Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 14 di 14

Discussione: Dilemma, possono "convivere" sax e flauto?

  1. #11
    Grazie

  2. #12
    in questo momento mi sto godendo qualche album di Eric Dolphy.... convivono eccome.

  3. #13
    Anche qui provo a far rivivere un defunto...!

    Secondo me convivono benissimo; il flauto però richiede tantissimo esercizio per il timbro, quindi note lunghe, scale e salti per almeno (minimo) 30min al giorno, escludendo quindi dal conteggio tecnica e studi.

    In compenso, il flauto stanca poco: è leggero, suona con un soffio minimo (tipo spegnere le candeline o fischiare) e i tasti sono leggerissimi; si premono guardandoli!
    Consiglierei quindi, in una sezione di studio, di partire con il flauto e proseguire con il sax (io faccio così con flauto e clarinetto).

  4. #14
    Con scarso successo......
    Può darsi che i flautisti siano molto pochi su questo forum!
    Eppure il flauto nel jazz mi piace molto!
    Possono benissimo convivere, pensavo di no, ma ora che ho iniziato con il sax, vedo che insieme vanno d'amore e d'accordo, al momento il sax è la novità, il nuovo amore, ma quando ritorno al flauto, è come togliersi le scarpe e sdraiarsi sul divano a fine giornata..........un esercizio defaticante e rilassante!
    Alto Yamaha 875 EX- Alto Stewart Ellis- Muramatsu SR Heavy - Briccialdi 9612.

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •