente per esprimere tranquillamente i ns. pensieri ...senza alcuna polemica....sia chiaro :D

ciao e soprattutto buon :saxxxx)))

MyLadySax
10th October 2008, 07:45
Se sei un avvocato e devi scrivere un ricorso al TAR, lì non c'è davvero niente di spontaneo, devi ragionare e, qualche volta, spremerti le meningi.
Se hai davanti un piatto di spaghetti con le vongole preparato come si deve, lì non c'è davvero niente di razionale, lì c'è solo il gusto, il piacere immenso di mangiare, è, a parte l'educazione a tavola, pura emozione, come, ad un livello certamente molto più profondo, quando ci si innamora.
L'arte, secondo me, è spontaneit* e ragione, istinto e studio, emozione e riflessione: rappresenta la vita umana nella sua interezza.
Se ascoltiamo Thelonious Monk, possiamo emozionarci, ma possiamo sentirlo anche pensare!
Quello che è stato per un po' il mio maestro di sax, e che ha formato Francesco Cafiso, mi diceva sempre di non farmi sopraffare dalla musica, di usare pure la testa.
Altrimenti, basterebbe lasciarsi andare, per suonare bene, e, purtroppo, non è così.
Se, poi, ci mettiamo a discutere sul concetto di bello - la qualcosa mi spaventa, perché supera le mie modeste capacit* -, rischiamo di dare inizio ad una polemica infinita, alla quale assisterei più volentieri come semplice spettatore; ma è un argomento a parte, non possiamo trattarlo in questa sede, sennò qualche administrator di saxforum ci redarguisce!

10th October 2008, 16:05
Io credo solo una cosa...la musica è un'emozione, e se escludiamo i concerti a sedere in cui ovviamente non possiamo muoverci un granchè, per il resto è tutto concesso...io lascio che la musica mi entri dentro e faccia del mio corpo quello che vuole...l'unica cosa a cui penso è la bocca e la meccanica respiratoria...oddio pensare forse è un pò troppo...diciamo che controllo...il suono prima di tutto...per il resto il mio corpo è un giocattolo impazzito che fa un pò quello che vuole...avete mai visto un baritonista fare un solo sdraiato per terra??? ecco a me è capitato più di una volta di farlo...certo è faticoso...certo è un controllo diaframmatico contorto...ma perchè non farlo se la tua musica ti porta li? una volta preso feeling con il tuo stumento puoi veramente fare tutti ciò che vuoi, e ve lo assicuro....il pubblico apprezza!!!!! :yeah!) :saxxxx))) :yeah!)