Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 13 di 13

Discussione: Uso medio di un'ancia

  1. #11
    Aggiungo un po di complessità ma non preoccuparti, poi la tolgo subito!
    Devi considerare che le ance devono lavorare in sinergia con il bocchino e non tutti i bocchini lavorano bene con le ance di taglio "classico" come le Vandoren blu, generalmente più dure e resistenti a parità di numero.
    Ora togliamo la complessità: se il tuo maestro avesse avuto l'impressione che ci volesse un'ancia di taglio classico l'avrebbe detto, quindi puoi sperimentare un po con i tagli più jazz o moderni, privilegiando le Rico che già conosci.
    Cerca le tavole comparative delle durezze su internet e ogni tanto prova due o tre ance di un tipo diverso dal solito ma di durezza simile, così imparerai a capire con cosa sei più comodo. L'ideale poi è avere sempre almeno tre ance suonabili in rotazione; abituarsi a un'unica ancia vecchia non ti permette di sviluppare una buona imboccatura.
    Ps. Le sintetiche io le lascierei a quando avrai più esperienza, se non altro per via del costo!

    Inviato dal mio SM-A520F utilizzando Tapatalk
    Soprano: Yanagisawa S901 - mpcs Selmer Super Session H - Yanagisawa ebanite 6
    Tenore: Yanagisawa T992 - mpcs Drake SOS 8*m - Drake Bergonzi 7* - SR Technologies Fusion 115
    Basso: Sadowsky Metro RS4 (basso elettrico, non sax!!!)

  2. #12
    grazie 1000 anche a te, Cava!
    seguirò il tuo consiglio. mi sono appena scaricato la tabella pubblicata qui, da qualche parte nel forum.
    Yamaha YAS 480

  3. #13

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •