PDA

Visualizza Versione Completa : Bags & Trane



Sax O' Phone
23rd April 2008, 23:38
http://www.alwaysontherun.net/coltrane/bags%26trane.jpg

Questo è un album un po' trascurato nella discografia di Coltrane (anche perchè è nella discografia di Milt Jackson! :lol: ), ma è molto interessante ascoltare ora per intero la sessione completa che fu registrata a NYC il 15 Gennaio del 1959. Questa sessione è anche inclusa per intero nell'eccellente raccolta della Rhino 'Hevyweight Champion: The Complete Atlantic Recordings' di Coltrane.
Siamo in un periodo di transizione per Trane, che dopo aver suonato con Thelonious Monk e Cecil Taylor sta collaborando con il sestetto di Miles Davis, e collabora con gli stessi musicisti in altri progetti, prima di prendere decisamente la propria strada con Giant Steps che registrer√* in Aprile di questo stesso anno.
Curiosamente pochi giorni prima registra proprio con Davis e Adderley durante una trasmissione radio un pezzo di Jackson divenuto uno standard: Bags' Groove (Walkin').
Milt 'Bags' Jackson proviene da Detroit ed √® considerato un grande innovatore del vibrafono, che adatta alle esigenze del nuovo idioma Be-Bop nato nel dopoguerra, permettendosi di superare i limiti del proprio strumento, riuscendo contro ogni aspettativa a farlo suonare pi√Ļ come una tromba o un sassofono: per farlo usa una gran variet√* di attacchi nell'articolare le proprie linee melodiche, ed usa le possibilit√* degli strumenti moderni di eseguire il vibrato nel caso di note lunghe. Bags inizi√≤ a suonare con Dizzy Gillespie negli anni '40 e con lui cre√≤ la Big Band. Come indipendente suon√≤ con Thelonious Sphere Monk, Tadd Dameron, Charlie Parker e Ben Webster, Sonny Rollins e Horace Silver.
Nel 1954 fondò il MIlt Jackson Modern Jazz Quartet con la direzione musicale di John Lewis, e continuò per vent'anni a suonare con il MJQ, ospitando innumerevoli grandi solisti.
In questa sessione troviamo anche un altro grande veterano, il pianista Hank Jones, fratello maggiore del futuro batterista di Trane nel suo mitico quartetto, Elvin Jones.
I pezzi sono tre standard, tra cui il rapido Be-Bop, e gli altri sono composizioni di Jackson; possiamo sentire una collaborazione priva di pregiudizi e molto sentita: Milt inizia semplicemente e sebbene Coltrane sembra fremere per esprimere quello che poi ascolteremo nelle sue successive esecuzioni, qui risponde con grande maestria e con la consueta intensit√*, alle proposizioni blues meno impegnative, producendo dei soli molto belli su dei riffs di grande suggestione.

John Coltrane (ts) Milt Jackson (vib) Hank Jones (p) Paul Chambers (b) Connie Kay (d)

Stairway To The Stars
The Late, Late Blues
Bags And Trane
Three Little Words
The Night We Called It A Day
Dizzy's Fingers (Be-Bop)
Blues Legacy
Centerpiece

zeprin
24th April 2008, 02:10
Paul Chambers era ovunque..come il prezzemolo!
Grande recensione.. mi viene voglia di ascoltarlo.
I MJQ sono stati i primi a farmi avvicinare al jazz!
:zizizi))

Sax O' Phone
24th April 2008, 14:25
Andy, non fartelo scappare! i miei pezzi favoriti per intensit√* e per il groove inarrestabile sono
The Late, Late Blues
Blues Legacy

zeprin
25th April 2008, 08:15
Cerchero' di ascoltarlo nel week end, grazie della dritta!

gaetano952
26th April 2008, 10:37
Lo conoscevo....GRANDE DISCO......colgo l'occasione per segnalarvi un altro grande "duetto famoso" di Coltrane....
il disco che ha fatto con il chitarrista Kenn Burrell...eccezionale anche quello!! "Kenny Burrell & John Coltrane"
Ciao!!

P.S
Per la recensione ci pensa Sax che in questo è imbattibile!!!