PDA

Visualizza Versione Completa : Differenze tra 82Z e 82Z UL



SalVac85
2nd September 2012, 15:28
Ciao Gianbattista (scusami se ti do direttamente del tu ma odio i convenevoli :lol: ), sono un felice possessore di un tenore YTS 62 ma ho deciso di upgradare il mio strumento e sono orientato verso il modello Yamaha 82Z.

Come tutti sappiamo, l'82Z Ŕ disponibile in versione laccato oro, argentato e slaccato.

Un amico mi ha detto che la differenza tra i tre modelli non sta solo nella finitura ma anche nel trattamento della lastra.

Siccome ho la possibilitÓ di scegliere tra un laccato oro ed un unlacquered, volevo chiederti (se ci sono) le differenze costruttive e 'di trattamenti' che ci sono tra le tre versioni del tenore 82 e visto che ci siamo, anche del contralto 82.

Ti ringrazio anticipatamente per l'attenzione che vorrai dedicarmi ;)

tzadik
2nd September 2012, 15:43
Come tutti sappiamo, l'82Z Ŕ disponibile in versione laccato oro, argentato e slaccato.C'Ŕ anche nero: http://static.musiciansfriend.com/deriv ... _black.jpg (http://static.musiciansfriend.com/derivates/19/001/247/744/DV020_Jpg_Jumbo_472496.826_black.jpg) :-leggi-:

Zeppellini Matteo
2nd September 2012, 16:16
io il nero l'ho provato a francoforte...

non mi Ŕ piaciuto come lo slaccato.... poi sono gusti

gbcorti
2nd September 2012, 21:10
Ciao SaVac85 e tutti,

ecco qualche precisazione sull'82Z (che sia tenore o contralto non fa differenza).
L'amico ti ha parlato di una differenza nel trattamento della lastra tra unlacquered e laccato, argnetato o placcato oro che sia. Permettimi ma il problema non Ŕ questo; la differenza fondamentale sta nel fatto che la lastra con cui Ŕ prodotto l'82Z Ŕ totalmente diversa rispetto al 62 e a tutti gli altri modelli a scendere (480 e 280 // vecchi 475, 275). La diversitÓ di trattamento Ŕ poi dovuta solamente al fatto che lo "slaccato" di fatto non subisce alcuna di variazione di temperatura "corporea" mentre il laccato o placcato comunque un minimo di variazione la subiscono durante i vari processi di lavorazione.. In ogni caso comunque non esistono particolari fasi di "Heating" ("cottura" a forno) tolta quella iniziale o comunque criogenici. Lo Unlacquered Ŕ veramente "nature".
Tenore e contralto, pur provenendo da linee diverse di produzione, non si differenziano nelle loro fasi di produzione.
Spero di essere stato chiaro. Ciao. gbcorti

SalVac85
5th September 2012, 13:18
Ciao, sei stato molto chiaro, grazie mille ;)

bonnygonfio
7th September 2012, 18:31
faccio una domanda io allora se posso. Lo slaccato come mai esce dalla fabbrica come se avesse una patinatura che col tempo e suonandolo lascia spazio alla slaccatura vera e propria. Mi verrebbe da dire che ha subito un particolare trattamento. ╚ veramente cosi? Io ho avuto modo di provarlo ed effettivamente in alcuni punti, pur essendo uno strumento nuovo di negozio, si intravedeva giÓ questo processo. Me lo confermi?

gbcorti
7th September 2012, 21:11
Ciao Bonnygonfio,

la questione che tu poni Ŕ bellissima perchŔ mi da adito di spiegare una cosa in cui, come azienda, sono giÓ incorso diverse volte.
Lo YAS82ZUL esce dalla fabbrica pulitissimo per due semplici ragioni:
1) Gli operai che ci lavorano, indossano tutti guanti di cotone finissimo in modo da non lasciare impronte.
2) La questione Ŕ tipicamente "filosofica" giapponese. In Giappone, fatte le debite eccezioni, lo strumento vintage, non laccato - ossidato proprio non ha storia. Lo strumento, per i giapponesi, DEVE essere pulito.
Ecco quindi che quasi tutte le volte che Ŕ stato venduto uno slaccato, ho ricevuto contestazioni dai rivenditori che asserivano che lo strumento fosse laccato. No, era solo pulito; sono arrivato al punto di chiedere di prendere in mano lo strumento con le mani sudate; lasciarlo riposare una settimana; e, alla fine, ricevere il commento: " Ohhh, ma Ŕ slaccato."
Si noti: se lo strumento fosse laccato, essendo la laccatura di color oro, avrebbe ben altro colore dal dorato dell'ottone.
Confermo quindi perfettamente quando tu dici che hai visto uno strumento che si "stava sporcando".
Ciao. gbcorti

bonnygonfio
8th September 2012, 10:58
infatti diciamo che si opacizza con l'utilizzo ma anche quando lo provai dissi al negoziante che si era sbagliato e mi aveva dato quello laccato normale. In realtÓ Ŕ proprio come dici tu.

ARVIDAX
9th September 2012, 18:19
Io ce l'ho slaccato e confermo appena lo compri non ti rendi conto ,ma appena lo usi comincia come dico io scherzosamente a "marcire" abbastanza velocemente e irregolarmente soprattutto a causa soprattutto delle ditate e de sudore.