Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Baritono Armstrong - Problemi sul Sol con portavoce

  1. #1

    Baritono Armstrong - Problemi sul Sol con portavoce

    Ciao a tutti, vorrei sapere la vostra opinione in merito ad una cosa che mi sta creando grossi problemi.
    Dopo molti anni di "pausa" ho ripreso a suonare il Sax in una banda; premetto che provengo dal Tenore, ma avevano bisogno di un Baritono così ho detto, perché no ?!
    Mi hanno dato un Baritono marca Armstrong (a me sconosciuta fino ad oggi) discendente al La; ritamponato ed in ottimo stato.
    Lo strumento è davvero bello ed il suono lo è altrettanto.
    Con il bocchino che aveva non mi trovavo bene così, come prima cosa, ci ho messo un Selmer S80 apertura D ed un'ancia Vandoren Traditional da 2 e 1/2.
    Prima cosa che ho notato : per essere intonato il bocchino lo devo infilare giusto un po, secondo me un po troppo poco per come ricordo fossi abituato, però riesco ad essere intonato su tutta la prima ottava molto bene.
    La seconda che mi fa uscire di testa è che il Sol con il portavoce non vuole proprio uscire, appena parte schizza in armonica sul Re sopra. Solo in casi sporadici riesco a tenerlo sul Sol, ma il suono che esce è come fosse soffocato. Invece, sempre con il portavoce, il La, il Si e Do, vanno che è una bellezza mentre il Fa ed il Mi, se pur molto meno problematici del Sol presentano lo stesso effetto di suono soffocato.
    Può essere che debba ancora prenderci "la mano", cioé trovare la giusta imboccatura, ma l'ho fatto provare anche ad altro musicante che suona il Tenore ed anche a lui fa esattamente la stessa cosa.
    Secondo la vostra esperienza cosa cavolo potrebbe esserne la causa ?

    Ciao e grazie a tutti per i consigli.

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    8,206
    Il Sol con il portavoce utilizza la chiave di ottava in basso , mentre il La il Si e il Do quella in alto (generalmente sul collo o immediatamente vicino).
    Controlla che la chiave di ottava in basso si apra bene e che il foro sia pulito.
    Controlla anche che la chiave di scarico della condensa sulla ritorta sia ben chiusa .


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  3. #3
    Controllate e pulite.
    Un leggero miglioramento sembra esserci stato, ma non decisivo.
    Facendo una scala legata adesso sembra abbastanza ok, ma se la faccio scaccata non sempre va come dovrebbe.

    Forse c'è bisogno di una revisioncina ?

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    8,206
    Se lo strumento è fermo da un po’ direi che é consigliabile, come è consigliabile avere un po’ di pazienza ed esercitarsi , visto lo strumento di taglio nuovo e gli anni di pausa del saxofonista


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  5. #5
    Grazie Dario,
    appena posso lo porto a fare un "tagliando" perché mi sono accorto che qualche tampone non sembra chiudere alla perfezione; su qualcuno si vede una leggera luce tra camino e tampone (metodo della luce infilata nello strumento).
    Per il resto ...... è sacrosanto, anche se è un po come andare in bicicletta (non lo si scorda mai) però il labbro ha bisogno di riadattarsi; come le dita devono riaquisire un po di agilità e indipendenza.

    Grazie

  6. #6
    No; sarò pure arrugginito ma la cosa mi infastidiva parecchio dato che non ho assolutamente problemi con tutte le altre note (LA grave compreso).
    Questa sera, mentre facevo i soliti esercizi, mi è caduto l'occhio sul portavoce del chiver.
    Ho notato che passando per esempio dal Sol al Sol con portavoce, il portavoce sull'avvolgimento del canneggio si apre correttamnete ma si apre, leggermente (qualche decimo, più o meno) anche quello sul chiver.
    Ora, come detto, provengo da un Tenore; quindi non conosco bene la meccanica del Baritono, però non mi pare che sia corretto questo comportamento.
    Io credo che dei due portavoxce, o l'uno o l'altro; ma non tutti e due assieme.
    E per di più uno che fa uno spostamento così piccolo non mi pare cosa normale.
    Stai a vedere che il labbro ce l'ho ancora buono ed è colpa della meccanica !?!?!?

    Che dite ?

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Il_dario
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    CISNUSCULUM Isola_delle_noci_e_pappagalli
    Messaggi
    8,206
    Trovato l’inghippo


    Schiaccio e baratto ergo sum
    Metronomico della "Ostello Quarna Nightmare Band"
    Anche se gioco in casa "il_padrino della cupola"
    Sax_Gallery

  8. #8
    Visto che ho trovato il problema ed ho risolto, mi sembra giusto concludere il post.
    Il problema era proprio quello detto sopra; adesso è perfetto.
    Ho semplicemente sostituito il sughero sulla battuta della meccanica del protavace sul chiver, che era usurato, con del nuovo di uno spessore adeguato in modo che quel portavoce resti chiuso quando faccio il Sol, Fa, Mi e Re.
    Operazione fatta da solo, semplicemente con bostic e sughero preso da un tappo di un buon vino Chianti, (cosa che aggiusta diverse cose; parlo del vino, non del tappo ).

    Ciao

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •